cambio destinazione d'uso con soppalco abusivo

messaggio inserito lunedì 25 ottobre 2021 da Plag

Plag : [post n° 452565]

cambio destinazione d'uso con soppalco abusivo

buongiorno a tutti,
un cliente mi ha chiesto di presentare un cambio di destinazione d'uso da ufficio a residenza.
Quando ho fatto il sopralluogo ho accertato la presenza di un soppalco abusivo (oltre la quota consentita).
Personalmente avrei presentato un cdu c/opere, andando a regolarizzare anche la parte di soppalco.
Parlando con un amico/collega, questo mi ha detto che lui avrebbe presentato solamente il cdu senza interessarsi del soppalco.
Ora il dubbio ... sono troppo "pignoletta" oppure il collega è troppo easy?
archspf :
Al collega troppo easy vorrei ricordare che questa "modalità" in voga fino agli anni 90 (e qualcuno si è dimenticato di essere già nel 2020) è quella che ha distrutto la credibilità della professione, oltre che essere deontologicamente scorretta: un soppalco abusivo, viola almeno 4 norme fondamentali correlate (urbanistiche, edilizie, igienico-sanitarie) tra cui quelle della possibile necessità dell'autorizzazione sismica (verificare reg. Regionale), sulla cui mancanza vige il procedimento penale: non parliamo della falsa attestazione in atto pubblico.

Mi domando: ma come vi va di rischiare? e per cosa? Pare quasi che l'abuso lo abbiate fatto voi...

Partiamo dal presupposto che invece il modo corretto sarebbe, peraltro, quello di provvedere prima ad una sanatoria (se possibile - diversamente rimessa in pristino) e solo dopo ad un cambio d'uso.
Plag :
@archspf, ti ringrazio per aver dedicato del tempo al mio post.
Personalmente non ho mai assecondato i capricci dei vari clienti (perdendo a volte l'incarico, ovviamente) per "chiudere un'occhio" sugli abusi da loro realizzati ... anche perché, come hai detto tu, non li ho realizzati io e quindi perché?! senza contare la non correttezza deontologica e gli eventuali rischi.
Mi è già capitato di redigere pratiche di questo tipo e con unico pdc ho presentato parziale sanatoria c/cambio dest uso c/opere contestuali.
Il "dubbio" è sorto dopo una lunga chiacchierata con questo amico/collega, molto convinto della sua idea ... che alla fine, mi sono sentita come una stupida/ingenua ha procedere seguendo le regole.
archspf :
Posso confermarti che non si è mai stupidi a seguire le "regole" ;-)
Fattostà che mi trovo spesso a dover sistemare proprio i casini fatti da chi è convinto del contrario.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.