Cappotto esterno

messaggio inserito domenica 8 settembre 2019 da Marcos

Marcos : [post n° 424348]

Cappotto esterno

Buongiorno, chiedo un consiglio, devo affrontare la ristrutturazione di una casa unifamiliare con piano seminterrato e piano rialzato, costruita nel 1980, che ha già tra le pareti perimetrali portanti, pannelli di fibra di vetro. Il cappotto esterno è superfluo in questo caso o un minimo di cappotto va fatto? Andare a fare un cappotto aggiuntivo a conti fatti costerebbe intorno ai €15000. Fare cappotto aggiuntivo che incidenza potrebbe avere sulla bolletta? Se si parla di 200, €300 l'anno a conti fatti con i €15000 risparmiati i proprietari dell'immobile pagherebbero la differenza per 50 anni (€15000/€300=50anni). Grazie.
paoletta :
Devi eseguire un'accurata analisi energetica dell'edificio, considerare le stratigrafie dei muri, della copertura,i ponti termici, la tipologia di combustibile utilizzato per il riscaldamento e del generatore di calore. Calcolare l'indice di prestazione energetica [kWh/m2] ante e post lavori, confrontarli e fare le valutazioni del caso.
desnip :
Sai a volte non è da considerare solo il risparmio economico, ma anche l'effettivo benessere termico. Se chi ci abita soffre il freddo in inverno e il caldo in estate e questa soluzione può contribuire a evitarlo, penso che la spesa possa valere la pena.
Marcos :
La casa è stata costruita e mai abitata quindi non so il reale comportamento. Il riscaldamento sarà a pavimento con pompa di calore. Verranno installati pannelli fotovoltaici (4,8÷6 kWp). I proprietari hanno espresso il desiderio di avere una casa sana, senza muffa e senza cappotti in materiali sintetici, dannosi per la salute e che non facciano respirare la casa.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.