copie certificazione

messaggio inserito lunedì 21 maggio 2018 da manc

[post n° 409224]

copie certificazione

Buonasera,
come molti altri colleghi sono abilitato alla redazione di certificazioni energetiche, ne ho infatti emesse un numero rilevante, in particolar modo nell'ambito di esecuzioni immobiliari, nominato da un giudice esecutivo. Da qualche tempo mi capita di essere ricontattato dai proprietari degli immobili acquisiti o riscattati che mi richiedono copie originali degli attestati di certificazione energetica, perchè hanno perso, non hanno mai avuto, o non sanno come reperire una copia autentica dell'APE (Attestato di Prestazione Energetica). Per un pò di volte mi sono prodigato a riprodurre, firmare, spedire o scansire e inviare le certificazioni, ma adesso mi pongo il dubbio se non sia il caso di richiedere un rimborso o emolumento per un documento che in fondo riemetto con firma e timbro, e che a rigor di termini potrebbero ricercare nelle cancellerie dei tribunali o presso i curatori fallimentari, dove a suo tempo avevo depositato un numero congruo di copie. Scusate lo sfogo, ma ho bisogno di confrontarmi, non sono certo sull'approccio deontologicamente più corretto cosi come del mio diritto a rivendicazioni economiche a fronte di una situazione che si ripete.
Grazie in anticipo
:
Guarda, personalmente consegno sempre al cliente APE con in allegata la copia della ricevuta di trasmissione, non aspetto che sia lui a chiedermelo e non chiedo un surplus sul compenso.
Certo, se il cliente richiede una copia aggiuntiva perchè a distanza di tempo ha perduto quella che gli era stata consegnata è diverso, ma non mi è mai capitato e nel caso valuterei in base al cliente.
:
se ti può consolare, ti posso dire che succede anche per altre cose tipo condoni smarriti e altri documenti già consegnati anche decenni prima ma niente, continuano a presentarsi eredi, parenti, ecc. scambiando lo studio per una sorta di ufficio accesso atti/copisteria e...pensando che sia normale fare così. Tra l'altro, per l'ape non so che regole ci siano, ma mi risulta che per tutto il resto non è che abbiamo obbligo di conservazione di perder tempo ogni volta a tirar fuori tutto, scansionare, inviare via mail ecc.ecc.
:
Vi ringrazio per le risposte. Ieri ero probabilmente in preda a recriminazioni tipiche della professione. Come testimonianza vi riporto che stamattina mi sono preso la briga di telefonare prima alla cancelleria del tribunale e poi allo sportello consulenza legale del mio Ordine provinciale. Il cancelliere mi ha confermato che nel fascicolo sono sempre disponibili le copie che io avevo protocollato ai tempi; il consulente legale mi ha confermato che con la consegna al Tribunale (mio committente del momento) avevo adempiuto al mio incarico, e che successive richieste vanno conteggiate a parte. Ho quindi esposto la situazione a quest'ultima richiedente, la quale mi ha ringraziato per l'indicazione dell'ufficio ( Le ho riportato il nome del responsabile). Ovviamente ho perso cosi più tempo di quanto avrei impiegato a spedirle la scansione. Ma d'or in poi dovrei essere preparato.
Grazie e buon lavoro a tutti
:
scusa manc, ma non ho capito bene come funziona questa storia della certificazione per le esecuzioni immobiliari. Sei esperto del giudice nominato per la stima o ricevi incarico solo per le certificazioni?
:
ciao, "ero" esperto di un tribunale limitatamente alle certificazioni energetiche. Avevo fatto domanda presso il Tribunale, presentandomi specificamente per svolgere quel tipo di consulenza, poiché fino a qualche anno fa, credo il 2016-2016, anche negli atti di trasferimento derivanti da esecuzioni immobiliari (pignoramenti, ecc) la legge imponeva l'allegazione della certificazione energetica. Successivamente (non dico se sia giusto o meno) lo Stato ha ritenuto di eliminare questo adempimento. Dagli atti di nomina ho spesso notato che erano proprio i periti estimatori a far presente al giudice che si rendeva necessaria la certificazione energetica per la quale, se idonei, si candidavano essi stessi, ma il giudice nominava i tecnici certificatori pescandoli da un apposito elenco, rispettando totalmente un principio di rotazione e alternanza. Per quel che ho potuto notare, analoga imparzialità veniva seguita nella nomina dei periti estimatori. Sono stato testimone del corretto funzionamento del sistema pubblico in tema di consulenze professionali. Come sarebbe diverso il paese se andasse sempre cosi.
ciao
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.