DEROGA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE

messaggio inserito giovedì 10 settembre 2020 da AP

[post n° 436559]

DEROGA SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE

Buonasera, devo redigere una cila in sanatoria (lombardia) per minimi interventi di opere interne in un un'unità immobiliare che è già stata oggetto di un condono nel 1986 per la formazione di un bagno. L'edificio è molto vecchio (ante 67) e presenta barriere architettoniche importanti: porta di primo ingresso L=cm70, modificabile ma solo intervenendo sulle parti comuni (murature) e quota pavimento maggiore di 15 cm, rispetto al pianerottolo di ingresso. Questa differenza di quota potrebbe risalire alla costruzione originaria o, probabilmente, è stata realizzata per permettere la formazione del bagno ma non risulta elencata specificatamente fra le opere oggetto di condono (in pianta è genericamente perimetrata la sagoma del bagno). Chiaramente non posso far rientrare l'eliminazione di questa barriera fra gli interventi atti a garantire l'adattabilità, anche perchè non so se sia possibile tecnicamente ribassare la quota di pavimento. Secondo voi potrei chiedere una deroga che mi permetta di sanare il tavolato costruito abusivamente? grazie a chi risponderà
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.