Ancora congruità

messaggio inserito venerdì 17 dicembre 2021 da accademiablu

accademiablu : [post n° 454730]

Ancora congruità

Ciao a tutti, sono dietro in urgenza alla congruità per una facciata conclusa di cui praticamente dovevano effettuare i pagamenti nei giorni del malefico decreto. Mi preoccupa però la congruità che devo fare sempre per un cantiere praticamente chiuso per un bonus 50% di ristrutturazione. La domanda sarà idiota ma sto andando nel caos, devo verificare la congruità "soltanto" delle lavorazioni di cantiere non delle forniture giusto? Per capirci, bidet lavabo, parquet...comprati dal cliente e fatturati ormaiesi e mesi fa
Grazie
archspf :
La congruità è di tutte le spese che il cliente intende detrarre/cedere credito. Pertanto se ha acquistato in proprio materiali o comunque nell'ambito di fornitura e messa in opera, andranno considerate tutte le voci pertinenti.
Albo :
Se fatturati e pagati prima del 12 novembre ed era già stipulato un accordo con il cessionario non hai bisogno dell'asseverazione come da una delle ultime Faq ade
arch_giuls :
Ma siamo sicuri su questo aspetto? C’è un chiaro riferimento normativo? Potresti indicarmelo? Mi sembra strano dover asseverare i soli importi delle fatture successive al 12 novembre. Nel mio caso mi sto occupando di asseverazioni per opere di manutenzione straordinaria iniziate nel 2021 e autorizzate con CILA, interessate da sconto in fattura e/o cessione del credito. Grazie!
accademiablu :
A mia interpretazione se ci sono state fatture in acconto ad esempio all'impresa edile comunque va tutto nella congruità invece se ad es l'elettricista ha completato il lavoro fatturato e saldato prima del 12 novembre allora non va verificato.
Albo :
Trovi nelle FAQ dell'agenzia delle entrate nella parte del D.L. Antifrode

"Tuttavia, si ritiene meritevole di tutela l’affidamento dei contribuenti in buona fede che abbiano ricevuto le fatture da parte di un fornitore, assolto i relativi pagamenti a loro carico ed esercitato l’opzione per la cessione, attraverso la stipula di accordi tra cedente e cessionario, o per lo sconto in fattura, mediante la relativa annotazione, anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 157 del 2021, anche se non abbiano ancora provveduto all’invio della comunicazione telematica all’Agenzia delle entrate; si ritiene, pertanto, che in tali ipotesi non sussista il predetto obbligo di apposizione del visto di conformità alla comunicazione dell’opzione all’Agenzia delle entrate e dell’asseverazione. Al riguardo, si precisa che, per consentire la trasmissione di tali comunicazioni, le relative procedure telematiche dell’Agenzia delle entrate saranno aggiornate entro il prossimo 26 novembre."
accademiablu :
Nel caso di acconti parziali però va fatta comunque la congruità di tutto l'importo.
archspf :
@accademiablu solo per gli acconti parziali senza accordo di cessione o cessione già fatta prima del 12 Novembre.
@arch_giuls infatti le norme esistono proprio per superare libere interpretazioni. Non centra la presentazione della pratica, se i lavori sono conclusi o meno, bensì il fatto che le spese siano state "effettuate" (pagamento o cessione) prima dell'entrata in vigore del DL 157/2021.
Inoltre @Albo è stato così gentile da riportare le FAQ che riassumono quanto già ampiamente trattato nella circolare 16/E: consiglio una lettura attenta per chi avesse ancora dei dubbi.
desnip :
Ragazzi, l'AdE fa riferimento sempre al "momento di sostenimento delle spese". Non contano emissione fatture, inizio lavori, ecc. ecc.
accademiablu :
Ricapitolando la congruità la facciamo soltanto delle spese non saldate (quando è stata emessa la fattura non ci interessa) al 12.11
Personalmente ribadisco che io ho inteso che se abbiamo pagamenti ante 12.11 in acconto con anche altre fatture posteriori (es impresa edile con fatture e pagamenti ante e post novembre) la congruità va fatta di tutto l'intervento dell'impresa, non soltanto di ciò che ha fatturato post 12 novembre. Concordate?
archspf :
@desnip esatto.
@accademiablu: non esattamente. Solo se manca l'accordo di cessione per quelle spese. Diversamente l'ADE ha predisposto un periodo "transitorio" in cui effettuare la comunicazione senza necessità di ricorrere ai nuovi adempimenti.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.