Serve la CILA?

messaggio inserito sabato 11 gennaio 2020 da Ily

Ily : [post n° 428116]

Serve la CILA?

Salve un possibile cliente mi chiede se serve la CILA per le seguenti opere:
1) modifica del bagno con sostituzione della vasca con doccia
2) apertura di una finestra in un tramezzo?

Grazie.
Mik :
Per il punto 1 direi che rientra in manutenzione ordinaria quindi edilizia libera. Per il secondo punto, apertura di una finestra in un tramezzo inteso interno all'abitazione? la domanda in quanto se è verso esterno e magari c'è vincolo paesaggistico è un altro conto....Ipotizzando quindi interno all'abitazione si serve una semplice cila con aggiornamento catastale...
paoletta :
Premesso che i tramezzi sono per loro natura murature interne, altrimenti sarebbero tamponature (Mik)
Io non farei nessuna cila ne' tantomeno variazione catastale.
Ily :
Non intendo fare opere abusive. Al cliente la CILA servirebbe per chiedere il bonus mobili. Chiedevo se serve a norma di legge. A mio parere la risposta è si, in quanto modifica muraria...
ArchiFish :
@paoletta
faresti un abuso...
paoletta :
un'apertura in un tramezzo che lascia immutati i vani interessati e che non cambia rendita e classamento dell'abitazione? abuso?!?
ArchiFish :
A mio modesto avviso c'è poco da interpretare.
Serve una CILA? Sì. Perchè si attuano opere edilizie non realizzabili "in economia", perchè serve un tecnico che asseveri l'irrilevanza ai fini sismici dell'intervento e la rispondenza alle norme igienico sanitarie, perchè c'è una variazione delle partizioni interne e quindi una tavoletta di progetto con SDF, SDP e demolizioni/ricostruzioni, è quantomeno doverosa (e lasciamo perdere il discorso sicurezza, perchè se dovesse intervenire, oltre all'impresa edile, anche un elettricista per spostare una presa oppure il classico imbianchino, servirebbero pure coordinatore e PSC).
Serve aggiornare le planimetrie catastali? Nì. Ovvero, un professionista serio lo farebbe, perchè serve coerenza tra aspetti urbanistici e catastali.
paoletta :
Io avevo capito che deve realizzare una apertura in un tramezzo, per esempio fra cucina e zona pranzo come passa-vivande.
Invece voi vorreste spostare un intero tramezzo. Ok
ArchiFish :
Nessuno, credo, ha parlato di spostare tramezzi. Resto dell'idea che si debba procedere con CILA e nuovo accatastamento anche nel caso di realizzazione di apertura (si parlava di "finestra") in parete divisoria non portante per le ragioni sopra esposte.
kia :
C'è da fare una precisazione.La modifica non avrebbe rilevanza per il catasto, nel senso che all'Ade non può fregar di meno di avere una finestra tipo passa-vivande rappresentata in planimetria. Provate a pensarci (rivolto a chi si occupa di Docfa), non cambia assolutamente nulla ai fini della rendita o del numero dei vani catastali
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.