Sopralluogo ufficio territorio

messaggio inserito venerdì 18 ottobre 2019 da Moni

Moni : [post n° 425694]

Sopralluogo ufficio territorio

Ho bisogno una informazione cortesemente
A marzo 2019 mia figlia rogita un piccolo appartamento . Questa casa a luglio 2018 è stata oggetto di una sanatoria. L’altro giorno vengo a sapere dal vecchio proprietario che il geometra incaricato dell sanatoria, ha ricevuto una pec da parte dell’ufficio pubblico del territorio di Milano che a giorni verranno a fare un sopralluogo dell’appartamento. A noi non ha avvisato nessuno . Cosa devo fare? Avete mai sentito una cosa del genere ? Grazie mille Monica
paoletta :
si. vengono effettuati controlli a campione per le C.I.L.A. e S.C.A.
Nina :
Controlli a campione. Se è tutto in regola, se lo stato di fatto corrisponde a quanto presente in sanatoria, sua figlia può stare più che tranquilla.
Moni :
Grazie mille per le Vs risposte!!! La casa è conforme a quanto dichiarato ma nella lavanderia abbiamo messo dei sanitari e una doccia. Può essere oggetto di contestazione ? Inoltre il
Sottotetto anziché essere un unico locale abbiamo creato sulla superficie esistente un piccolo sgabuzzino con una porta !! Le metrature sono identiche però.., tutto ciò può crearmi problemi? Grazie ancora per i Vs suggerimenti
Nina :
Se la lavanderia non è più una lavanderia ma un secondo bagno, e se è stato realizzato un ripostiglio dove non c'era, la casa ovviamente non può definirsi conforme a quanto dichiarato, con tutte le conseguenze del caso. Conviene cercarvi un tecnico.
Moni :
Grazie Nina per le Sue risposte !! Cosa intende per cercarvi un tecnico? Grazie
acheloo :
Nel caso migliore, per le difformità, imporrano il ripristino dello stato dei luoghi a quanto depositato in comune con pagamento della multa relativa
ArchiFish :
A me l'italiano medio, mi fa morire (non so se dal ridere o o di ulcera). "La casa è conforme, ma abbiamo fatto questo, costruito quello, ecc, ecc...". Credo che in 10 anni di lavoro autonomo, non mi sia mai capito un bene immobiliare urbanisticamente e/o catastalmente al 100% regolare. Sia per colpa dei proprietari succedutisi che di tecnici incompetenti o compiacenti. Ma che volete che sia una tettoia abusiva, una stanza in più o in meno, una porta al posto di una finestra?
Siamo un popolo di intolleranti alle regole. Ormai è una mutazione genetica.
Perdonatemi, nessuna polemica, ma i controlli "a campione" mi fanno godere. Ce li meritiamo e ce ne meriteremmo 100 volte di più. Forse in un modo o nell'altro finiremmo per venire educati o, quantomeno, repressi.
Moni :
Beato lei che è un italiano superiore e non nella media!!! Purtroppo al mondo ci sono anche persone ignoranti in materia che si lasciano mal consigliare da professionisti nel mestiere...purtroppo non tutti siamo saccenti come lei!!!! Spero nella vita riesca a non sbagliare mai!!! Grazie dei preziosi consigli dall’alto del suo sapere
Red :
Buongiorno sig.ra Monica,
mi scusi, ma non sono d'accordo con ciò che scrive. Capisco il fastidio per l'ironia poco elegante di ArchFish, ma purtroppo il collega ha ragione. Non si tratta di superiorità o ignoranza, anch'io se ho un problema legale mi rivolgo ad un avvocato, o se ho un acciacco fisico vado dal medico. Suppongo però che Lei un professionista non l'abbia visto neanche col binocolo quando ha deciso di realizzare le opere che ha sopra descritto ed ora che è sorto il problema ne avrà bisogno. Ci vuole un po' di sana onestà intellettuale a riconoscere quando si è nel torto e portarne le conseguenze.
Moni :
Il collega ha perfettamente ragione e io ammetto tutti i miei torti. Sinceramente mi hanno infastidito i toni di superiorità intellettuale . Un professionista ammesso che lo sia stato che ci ha seguito nei lavori quando ho comprato quella casa mi ha informato che non c’era differenza tra un bagno e una lavanderia a livello catastale e che una cabina armadio in cartongesso (ripostiglio) la potevo realizzare . perché non aumentavo i mq. Dell’appartamento. Quindi io sono disposta ad assumermi tutte le responsabili del caso come è giusto che sia!, anche se sono stata male informata dal geometra . Aprendo questo forum la
Mia intenzione era solo quella di ricevere ulteriori pareri da esperti nel settore e non di ricevere sentenze ! Concludendo ringrazio tutti voi per il tempo che mi avete dedico, anche se purtroppo non ho ricevuto le risposte di cui necessitavo ma solo una sentenza di colpevolelezza . Avrei gradito solo spiegazioni legali in materie di catasto, visto che, ripeto, sono completamente ignorante in materia e colui che mi ha indicato nella realizzazione delle opere , a quanto pare, lo era più di me.
