Bagno disabili locale commerciale Firenze - Misure minime

messaggio inserito lunedì 24 maggio 2021 da Sbat

Sbat : [post n° 447340]

Bagno disabili locale commerciale Firenze - Misure minime

Un cordiale buongiorno a tutti,
Ho rilevato un locale commerciale a Firenze e col passaggio di licenza (ristorativa) va messo a norma con l'aggiunta di un bagno per disabili.

Ogni tecnico che è venuto (geometri, architetti, ingegneri, etc) hanno sostenuto cose diverse in merito alle dimensioni minime di bagno ed antibagno.

Vi chiedo dunque, un progetto come questo 140*180 è ancora a norma?
https://arkproject.it/cms/wp-content/uploads/2019/04/schemi-bagni-di…
Oppure il bagno va largo almeno 150 o altri dicono anche 180?
gioma :
In questo caso i rif. norm. sono il D.M. 236/89 ed i reg. locali.
Sbat :
Grazie della normativa. Ma non hai risposto specificatamente alle mie domande
desnip :
La risposta è che devi andarti a vedere quella normativa e avrai le risposte. :-)
Gioma non può studiare al posto tuo.
Sbat :
Nessuno gli ha chiesto di farlo.
Quali normative (perché non c'è solo quella da prendere in esame!) le so già.
Ma dato che qui non si è solo tecnici, ma anche profani che sentono cose diverse proprio dai tecnici, si scrive in questo forum proprio per avere chiarimenti e non per essere rimandati banalmente alle normative.
ivana :
In realtà questo è un forum di tecnici per tecnici. E rispondiamo anche ai non tecnici per gentilezza d'animo. Proprio perchè siamo su un forum è impossibile dare risposte precise perchè problemi e soluzioni devono essere contestualizzati. Scelga la/il professionista che le da più fiducia e affidi a lei/ lui i suoi quesiti.
Sbat :
La mia domanda è molto semplice. Quel progetto 140*180 è ancora pienamente rispondente alla normative vigenti o no?
isottie :
Salve,
considerando solo la normativa, io direi che lo schema che ha allegato è accettabile. Infatti la norma dice che a) il wc deve essere ad almeno 40 cm dalla parete laterale -misurati dall'asse del wc- e b) lo spazio per l'accostamento e il trasferimento sedia-wc deve essere min 100 cm, sempre dall'asse del wc.
Poi ci sono le considerazioni più ampie che un progettista dovrebbe fare, ovvero qualità dello spazio che si va a creare e la facilità di accesso per l'utente: forse 140 cm di larghezza sono un po' risicati per l'utilizzo in sedia a rotelle? Ma queste sono valutazioni progettuali che potrà fare solo lei assieme al suo tecnico :)
ivana :
poi ci sono anche le normative regionali che possono prevedere spazi di manovra ulteriori
Sbat :
Isottie sei stata molto cordiale. Grazie
accademiablu :
Occorre guardare la L.R. 41/2009 che non detta superfici minime ma dimensiona i singoli spazi (es lo spazio necessario all’accostamento frontale della sedia a ruote al
lavabo rispetta il minimo di 80 centimetri misurati dal bordo anteriore del
lavabo... ) quindi occorre incaricare un professionista che rediga un progetto che rispetti tutti i singoli parametri. In ogni caso la legge indica che lo spazio interno al servizio igienico, libero per permettere la rotazione della sedia a ruote deve essere almeno 1.40 x 1.50 m quindi lo schema che hai allegato non va comunque bene.
Sbat :
Accademiablu, cosa si intende per "libero"? Codesta rotazione è obbligatoria o uno può uscire a retro i facendo manovra appunto distanziando i due servizi (cioè allontanando wc dal lavabo e quindi aumentando non la larghezza del bagno, che rimarrebbe a 140, ma la lunghezza).
Fammi capire
Grazie
accademiablu :
Salve, la normativa toscana prevede che la rotazione avvenga all'interno del bagno, quindi lo spazio libero deve permettere la rotazione stessa. Si intende quindi uno spazio a terra ed in lato libero da ingombri. Occorre redigere un progetto specifico per la singola unità immobiliare, perchè la normativa prevede questa ed altre indicazioni di dettaglio.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.