Scia commerciale avvio attività

messaggio inserito mercoledì 8 agosto 2018 da Giova

[post n° 411570]

Scia commerciale avvio attività


Allora, dovrei fare un primo lavoro, una scia commerciale per l’avvio di un’attività, per la precisione una paninoteca.
Ho visto che la scia (di vicinato) dovrà compilarla interamente il titolare e indicare me come procuratore (dovrò firmare solo quello), in più, se non sono presenti, gli elaborati grafici e la relazione..
Le domande sono:
1) La ditta deve essere nominata per forza?(si dovrà solo fare un bancone in muratura e una tinteggiata, nulla di più)

2) oltre alla fine dei lavori si deve comunicare altro? Agibilità ecc?

3) compenso?
:
attento che confondi scia commerciale e scia edilizia e scia condizionata.
la scia comemrciale è quella che presenti quando sei effettivamente pronto a cominciare l'attività: dal minuto dopo aver protocollato puopi aprire al pubblico. ovviamente devi avere tutti i requisiti necessari e l'ente ha 60 giornid i tempo per cheidere integrazioni, conformazioni o emettere provvedimenti di divieto o sospensione.
la scia edilizia ti serve per determinate opere edilizie e va presentata prima di quella commerciale appunto perchè quella commerciale non è efficace finchè non puoi fisicamente iniziare l'attività.
la scia condizionata racchiude in sè le precedenti: siginifica che tu con un'unica richiesta attivi due o più procedimenti, con la specifica che l'attività non può cominciare fino a che tutte le autorizzazioni/procedimenti sono stati conlcusi.

nel tuo caso di paninoteca, la scia commerciale consta di più pun ti:
1) scia di artigianat alimentare
2) scia di vicinato per vendere bibite e altri prodotti non deriventi dall'attività artiginale
3) eventuale scia di somministrazione se è presente la macchina del caffè e/o tavolini con sedute abbinate.
attenzione che se sono presenti gli elementi che configurano la necessità di scia di somministrazione sei obbligato ad avere il bagno epr il pubblico, che non è richiesto nel caso di solo artigianato alimentare e vicinato.

altra cosa, non è vero che la scia la compila il cliente e tu firmi solo il modulo di procuratore: tu firmi il modulo di procuratore in quanto il cliente ti dà mandato di compilare e presentare la pratica al suo posto. se tu ti limiti a fare i disegni, non sei il procuratore ma solo il tecnico che fornisce un elaborato grafico.

queste informazioni te le do da tecnico che lavora al suap, ma ti conviene sentire direttamente l'ufficio tecnico del comune di riferimento perchè spesso la normativa nazionale viene disattesa nei singoli comuni e applicata a discrezione.
:
Grazie per la risposta! Nel frattempo ho sentito il comune e mi hanno detto che serve:
Scia vicinato
Notifica alimentare
Scheda anagrafica
Delega per l’invio
Elaborati grafici di fatto e di progetto
Relazione tecnica
Più gli oneri suap e asl

Io dovrò firmare e timbrare la relazione e gli elaborati grafici, compresa la delega per l’invio (e non per la firma). La pratica scia, così come la notifica alimentare, la dovrà firmare l’interessato, poiché fa una autocertificazione, giusto?

:
noi usiamo impresa in un giorno, per cui i documenti devono avere la doppia firma digitale: di chi apre l'attività e di chi materialmente invia la pratica. mi sembra strano che non ti facciano fare la scia di artigianato alimentare
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.