Red :
Sig.ra Monica, solo ora ci svela che era stata seguita da qualcuno, perciò la mia supposizione era sbagliata. Purtroppo su un forum è molto difficile dare dei pareri senza avere le carte sotto gli occhi, le nostre opinioni si possono basare esclusivamente dalle informazioni che ci da e da queste traspare che le opere che ha realizzato non poteva farle. Perciò le rinnovo l'invito di rivolgersi ad un tecnico di sua fiducia che senz'altro potrà aiutarla e valutare il modo migliore con cui procedere.
paoletta :
Signora ho come l'impressione che la persona che le ha consigliato di fare ripostiglio e trasformare una lavanderia in bagno sia il muratore/idraulico/pittore tuttofare. Non ci credo che lei abbia interpellato un Architetto o un Geometra o un Ingegnere.
Sapesse quanti clienti mi capitano davanti con la frase "ma il muratore mi aveva detto che si poteva fare..."
Nina :
Mi faccia capire, i lavori sono stati seguiti da un geometra che praticamente le ha consigliato di commettere degli abusi nell'appartamento di proprietà?
Moni :
È il geometra che ha redatto i documenti per rendere il sottotetto agibile!!! Il quale sostiene che nella lavanderia era possibile inserire dei sanitari e che il piccolo spazio a fianco (stiamo parlando di circa 1,30 x 3 , era possibile chiuderlo con una porta in quanto troppo piccolo per essere classificato vano.(questo è tutto quello che ho da raccontare) Cosa volete che vi dica .... le persone come me si fidano degli esperti , non pensavo alla necessità di consultare più persone sinceramente . L’apertura del mio forum era proprio per vere delle certezze o delle smentite visto che qualcuno mi ha fatto venire il dubbio. Ma purtroppo ho trovato solo delle denunce e nessuna chiarezza.
acheloo :
Il geometra che l'ha seguita afferma una cosa sostanzialmente corretta, ovvero che a livello CATASTALE non vi sono grosse differenze tra una lavanderia ed un bagno, come la presenza di un vano di metratura trascurabile nel sottotetto, in quanto la loro presenza non contribuisce in modo significativo alla variazione della rendita catastale dell'appartamento. Si dovrebbe invece verificare SEMPRE la corrispondenza tra ciò che è stato depositato al comune e quanto realizzato. In caso di difformità infatti, la differenza è significativa e si è di fronte ad un illecito edilizio con le conseguenze del caso, a meno che nel regolamento edilizio del suo comune sia presente una norma che permetta di mettere sanitari e doccia nella lavanderia e poter realizzare piccoli vani in difformità a quanto depositato, cosa del quale sinceramente dubito. Ora quindi sarebbe da capire, a mio parere, se il professionista sia stato consapevole o meno riguardo le possibili conseguenze di ciò che le ha consigliato.
Moni :
grazie Infinite Sig. Acheleo per avermi aiutato a capire .
kia :
L'"Ufficio pubblico del territorio" mi suona Agenzia delle Entrate. Fanno i controlli per alzare la rendita. Non c'entra nulla con il Comune, la conformità edilizia, ecc.ecc. E' questione di tasse. Capitato anche ad un mio cliente a cui avevo fatto un docfa.
Moni :
Gent.ma Kia quindi mi sta dicendo che secondo lei controllano solo i mq. Del sottotetto oggetto di sanatoria 2018??? Il piccolo locale ricavato con il cartongesso per fare una cabina armadio ...o ripostiglio...o sgabuzzino che dir si voglia non sarà un problema?? Grazie per l’attenzione e una buona giornata
kia :
Moni scusami ma di chi la invia questa missiva comunicando che verrà fatto un controllo? il comune o l'agenzia delle entrate (ufficio del territorio)? altrimenti si sta discutendo sul nulla. Ad ogni modo su queste comunicazioni è indicato un numero di telefono e il responsabile del procedimento da contattare in caso di domande o anche semplicemente per spostare il giorno dell'appuntamento perchè magari si è via per X motivi.
Moni :
Buonasera kia ufficio del territorio.
kia :
e allora è agenzia delle entrate. Il comune non c'entra nulla. Di solito lasciano un recapito in caso di necessità di info. Chiama e fatti spiegare il motivo del controllo se dalla lettera non lo capisci o hai dubbi. E' l'unica cosa da fare. Qua su un forum ti fai solo confusione.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.