Prima ristrutturazione

messaggio inserito martedì 17 aprile 2018 da H725

[post n° 408295]

Prima ristrutturazione

Buonasera a tutti,
sono un giovane architetto che sta per cimentarsi nella prima ristrutturazione per la quale farò progettazione e DL, chiedo a chi ha più esperienza come risolvere i (probabilmente) ovvi dubbi:
- l'intervento prevede lo spostamento della cucina, come comportarsi con l'attacco del gas? Mi dicono non essere un mio problema perchè se ne occupa la ditta e successivamente ne rilascerà il certificato.
- gli scarichi di lavandino bagno e bidet possono confluire nello scarico della cucina? Come acque nere si considerano solo quelle provenienti dal vaso?
- la caldaia attualmente è interna ma vorrei spostarla all'esterno nel caso sia possibile; nel caso non fosse possibile, anche se è una caldaia da interno deve avere sfiato all'esterno? non è possibile farla 'sfiatare' nella colonna del condominiale che passa in prossimità?
Grazie mille
:
Buonasera,
vediamo se ti posso essere utile:
Come DL devi verificare che l'impresa esegua i lavori a regola d'arte, è vero che rilascia il certificato di conformità, ma devi verificare che i tubi sottotraccia passino a non più di 30 cm dal muro perimetrale, che abbiano la guaina gialla di protezione e che non siano giuntati. Ovviamente tutte cose che l'impresa dovrebbe sapere e fare senza nenache pensarci.
Anche per gli scarichi l'impresa dovrebbe muoversi senza grossi problemi, comunque tutti gli scarichi li devi portare nella colonna di scarico (se sei in uno stabile multipiano) e non negli scarichi di altri servizi igienici.
Per la caldaia devi valutare se sussistono i requisiti normativi per poterla sposare fuori (anche in questo ti può aiutare la ditta che fa i lavori), mentre se la tieni in casa dovreti andare in canna fumaria, ma attento che la canna sia a norma, altrimenti la devi rifare nuova.
In sostanza se avrai la fortuna di avere una valida impresa avrai risolto il 70% di tutti i tuoi problemi
:
Se riesci a convincere i clienti a non mettere il gas tantomeglio
:
Ciao,
si siamo in una palazzina a più piani, grazie delle risposte. Non mi è chiara la questione degli scarichi, non si dividono in chiare e scure? O semplicemente la cucina ne ha uno a se e idem per i bagni?
:
Solitamente le colonne di scarico dei bagni sono separate dalle colonne delle cucine, in alcuni casi, gli scarichi dei bagni vanno divisi ulteriormente in colonna fecale e colonna saponate, ma dipende dal comune e dalla normativa regionale. sfiatare una caldaia è l'operazione che si fa per togliere aria dai tubi dell'acqua. La caldaia prende aria dall'esterno e scarica fumi. i fumi vanno in una canna fumaria. l'aria esterna, se la cadaia è stagna, vanno presi dall'esterno tramite apposito condotto, se usa aria interna servono le prese aria sui muri, che se la caldaia è interna, servono comunque anche se è stagna. Consiglio, fatti aiutare da qualcuno, in carne ed ossa, magari un amico che è qualche anno più esperto di te.
:
Scusa, unfor, e con che cosa dovrebbero alimentare cucina e caldaia?
:
H725 ti consiglio di leggerti attentamente le UNI. Per quanto riguarda gli impianti gas, guardati la UNI 7129, lì trovi tutto: come devono essere le tubazioni e dove devono passare (20 cm dagli spigoli, non 30). Occhio solo che la norma è divisa in 4 parti, quindi devi scaricarti 4 pdf diversi. Ti dice anche che tipo di caldaie puoi montare in interno e come devono essere fatte. Come ti hanno già detto altri, seppur sia vero che certifica tutto l'impresa, tu sei comunque il DL ed è compito tuo vigilare sui lavori, non puoi dire "non sapevo". Per il discorso relativo agli scarichi, condivido pienamente quanto scritto da d.n.a.
:
Grazie a tutti del contributo, ho difficoltà a reperire le UNI..proverò meglio.
A presto
:
La UNI 7129, con un po' di fatica, dovresti trovarla, altrimenti ti conviene acquistarla.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.