assistenza al collaudo

messaggio inserito mercoledì 2 ottobre 2019 da Campanellino

Campanellino : [post n° 425104]

assistenza al collaudo

sapete spiegarmi cosa si intende esattamente per "assistenza al collaudo", mansione prevista tra quelle di architetto?
gioma :
E' uno dei compiti del DL in sede di collaudo.
Dopo la realizzazione dell’opera, quest'ultimo deve assistere la commissione di collaudo e fornire tutti i chiarimenti e le spiegazioni necessari, nonché trasmettere alla stessa la documentazione relativa all'esecuzione dei lavori.
Campanellino :
Ok chiarissimo. Però nei casi in cui è il progettista stesso a firmare il certificato di collaudo finale (e non una commissione) questa prestazione [voce i) della tabella B della tariffa] non ha senso di essere conteggiata, giusto?
ArchiFish :
Nutro seri dubbi sul fatto che la figura del collaudatore possa coincidere con quella del progettista. Anche perchè il progettista potrebbe avere da zero ad "n" anni di esperienza, mentre per essere collaudatore delle opere strutturali ne servono almeno dieci (se ben ricordo).
gioma :
Quando parlavo di collaudo mi riferivo al collaudo statico delle opere.
Il Certificato di Collaudo Finale, ossia il doc che si allega alla Fine Lavori per interventi soggetti a SCIA, è cosa ben diversa.
Campanellino :
non mi stavo riferendo ad opere strutturali! Intendevo il certificato di collaudo finale delle opere architettoniche, quello che si presenta con la fine lavori per certificare la corrispondenza con lo stato autorizzato. E mi chiedevo se in questo caso abbia senso conteggiare la voce "assistenza al collaudo"...
gioma :
No!
Come ho già detto, la voce di cui parli si riferisce al collaudo statico delle opere.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.