parere preventivo antincendio attività commerciale

messaggio inserito mercoledì 17 luglio 2019 da nikosky

nikosky : [post n° 423218]

parere preventivo antincendio attività commerciale

ciao a tutti sono iscritto negli elenchi del ministero da tanti anni ma non avevo avuto mai il piacere di presentare una pratica per un parere preventivo di un'attività commerciale.
il punto è questo, ho fatto l'elaborato grafico e la relazione seguendo la norma verticale ma da un confronto con un collega più esperto che fa questo di lavoro mi dice che non devo scendere troppo nel dettaglio, cioè io devo ipotizzare il numero delle vie di uscita, indicare i rilevatori di fumo e le manichette ma poi sarà necessaria una progettazione esecutiva. il cliente mi ha commissionato solo la pratica di parere favorevole ma sono un pò puntiglioso di mio e pensavo fosse necessario studiare bene anche la posizione dei rilevatori, verificare se le porte esistenti siano adeguate ai moduli necessari. Anche a voi risulta che il solo parere favorevole sia prettamente indicativo e deve poi seguire una progettazione esecutiva antincendio più dettagliata?
grazie a chi saprà rispondermi.
desnip :
Solo un pensiero (non sono competente della materia).
Se veramente fosse così, immagino che tutte le attività abbiano un parere favorevole e poi non facciano niente "materialmente" (l'esecutivo di cui parli). Sarebbe il tipico modo di fare all'italiana.
nikosky :
desnip che dirti, il tuo pensiero coincide con il mio....da qui mi è sorto il dubbio anche se prima di aprire un'attività deve essere depositata una SCIA Antincendio con tutte le dichiarazioni e verifiche del caso.

Il collega però mi dice: te devi mettere in atto tutto ciò che è necessario affinchè venga rilasciato il parere favorevole. Spetta poi alla fase progettuale esecutiva verificare che vengano inserite un adeguato numero di moduli per le uscite di emerganza già indicate nel numero da me nel parere preventivo cosi come il numero esatto e posizione dei rilevatori fumo o estintori o manichette.
Sono rimasto un pò perplesso tantè che stiamo verificando ciò che già c'è realmente al fine di "alleggerire" le fasi successive.

E' anche vero, come dicevo prima, che il parere preventivo si fa su nuove attività ma dopo i lavori ci sono altr fasi e pratriche da presentare, non ultima la SCIA prima di aprire dove un tecnico dovrà firmare e verificare che sia tutto corrispondente e funzionante.

Il parere preventivo consente di verificare se l'immobile possa rispondere ai requisiti della normativa e già da li si può capire se sarà necessario chiedere delle deroghe per alcuni punti.
InGeoAlessio :
@nikosky...te lo confermo...si ha prima il parere preventivo dei VVFF. per poi presentare la S.C.I.A. antincendio...sono molto scrupolosi...e a mio parere son rimaste queste pratiche a dare un po’ di soddisfazione a noi tecnici...ci sono i riferimenti normativi e vogliono che siano rispettati...poi ovviamente qualcosa può andare anche in deroga...per questo esiste il parere preventivo...
nikosky :
InGeoAlessio di questo iter sono certo, la mia domanda era se il parere preventivo poteva non essere accurato come un esecutivo per intenderci.
InGeoAlessio :
Ovvio che deve essere così...stiam parlando di un parere preventivo...le informazioni saranno precise ma basilari nell’esposizione grafica e nella relazione a corredo...poi nell’esecutivo, previo parere favorevole, entrerai più nel dettaglio...
nikosky :
Grazie.
InGeoAlessio :
...anche perché presentare un parere preventivo a mò di esecutivo...ergo pronto per l’approvazione...e poi magari sorgono prescrizioni da parte dei VVFF che ti obbligano a rifare gli elaborati grafici...capisci bene che non è molto piacevole...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.