variazione destinazione d'uso

messaggio inserito mercoledì 5 giugno 2019 da Luca

[post n° 422055]

variazione destinazione d'uso

Buongiorno a tutti,
a qualcuno è già capitato di dover procedere ad una richiesta di vambio di destinazione d'uso in regione Piemonte?
Ho un'abitazione esistente dotata di garage al piano terra. Il proprietario vuole ricavare degli spazi abitabili al posto del garage.
Non sono previsti lavori sulle murature esterne ad eccezione della trasformazione di un portone a semplice porta ingresso.
Sono invece previsti lavori all'interno del tipo rifacimento vespaio, creazione di ambienti etc
I nuovi locali saranno riscaldati grazie all'ampliamento dell'impianto già esistente.
Come si potrebbe configurare questo intervento ai sensi del DM Requisiti minimi? Qualcuno ha avuto la stessa esperienza?
Grazie a tutti coloro che risponderanno.
Luca
:
Devi innanzitutto verificare se gli strumenti urbanistici locali prevedono, nella zona in cui sorge l'immobile, questo tipo di intervento.
:
... nonché se esistono i requisiti igienico sanitari minimi
:
la risposta è affermativa.
Forse devo precisare che avrei bisogno di qualcuno che ha affrontato la questione in questa regione, cioè il Piemonte. Ciò in quanto inquadrare l'intervento non mi risulta del tutto agevole. Serve rispettare dei limiti imposti dalle leggi regionali per ciò che concerne la trasmittanza delle strutture opache? Il rispetto vale solo per il piano terra oggetto di intervento o per tutto l'edificio? Inoltre non so se in quest'occasione sono tenuto o meno ad installare fotovoltaico e solare termico. Questi sono i miei dubbi principali.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.