Superbonus - dichiarazione miglioramento energetico

messaggio inserito giovedì 1 ottobre 2020 da Fede

[post n° 437644]

Superbonus - dichiarazione miglioramento energetico

Buongiorno,
uno studio termotecnico ha fatto un preventivo al mio condominio per un progetto preliminare, ed eventuale progettazione esecutiva e asseverazione, per efficientamento energetico e accesso al superbonus.
Nel preventivo, nella descrizione della prestazione relativa al progetto preliminare, si legge: relazione tecnica energetica sull'edificio e "dichiarazione di miglioramento energetico di almeno due classi". Poiché l'APE ante e post opera sarà - eventualmente- fatta nella seconda fase, mi chiedo su che basi il tecnico può fare tale dichiarazione? E una dichiarazione del genere che obblighi comporta poi nei nostri confronti?
Un'altra domanda, essendo anche io un tecnico, che voi sappiate, posso occuparmi del condominio in cui sono proprietario di uno degli appartamenti, o essendoci di mezzo l'APE si va in conflitto di interessi?
Grazie in anticipo
:
Il conflitto di interessi nasce nel momento in cui redigi l'Attestato di Prestazione Energetica che vai a caricare nel catasto energetico regionale.
Il procedimento di calcolo della prestazione energetica che deve provare il salto di due classi e' lo stesso per la redazione dell'APE. Il legislatore ha chiamato questi due documenti (ante e post intervento) nello stesso modo con cui da anni identifichiamo la prestazione energetica degli edifici, ma ha creato tanta confusione.
Quindi, tu se sei tecnico puoi eseguire il calcolo ante e post (ma lo devi saper fare, scusa eh...).
Poi alla fine dei lavori sara' obbligatorio redigere l'APE, ebbene questo lo fara' un tecnico che non ha partecipato alla direzione lavori, alla progettazione e che non sia parente fino al IV grado.
:
Grazie per la risposta Paoletta.
Quindi se ho capito bene posso partecipare alla progettazione e all'asseverazione ante e post opera, ma non all'APE che sarà da redigere a fine lavori. Forse faccio una domanda sciocca, ma quest'ultima non sarà di fatto "l'APE post opera"?
Io in passato ho fatto degli APE ma per singoli appartamenti senza grosse complessità, quindi in caso mi appoggerei ad uno studio termotecnico.
:
esattamente quanto detto da @paoletta: l'ape ante e post operam per la Verifica del salto di classe è definita convenzionale (io ho ribattezzato la procedura "strumentale") e non rappresenta una Certificazione tout court: si applica infatti all'edificio. Mentre l'APE di Fine Lavori viene redatta, seguendo il criterio di terzietà, per ogni singola unità.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.