Chiusura porta comunicante, stesso sub

messaggio inserito giovedì 21 febbraio 2019 da marta

[post n° 418187]

Chiusura porta comunicante, stesso sub

Salve, avrei bisogno di un'informazione. Ho da poco ultimato i lavori di ristrutturazione di un immobile, con conseguente fusione di due unità comunicanti che risultavano con due sub differenti, avendo due ingressi differenti. Ora mi chiedo, potrei chiudere la porta che li rende comunicanti (sta proprio sulla rampa delle scale ed esteticamente è un pugno in un occhio), considerando che comunque questo vano non risulterebbe autonomo, in quanto dipendente dal resto della casa per quanto riguarda tutti gli impianti, compreso la cucina, così da creare una stanza con entrata a parte? Spero di essere stata chiara. Attendo delucidazioni. Grazie.
:
Non è molto chiara la questione del vano,,,,comunque non capisco...hai fatto dei lavori di ristrutturazione, hai catastalmente unito due subalterni in un unica abitazione ed ora perchè esteticamente "sono un pugno in un occhio" vorresti chiuderla? A meno che l'hai fatto per una questione di tasse...comunque la risposta non (negativa) non cambia,
:
Innanzitutto grazie per la risposta. Non è una questione legata alle tasse ma puramente "estetica". Provo a spiegarmi meglio, la casa ha due ingressi, di cui uno porta in questa stanza (è una camera da letto con un piccolo bagno) che di conseguenza è comunicante col resto della casa tramite la porta "scomoda". Poichè ho letto in internet che ci sono casi in cui è possibile mantenere lo stesso sub, chiudendo la porta comunicamente purché non risulti indipendente dal resto dell'immobile (cosa che qui non accadrebbe perché come ho detto prima si tratta di una camera da letto, dipendente dal resto della casa, stesso impianto termico, idrico, elettrico e di condizionamento) volevo solo sapere se il mio caso rientrasse tra questi casi.
:
Ho capito la questione. Premetto che non mi è mai capitato un caso del genere quindi non so darti una risposta certa. Mi viene da pensare però che il tuo ragionamento può sussistere solo se "esternamente" i due ingressi insistano su una corta esclusiva intestata all'unità immobiliare.
:
I due ingressi sono sul piano strada, uno accanto all'altro.
:
Ecco...secondo me quindi non si può fare...
Vediamo se c'è qualche collega che mi smentisce!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.