Studio da Autodidatta

messaggio inserito lunedì 27 dicembre 2021 da Michele

Michele : [post n° 455016]

Studio da Autodidatta

Ciao a tutti,
Mi chiamo Michele, ho 17 anni e vivo in un piccolo paesino di montagna del Piemonte.
Qualche anno fa, quando ho iniziato la scuola ero abbastanza convinto che la classica carriera in ambito economico fosse quella giusta per me, tanto che ho scelto di proseguire i mei studi al liceo Economico-Sociale. Tuttavia quest'estate facendo le ore di tirocinio obbligatorie sono finito in una grande impresa di costruzioni, ciò mi ha portato a conoscere anche la parte più tecnica di questo settore, dovendomi interfacciare spesso con ingegneri ed architetti. Quest'esperienza è stata molto formativa e utile a mio parere (tanto che ho deciso di rimanere oltre le 100 ore necessarie, frequentando gli uffici per tutti e tre i mesi estivi).
Ad oggi quindi ho rivisto abbastanza le mie ambizioni future, mi piacerebbe almeno provare ad approfondire queste materie, e perchè no magari prendere in considerazione di diventare architetto o ingegnere. Tuttavia la scuola che ho scelto qualche anno fa non da neanche un'infarinatura delle materia più specifiche (non abbiamo neanche un'ora di disegno tecnico). Potreste per favore consigliarmi del materiale e delle fonti da cui studiare, o esercizi da fare di modo da approfondire le materie e "prepararsi" in autonomia?
Grazie mille a tutti in anticipo
M
ArchiFra :
Tra chi si iscrive ad architettura ci sono tanti che hanno fatto il classico, che quindi sono messi molto male sia a disegno che a matematica: l'università potenzialmente accoglie tutti, poi sta a ognuno impegnarsi. Ai miei tempi, oltre 20 anni fa, il politecnico organizzava corsi estivi e anche paralleli alle lezioni proprio per chi aveva lacune in determinate materie (miei amici usciti dal classico avevano fatto proprio quelli di disegno tecnico e matematica).
Se ti interessa però iniziare in anticipo, su Youtube ci sono tanti tutorial per ripassare quello che hai fatto alle medie e approfondire, ma tieni conto che all'università si progetta e anche i corsi di disegno, che ai miei tempi erano solo il primo anno, non erano nulla di trascendentale rispetto alle prospettive della quinta liceo scientifico.
Considera che l università accoglie quasi qualunque percorso precedente, ed è fatta apposta per insegnare: eventuali lacune vengono colmate in corsa anche se non è facile (io ho preso lezione di calcolo matriciale e di scienze delle costruzioni perché non ci capivo niente pur seguendo diligentemente le lezioni).
In bocca al lupo!
ivodivo :
Michele che bello percepire il tuo immenso entusiasmo!
Rispetto alla mia esperienza ti dico solo che la migliore compagna di studi che ho incontrato durante l'università aveva fatto il liceo classico, aveva delle basi straordinarie per le materie umanistiche e per le scientifiche che io me le sognavo la notte, una dote naturale per il disegno, grande intelligenza e buon gusto...per fartela breve si è laureata con il massimo dei voti e oggi fa la pittrice a Parigi (giuro che è tutto vero).
Tutto questo solo per dirti che, da quello che può trasparire dalle tue parole, tutto quello che ti può servire per il tuo futuro già ce l'hai: passione, curiosità, entusiasmo. Continua a coltivarle, il resto verrà da solo.
In bocca al lupo.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.