Terrazzo e volume

messaggio inserito martedì 31 agosto 2021 da desnip

desnip : [post n° 450335]

Terrazzo e volume

Terrazzo delimitato da un lato da muro di unità immobiliare e su altri due lati da muri alti 1,80 m. Si tratta quindi di terrazzo delimitato su 3 lati.
Una tettoia comporterebbe la formazione di volume oppure il principio si applica solo se i muri sono di una certa altezza?
davide :
devi leggere le NTA del PGT, in particolare nel capitolo delle definizioni e poi vedere cosa puoi fare nella zona in cui insiste il fabbricato
desnip :
Già fatto. La mia era una domanda di carattere generale: dei muri di 1,80 possono considerarsi "chiusura" a tutti gli effetti?
davide :
direi di si ... faccio fatica a comprendere ... un volume è delimitato da muri, se hai i muri, hai un volume ...
ArchiFish :
Se i muretti sono dei divisori per delimitare il proprio balcone/terrazzo da quello del vicino (quindi alla stregua di barriere per la privacy che, sovente, sono in metallo o vetro) francamente li considererei secondo comodo. E' ora di smetterla di complicarci una vita (professionale) fin già troppo complessa. Ti serve che siano muri, ebbene, nulla da ridire, essendo in muratura. Ti serve che non siano muri, ebbene, non li sono, sono semplici divisori che delimitano 2 proprietà.
Puntualizzo che la mia non è una risposta superficiale, ma una riflessione che si basa sulla certezza consolidata che, tanto gli U.T. comunali, quanto i colleghi "concorrenti", non si pongono molti dei problemi che siamo soliti crearci per eccesso di zelo. Diciamo che l'eccesso di zelo ce lo metto per questioni che possono ledere me o il committente in maniera seria.
desnip :
Proprio così, ArchiFish. Sono dei semplici parapetti che, anzichè essere 1 m, sono più alti per impedire la veduta su proprietà vicine.
davide :
certo, ma se ci mettiamo una tettoia si vengono a creare delle condizioni che potrebbero certamente compromettere l'unità immobiliare dal punto di vista normativo. Ribadisco: le definizioni contenute nelle NTA del PGT, ti possono dare tutte le risposte del caso.
L'eccesso di zelo è utile perché poi sarà il cliente ad avere problemi se la tettoia comporta adempimenti specifici, ergo: non hai valutato bene il problema e non hai reso al cliente il servizio per il quale ti ha incaricato, mettendolo nei casini.... ma sapete quante situazioni di questo tipo stiamo sanando (o demolendo) per accedere al bonus 110?
Lavorate senza scappatoie
ArchiFish :
@davide
Mi sembra che tu non abbia colto il senso del mio intervento e nemmeno la serietà professionale di desnip.
Nel caso di desnip, non siamo di fronte ad una principiante che chiede come procedere (o vuol sapere se la tettoia si può fare, come e con quali conseguenze), ma ad una professionista che, avendo già fatto tutte le verifiche del caso, chiede un confronto a colleghi su sfumature interpretative.
Nel mio caso, credimi, che solo io so quanto zelo metto in ogni singolo incarico (al punto di perderne più di uno, anche in corso). Se rileggi bene il mio intervento, troverai la frase "l'eccesso di zelo ce lo metto per questioni che possono ledere me o il committente in maniera seria.", credo dica tutto.
In ultima istanza, accetto qualsiasi consiglio, ma non di sentirmi dire "lavorate senza scappatoie". Se avessi optato per le scappatoie, non sarei ricco, ma sicuramente benestante.
paoletta :
La tettoia è concedibile, il volume no. Allora io che voglio solo una tettoia non posso farla perché i muri divisori sono alti? Che faccio demolisco i muri?
Sono d'accordo con ArchiFish
archspf :
Concordo con @ArchiFish e gli altri colleghi al seguito, in particolare con @paoletta che ha fatto una sintesi sulla quale non va aggiunto altro.

@Desnip la discrimine tuttavia potrebbe essere quella relativa non tanto alla creazione di un vero "volume" ma alla determinazione della cubatura (sembra la stessa cosa ma la sfumatura la si potrebbe rileggere nella differenza tra volume abitabile e volume tecnico): peraltro nel mio comune i portici (e per assimilazione le tettoie non indipendenti) se superano una certa quota della SUL l'eccedenza va portata in "cubatura".
Il regolamento comunale infatti dovrebbe indicare fino a quale "limite" la tettoia rimane tale (dimensioni, aggetto/profondità, chiusure e su quanti lati ecc.).

