scia x frazionamento al rustico

messaggio inserito domenica 21 aprile 2019 da Campanellino

[post n° 420670]

scia x frazionamento al rustico

Lavori per frazionamento e ridistribuzione interna di un immobile x ricavare appartamenti: é possibile presentare prima una scia per le opere strettamente legate alla separazione delle unita' e poi per la distribuzione interna presentare una cila per ogni unita' ottenuta? Il mio dubbio sarebbe dovuto al fatto che con la scia iniziale i lavori si chiuderebbero al rustico, quindi senza i requisiti igienico sanitari, impianti, ecc...é possibile? Come funziona in questi casi? Penso sia un po' lo stesso che succede quando un costruttore fraziona per poi vendere al rustico....
:
Se l'immobile ha già una destinazione residenziale, per il solo frazionamento potrebbe essere sufficiente una CILA se non sono previsti interventi strutturali o modifiche della volumetria.
Da verificare in Comune.
:
Si scusami mi sono sbagliata...per il frazionamento senza opere strutturali basta la CILA. Il mio dubbio però sussiste a prescindere dal tipo di titolo abilitativo: posso presentare un progetto di frazionamento dove le uniche opere previste sono i muri di separazione tra le varie unità? Dove in pratica lo stato finale di progetto sono delle unità al rustico senza nessuna distribuzione interna? Il resto dei lavori per arrivare ad avere delle abitazioni fatte e finite verrebbe realizzato in una seconda fase, presentando una CILA per ogni unità ottenuta...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.