asseverazione prezzi per bonus ristrutturazione 2021

messaggio inserito giovedì 20 gennaio 2022 da marys

marys : [post n° 456035]

asseverazione prezzi per bonus ristrutturazione 2021

Salve,
in seguito a ristrutturazione immobile privato avvenuta nel 2021, avrei bisogno dell'asseverazione dei prezzi (imposta dal decreto antifrodi per la cessione del credito).
quali documenti fornire ed il costo?ne avrei necessità.

Saluti
archspf :
Deve incaricare un tecnico, magari lo stesso che ha seguito la ristrutturazione
marys :
il tecnico che ha seguito i lavori non e' abilitato.
conoscete tecnici abilitati?
archspf :
Tutti i tecnici sono abilitati, altrimenti non sono tecnici....
La mery :
Anche il mio ha fatto mooooolta fatica ad asseverare..gli sono stata sotto per un mese!
Ora mi chiede 2.000 euro di parcella per un lavoro da 27.000 euro ceduto in bonus facciate. Io ho letto che di solito si chiede il 3%. Cosa dovrei fare?
archspf :
@La mery Il 3% lo chiede il commercialista che deve "raccogliere" i documenti firmati ed asseverati dal tecnico. Quest'ultimo oltre all'asseverazione deve fare anche il computo metrico...
Cosa dovrebbe fare? pagare il suo tecnico...
La Mery :
Grazie, vedo che è sempre molto attivo e sono contenta che mi abbia risposto con questa velocità. La aggiorno per sua conoscenza che il commercialista chiede 70 euro per il visto di conformità, molto meno del 3%. Il mio tecnico come ha detto ha fatto computometrico e asseverazione e alla fine ci siamo accordati per 1500. È un bonus facciate di 27k di lavoro. Ho visto altri forum in cui un compenso di 2500 era stato calcolato con prezziario 110 su lavori da 170k...non voglio sottopagare il tecnico, crede che l'importo sia sottostimato?
archspf :
@La Mery apprezzo molto che Lei cerchi delle risposte oggettive e soprattutto si ponga il problema: non è affatto scontato.
Per quel che posso indicarle, ad oggi l'unico "riferimento" generale oltre il quale il compenso è certamente eccessivo (in mancanza dal 2012 di minimi tariffari ma parallelamente in presenza del concetto di "equo-compenso", non meglio definibile in termini numerici se non nell'ordine della ragionevolezza e di un concetto purtroppo vago ed astratto di "coerenza" rispetto al DM "Parametri Bis", seppur senza esplicito rimando) è lo stesso per il superbonus 110, laddove le attività e le responsabilità connesse alla "verifica della congruità della spesa" sono praticamente le medesime.
La guida OICE indica il calcolo della parcella massima dell'asseveratore, preso atto del procedimento di determinazione previsto dal DM 17 Giugno 2016, quale prodotto tra il costo dell'intervento (V), una aliquota percentuale proporzionale (P), un coefficiente parametrico legato al grado di complessità tipo di intervento (G), ed infine una percentuale di incidenza della prestazione (Q): quest'ultima stabilita in forma invariabile in 0,188 (2,35 volte la voce QdI.01 - Collaudo tecnico amministrativo).
Per fare un esempio numerico e concreto:
Fatto V = 27'000€, dedotto che trattasi di manutenzione straordinaria e dunque G = 0.95, ricavato l'aliquota P = 19,88%, il prodotto riporta € 960 al quale aggiungere fino al 25% di spese conglobate, la cassa di previdenza pari al 4% e l'eventuale iva al 22%. Totale € 1'520 (1.250 netto iva, c.ca 4,6%).

Naturalmente a questo importo posso essere decurtate somme nell'intenzione di praticare uno sconto sacrosanto al proprio cliente, nella misura che si ritiene più opportuna.
Con lo stesso procedimento per l'importo di 170'000€, la parcella sarebbe di € 5'340 (€ 4'380 netto iva, c.ca 2.6%).

Tuttavia sia in termini di maggiore che di minor compenso vige il libero mercato, pertanto troverà indicazioni discordanti.

In questi scenari non è ricompreso il computo metrico estimativo.

https://www.professionearchitetto.it/tools/parametri/
questo il tool messo a disposizione da professionearchitetto: sarà sufficiente indicare importo e selezionare le voci relative: il calcolo eseguito sarà da rivalutare 2,35 volte e si dovrà aggiungere cassa ed iva.
La Mery :
Grazie mille!!! Mi pongo il problema perché i professionisti vanno pagati equamente e qui è una giungla! Inoltre per il tecnico purtroppo è la prima asseverazione e l'ho visto davvero in difficoltà su come reperire le informazioni e ora ha pure paura di farmi una fattura con sola dicitura asseverazione bonus facciata perché non vuole ricadere in problemi legati a prezzari non rispettati. Visto che la fattura la voglio detrarre e pure il commercialista non sa che dirmi, cerco a chi magari ha più esperienza. Come dicevo, è una giungla. Se non ci si aiuta come si sopravvive?
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.