Per fare un altro esempio: a Roma una pensilina "diventa" tettoia se si supera la profondità di 1,2 m.
desnip :
Se ho chiesto lumi qui è perchè purtroppo il regolamento e le norme di attuaizone sono piuttosto laconici.
Davide: cosa ci azzeccano le cose da regolarizzare con il superbonus??? Se ho chiesto un confronto è per capire se ci sono i presupposti per un titolo autorizzativo (che per inciso dovrebbe essere un pdc). Se volevo fargliela fare "abusiva" non stavo a preoccuparmi di altezze e cubature.
giacomo :
forse il riferimento è al concetto di corpo di fabbrica riportato sul codice civile, sarebbero i famosi 3 mt il limite, dal semplice muro ( di cinta, di separazione, frangivento, paramento ecc ecc) al muro costituente corpo di fabbrica, e che farebbe nascere l'obbligo civile della distanza minima, d'altronde però è anche vero che esistono corpi di fabbrica di accessori ( depositi, legnaie, locali di sgombero ecc ecc che non hanno affatto una altezza minima di mt 3, ma è indubbio che fanno volume costruito e significativo anche dal punto di vista urbanistico. il terrazzo lo si presume scoperto, con altezza media dei muri delimitanti inferiore a mt 3. e poi c'è la vera "follia", ogni comune ha le sue ntc, ogni comune ha le sue fissazioni, incapaci come sono di adeguarsi al regolamento edilizio nazionale che è in vigore. italia repubblica delle banane. ma ad andarci di mezzo a pagare sono i tecnici e i committenti, siamo le vere vittime di questo schifo burocratico. alcuni anni fa in un comune adiacente al mio in zona agricola costruivano villette con tanto di nanetti con 30-40 are ed erano legittime, nel mio comune dovevi avere almeno 60 are e con titoli di iap o coltivatore diretto. ecco un esempio di follia da repubblica delle banane.
giacomo :
come al solito, bisognerebbe rimandare ad una lettura piu attenta del regolamento edilizio del comune specifico. a me pare di no, se trattasi di terrazzo e quindi spazio aperto e privo di "chiusura" orizzontale. ma una cosa ho capito di questo inferno burocratico, che forse i comuni lo fanno apposta per renderci la vita piu difficile, e guai se protesti, ti rimproverano solo che non sai "interpretare le norme", e cosi se ne lavano le mani e tu rimani solo, indifeso di fronte al cliente, e magari accusato di incompetenza, fanno presto tutti i fancazzisti rintanati negli uffici comunali a denigrarti per passare all'incasso della popolarita a spese di chi si assume enormi responsabilita ricevendo in cambio solo denigrazione e ingrossamento delle file dei parassiti che vomitano nel piatto dove mangiano, tutti i giorni.
desnip :
"bisognerebbe rimandare ad una lettura piu attenta del regolamento edilizio del comune specifico": è una parola, considerando che il r.e. parla ancora di dia e concessione edilizia...
"forse i comuni lo fanno apposta": non c'è dubbio. Così il dirigente di turno può interpretare a modo suo.
giacomo :
cosa intendi dire col termine "chiusura"?
desnip :
In molti regolamenti si considerano "volume" le superfici chiuse su tre lati.
Se questi parapetti alti 1,8 sono tali, la tettoia in progetto sarebbe chiusa su un solo lato. Se invece vengono intesi come muri, sarebbe chiusa su 3 lati e quindi non assentibile perchè non c'è volumetria disponibile!
ArchiFish :
Forse, molto semplicemente, andrebbe considerato che la tettoia (o pensilina?) non poggiando su muretti poichè troppo bassi, è comunque delimitata solo dal muro a cui è fissata. Ergo i muretti si configurano in maniera sempre più motivata e sensata, come partizioni tra proprietà ai fini della privacy.
archspf :
Sono pienamente d'accordo con l'interpretazione di @ArchiFish: in generale bisogna poter qualificare la funzione/natura del manufatto. Se per esempio ho un muretto (i soliti alti +/- 1 m) che mi delimita una parte tra cucina e soggiorno, non mi divide affatto gli ambienti in due vani separati ma crea solo una "divisione d'arredo".
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.