Preventivo sanatoria

messaggio inserito domenica 28 marzo 2021 da pippoveneto2

pippoveneto2 : [post n° 444926]

Preventivo sanatoria

Salve,
ho ricevuto recentemente un preventivo da un geometra riguardante la sanatoria di una mansarda di 80 mq (che da progetto risulta soffitta) e un cucinino non a progetto (circa 12 mq) all'interno di una villetta del polesine.
Per il tutto, mi è stato prospettata una spesa di 10.000-11.000 euro comprensivi di:
5000 euro per il comune
6000 euro per parcella geometra, certificazione idraulica ed elettrica e aggiornamento catastale

Non è stato specificato a quanto ammonta la parcella del geometra singolarmente.

Sono rimasto un pò basito per il prezzo, e volevo chiedere se il preventivo è buono o meno a persone più esperte di me.
d.n.a. :
il costo della prestazione va parametrizzato su varie valutazioni, evidentemente il tecnico da lei contattato ha fatto le valutazioni del caso. Si rivolga ad altro tecnico per un preventivo di raffronto.
la parcella del geometra sono 6000, lo ha scritto lei, poco cambia se le singole prestazioni sono prezzate a 10 o a 20, è il complessivo che importa.

PS. questo che sto per dire probabilmente le risulterà offensivo, ma sa com'è, è abitudine nel nostro Paese, prima fare i lavori, o farli come uno crede, tanto "casa mia faccio quello che voglio" salvo poi mettere in regola dopo, quindi è giusto pagare, e aggiungo, le sanzioni sono generalmente troppo poche secondo me. E' giusto pagare perchè altrimenti quei poveri stolti che fanno le cose in regola, non avranno mai la soddisfazione di avere fatto come legge impone.
pippoveneto2 :
Per prima cosa la ringrazio della risposta.
Poi la rassicuro che non mi offendo, sono del suo stesso parere anche se mi sento un pò scottato stavolta (e tra i denti dico che certe cose sono giuste solo quando sono applicate a tutti e sempre).
In ogni caso, non discuto sull'importo da versare al comune. Mi riferivo più che altro ai 6.000 omnicomprensivi, Leggendo qua e là online mi sembrava caro.
archspf :
Date le responsabilità dietro una pratica di sanatoria (molto probabilmente sarà in art. 36), e date anche le premesse, non potendo avere altro riscontro se non basarsi sulle sue indicazioni, la cifra prospettata potrebbe essere tanto cara quanto adeguata alla complessità del caso di specie.

Non è possibile fare confronti dal momento che ogni situazione, per quanto possa sembrare simile, comporta adempimenti, e procedure spesso molto diversi, dipendenti dalla specificità del caso da trattare: in ordine generale una sanatoria in accertamento di conformità (tralasciamo le CILA in sanatoria che riguardano interventi minori), si aggira intorno alle 2.500-3.000€ per "semplici" modifiche di prospetto.

Tuttavia il caso descritto appare assai più complesso (cambio d'uso) dell'esempio richiamato, pertanto il collega avrà avuto le proprie ragioni per richiedere un compenso che appare esoso ma magari è proporzionato.

Inoltre senza conoscere il dettaglio della parcella è impossibile ipotizzare le prestazioni, per quanto alcune tipiche, sulla base delle quali è stata sviluppata.

Ribadisco il suggerimento del collega, che mi precede di interpellare altri tecnici e far valutare il caso.
davide :
Quoto in tutto i colleghi che mi hanno preceduto. Ed aggiungo. E' impossibile attraverso un forum fare una valutazione corretta. Si dovrebbe fare un sopralluogo, fare un'accesso agli atti e fare una verifica con la normativa contenuta nel pgt. Solo dopo sarà possibile dare un prezzo. Tuttavia una costo professionale sarebbe ancora aleatorio visto che non esistono più i tariffari. Ogni professionista è libero di fare il prezzo che ritiene congruo. Se vuole spendere meno, può chiedere altri preventivi, ma faccia attenzione alla professionalità. Spesso che spara al ribasso, non farà il lavoro come si deve.
Fra :
Buonasera archspf, so che è un utente molto attivo e qualificato. Mi inserisco nella discussione per avere un piccolo chiarimento in merito all'art. 36. Ho inserito una domanda giorni fa senza nessuna risposta ne approfitto qui...A Roma nei municipi fanno presentare scia alternativa in sanatoria. Indicano quella come procedura corretta. Ovviamente presentata ai sensi dell'art. 36. Le è mai capitato? Come ha scelto di proseguire?
Ringrazio anticipatamente per l'eventuale aiuto.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.