la mia casa oggi risulta abusiva

messaggio inserito giovedì 4 aprile 2019 da Alessandro

[post n° 420019]

la mia casa oggi risulta abusiva

Salve, vi chiedo cortesemente un aiuto..
Circa 2 anni fa ho ereditato una casa che è diventata la mia prima abitazione, ho presentato un progetto per rifare il tetto ed il comune mi contesta una porzione di casa nella parte retrostante. La casa era stata totalmente edificata da mio padre nel 1962 e purtroppo non mi trovo documentazione che attesti ciò, esistono le foto aeree del 1968 dove si vede poco e sfuocato quindi loro, basandosi su ciò, mi dicono che ci può essere un abuso edilizio in quanto la parte retrostante risulta la meno nitida e quindi poco visibile dalla stessa foto. Come posso agire per trovare prove che attestino la mia teoria,secondo la quale nonostante la poca visibilità si distingue nettamente il muro perimetrale dell'immobile in questione? Esiste una possibilità di fare esaminare la foto in questione per "migliorare" la nitidezza? o un eventuale altra soluzione affinché non mi chiedano una sanatoria dello stesso immobile?grazie per la vostra attenzione
:
Un edificio "ante '67" potrebbe benissimo essere privo di titolo edilizio ma risultare perfettamente legittimo.
Se non si riesce a trovare nulla nell'archivio comunale, potrebbe fare una ricerca in quello catastale ricordando però che i documenti del catasto non sono probatori nelle controversie inerenti la regolarità edilizia degli immobili.
:
Il catastale potrebbe avvalorare la sua tesi dell'immobile edificato ante 67, a patto che suo padre abbia fatto le cose per bene, accatastando alla fine dei lavori.
La ricerca può farla in digitale e se non trova nulla cercando direttamente in catasto la "busta" (avvalendosi di un professionista ovviamente).

Altra via è contattare l'IGM o società di aerofotogrammetria tipo la SARA NISTRI per vedere se hanno foto di sorvoli della zona di interesse ed in che anni.
Le foto vanno poi fatte periziare da un professionista perchè da sole non dimostrano nulla.

Qualora questi tentativi non sortiscano effetti non rimane margine di manovra o meglio c'è da fare l'accesso agli atti al sue del comune e all'ufficio condono per vedere se ci sono condoni ancora aperti ed eventualmente regolarizzare la situazione con quello strumento (a patto sia fattibile) pagando eventuali oneri ovviamente.

Detto questo in assenza di tutti questi strumenti, non sono convintissimo che un abuso di volumetria/superficie ad oggi sia sanabile, a meno di avere potere edificatorio residuo.

Si rivolga ad un tecnico.
:
direi di puntare sui "voli militari" e anche vedere se dal punto di vista costruttivo si vede bene che l'edificio e il retro nascono assieme. Tipo materiali analoghi e muri ammorsati bene che testimoniano la costruzione in un unico tempo e non una aggiunta posteriore in epoca imprecisata. Ma al catasto non c'è proprio nulla? è vero che in generale non è probatorio ma sommato ad altri "indizi" (foto militari e analisi costruttiva dell'edificio) può essere utile a sostenere la tua tesi. Ti devi fare seguire da un tecnico però.
:
Salve Franz purtroppo l accatastamento dell' immobile e stato fatto dopo una trentina d anni xò possiedo foto della parte in questione dove Si vede anche mia sorella bambina che si può datare al 1972 pertanto penso che posso al massimo sanare la questione se nn riesco a dimostrare che esisteva già dal 1962 cosa cdi qui ne sono certo anche perché il vicino edifico sopra una porzione del nostro muro già esistente. Ti ringrazio tanto per i tuoi suggerimenti vedrò di contattare le società x le foto aeree
:
Ciao puntero su voli militari xké purtroppo sembra che tutto giochi a mi sfavore la costruzione e stata eseguita non proprio tutto assieme perché un dei due solai e sovaposto .. boh ..
Grazie tanto
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.