Chiusura lavori, agibilità e certificazioni ante 2004

messaggio inserito sabato 13 febbraio 2021 da Desifor

Desifor : [post n° 443018]

Chiusura lavori, agibilità e certificazioni ante 2004

Ciao a tutti. Una conoscente deve vendere la sua abitazione, oggetto di lavori di ristrutturazione chiusi tra il 2003 e il 2004. Non si trova la chiusura lavori né la richiesta di agibilità. Sono presenti tutte le dichiarazioni di conformità degli impianti alle leggi vigenti all'epoca della realizzazione(2003). In caso non si trovasse la chiusura lavori con una visura in comune, le dichiarazioni di conformità degli impianti sarebbero ancora valide oppure si rischia di dover adeguare gli impianti alla normativa attuale e poi chiudere i lavori? Grazie
archspf :
Non si confonda la normativa di settore (impianti) con quella urbanistica: paradossalmente si potrebbero avere impianti conformi ma eseguiti "abusivamente".
Il problema che si pone è prettamente di carattere autorizzativo: intanto dovrebbe chiarire quale titolo non abbia "originato" la fine lavori ufficiale e in ogni caso verificare insieme al tecnico comunale modalità ed eventuali sanzioni ([post n° 425932] ) per la presentazione "postuma" (dichiarazione della data di conclusione dei lavori, che deve necessariamente essere antecedente la data di decadenza dell'efficacia del titolo).
Desifor :
Innanzitutto grazie per i chiarimenti. I lavori sono stati autorizzati ante dlgs380/01, stiamo verificando se con concessione ex l. 10/77 o autorizzazione ex l.457/78, ma cambia poco: i lavori dovevano essere chiusi entro tre anni dall'avvio degli stessi. Non sappiamo se sono stati chiusi (abbiamo richiesto visura in comune). Siamo però certi che gli impianti erano stati rifatti ex novo e avevano tutte le certificazioni e le dichiarazioni di conformità previste nel 2003 (non sono un tecnico, ma 46/90 e legge 10 immagino). Il dubbio nasce da questo: se i lavori assentiti nel 2000 non risultano ad oggi chiusi, gli impianti vengono considerati realizzati ante 2004 oppure nel 2021? Nel secondo caso, devono rispondere alla normativa attualmente vigente o valgono le certificazioni e le dichiarazioni di conformità del 2003? Se ho ben compreso la sua spiegazione, valgono comunque le dichiarazioni di conformità del 2003, per cui gli impianti risultano a norma. E' corretto? Grazie infinite.
archspf :
Esatto: per gli impianti valgono le date di collaudo/certificazione. In ogni caso la data di fine lavori non sarà mai quella attuale, pena l'automatica decadenza dell'efficacia del titolo, bensì una dichiarazione postuma di interventi conclusi in data anteriore la scadenza del termine.
Desifor :
Grazie ancora!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.