titoli abilitativi e unità catastali

messaggio inserito lunedì 29 aprile 2019 da Campanellino

[post n° 420804]

titoli abilitativi e unità catastali

Una domanda un po' stupida ma non mi era mai capitato prima: l'immobile cui si riferisce un titolo abilitativo deve per forza identificarsi con l'unità CATASTALE? Fino ad ora non mi si era mai posto questo dubbio avendo sempre avuto a che fare con singoli appartamenti. Ora invece dovrei operare con una manutenzione straordinaria su UNA PARTE di un edificio che sarà ridistribuita per ricavare 2 appartamenti.
Il problema è che dal punto di vista catastale l'edificio attualmente è censito come un unico sub essendo categoria F2 (unità collabente): questo significa che nei disegni comunali dovrò rappresentare piante, prospetti e sezioni dell'intero edificio oppure posso indicare solo la parte oggetto di intervento?
:
L'importante è la preesistenza edilizia, come è accatastato è indifferente.
:
dovendo indicare lo stato di fatto e lo stato di progetto, nel primo io rappresenterei l'intero fabbricato.
:
E' vero, come è accatastato è indifferente...però nel titolo abilitativo vengono richieste una serie di cose per le quali è determinante individuare a cosa ci si sta riferendo. Ad esempio riguardo la regolarità urbanistica: se considero solo la parte di intervento dovrei dire che non risultano presentati titoli ablitativi, mentre considerando l'intero edificio c'è un'unità per la quale in passato è stata presentata una dia, quindi dovrei verificare la conformità ecc. ecc, anche se si tratta di un'ala che si trova da tutt'altra parte e su un altro piano rispetto alla parte interessata dal progetto. Tuttavia, sebbene un tempo fosse un'unità a sé stante, ora come dicevo l'edificio è tutto identificato con un unico sub. quindi non saprei come comportarmi...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.