Istruttore direttivo tecnico e funzionario direttivo tecnico

messaggio inserito giovedì 9 gennaio 2020 da ArchiL

ArchiL : [post n° 428073]

Istruttore direttivo tecnico e funzionario direttivo tecnico

Buongiorno, volevo chiedere se qualcuno può illustrarmi quali sono, se esistono, le differenze tra la figura di istruttore direttivo tecnico e funzionario direttivo tecnico relativamente ai concorsi pubblici, considerando che non vi è differenza di posizione economica in quanto entrambi sono di categoria D1. Volevo quindi capire se c'è una vera differenza o si possono considerare sinonimi e quindi le funzioni da svolgere sono le medesime. Grazie.
ArchiFra :
non sono entrambi d1, ti sbagli. funzionario direttivo parte da d3 e inoltre il funzionario ha la responsabilità di un ufficio o di un servizio. se sei solo d3 senza PO (posizione organizzativa) lo stipendio è poco più alto di un d1, se invece hai anche la PO allora hai un''indennità aggiuntiva mensile intorno a 400 euro, dipende se l'ente ti riconosce l'indennità massima o minima, ma ovviamente hai una serie di responsabilità anche legali rispetto a quello che fanno i tuoi sottoposti: se loro sbagliano ne rispondi tu
ArchiL :
Grazie per la risposta, sì ho scritto che hanno stessa posizione economica perché sto valutando un concorso di funzionario (fin'ora ho sempre fatto solo quelli di istruttore direttivo) e nel bando dice che il trattamento economico è D1 e non D3, ma probabilmente è perché all'inizio parte da lì (anche se in teoria dovrebbe già partire allora da D3)
ArchiFra :
è la disposizione ARAN per cui si deve partire da D1 come inquadramento economico, anche se quello giuridico è D3
ArchiL :
Ok grazie mille!
Il Marsicano :
Da quello che so io (e che mi è parso di capire) le due definizioni si riferiscono al vecchio CCNL. Con il nuovo contratto (nuovo si fa per dire che parliamo del 2018) è stata eliminata la categoria concorsuale del Funzionario D3 e l'accesso alla PA è a partire dal D1 (economico) pur lasciando invariati i titoli. Nella pratica, al di la di differenze economiche poco marcate, le funzioni dipendono molto dall'ente. Qui da me un D1 e un D3 fanno quasi le stesse cose, la differenza la fa una eventuale PO o AP. In altre mie esperienze precedenti ho fatto da Responsabile del Procedimento pur essendo un C1...
Una cosa ancora non mi è chiara: avendo eliminato il profilo concorsuale D3, io nasco e morirò da D1 (a meno degli scorrimenti orizzontali) o mi si darà la possibilità di acquisire il titolo da Funzionario!?
arko :
Quoto Marsicano.
C'è molta confusione in realtà. La differenza D1/D3 è sempre stata solo economica. All'attualità non esiste altra posizione giuridica se non quella contrassegnata con la lettera D, e si entra in P.A. solo con posizione economica D1, ma ancora adesso si bandiscono concorsi con posizione economica D1, facendo differenza tra istruttore e funzionario. Riguardo le responsabilità, di fatto anche un istruttore può avere P.O., le differenze non sono affatto sostanziali.
Detto questo, io sono in PA da agosto come istruttore direttivo, pur avendo sostenuto un esame per un concorso come funzionario D3. Questo perchè, come detto, dal 2018 non si può più accedere in PA se non partendo dalla posizione economica più bassa, ma, vada per la questione economica, non è ben chiaro perché mi hanno cambiato profilo giuridico.
Per i profili amministrativi, ad esempio, c'erano sia istruttori che funzionari, ma la differenza era solo nella richiesta di abilitazione. Di fatto con questi ingressi, pur rimanendo tale differenza, i due profili sono stati equiparati al rango di istruttore.
Ripeto, nella pratica comune non cambia nulla, ma è comunque una forzatura, dovuta probabilmente ad una confusione diffusa sulla questione.
Faremo ricorso.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.