SCIA e lavori non ultimati

messaggio inserito venerdì 11 dicembre 2020 da archik

[post n° 440457]

SCIA e lavori non ultimati

Buongiorno a tutti.
Il mio cliente decide di non ultimare i lavori di ristrutturazione per motivi personali famigliari. Ci comunica a voce tale decisione, dicendo che verranno ripesi in mano da una terza persona in un futuro, con una sua impresa e tecnico di fiducia. Ora, cosa devo comunicare al comune? Nel mentre il comune mi aveva chiesto un'integrazione, non ancora presentata, come mi comporto? Lascio che se ne occupi il tecnico che subentrerà? Tale integrazione era subordinata ai lavori che non sono stati ancora terminati..
:
il committente deve sollevarti formalmente dall'incarico con pec o raccomandata e pagarti non solo quanto fatto finora ma anche la penale per incarico parziale secondo quanto previsto dal discplinare di incarico scritto (vero che lo hai fatto, visto che è obbligatorio e una forma di tutela?). tu dovrai comunicare al comune, con copia della revoca dell'incarico, che non sei più il tecnico.
tu non fare il fesso e non regalare nulla. sei un professionista, non un ente benefico
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.