cambio destinazione d'uso nella stessa categoria.

messaggio inserito mercoledì 23 gennaio 2019 da oc

[post n° 417071]

cambio destinazione d'uso nella stessa categoria.

Salve, nel caso in cui ci fosse un cambio di destinazione d'uso nella stessa categoria, cioè da commerciale a commerciale artigianale (da vecchia tintoria a pasticceria con laboratorio), quali sono i costi della scia ?
:
verifica che per il comune la pasticceria intesa come laboratorio possa stare in c1 e non necessariamente in c3.
peraltro, non si fa la scia per il cambio d'uso ma bisogna fare a seconda di quanto previsto dalle nta del pgt un pdc oppure una semplcie comunicazione, e vedere se ha il passaggio in giunta o no. dopo il passaggio in comune favorevole si fa la variazione catastale e solo a quel punto si presenta la scia di inizio attività commerciale.
prima va comunque verificato cosa dice il regolamento comunale, perchè ci possono essere zone dove è vietato l'insediamento di nuove attività diverse da quella precedente come tipologia (es. vietato fare nuovo artigianato alimentare)
:
...in giunta?
:
arch_mb certo. dipende dalle nta. da noi per esempio in centro storico ci sono attività vietate se sono nuove o trasferimenti, ammesse solo epr subingresso. altre sono ammissibili solo con cambio di destinazione d'uso con passaggio in giunta. bisogna sempre verificare a livello locale cosa dicono le nta perchè ci possono essere regole restrittive per determinate zone del territorio
:
Creativo il tuo comune... :-)
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.