Collega che non paga

messaggio inserito venerdì 15 aprile 2022 da Thomas79

Thomas79 : [post n° 459973]

Collega che non paga

Buonasera a tutti.
Qualche tempo fa ho sottoscritto un contratto con un collega per collaborazione professionale freelance, da gestirmi dal mio ufficio, con i miei tempi ed i miei mezzi. Mi ha proposto una percentuale miserabile sulle prestazioni ma all'epoca ero convinto che si trattasse di prestazioni di interior design, che ritengo non solo molto piacevoli ma anche poco problematiche e con poche implicazioni in merito a responsabilità varie. A sorpresa invece ho scoperto solo dopo la firma del contratto che si trattava di lavori Superbonus, di cui non solo ero al corrente essere vigente l'equo compenso, ma che mi aveva visto fin dal 2020 rifiutare numerosi incarichi anche prima dell'istituzione di questo obbligo, perchè a fronte di grandi responsabilità non ero disponibile a farmi sfruttare (per fortuna avevo ed ho sempre la possibilità di tornarmene all'estero essendo in parte di origine francese) e nella convinzione che valiamo almeno quanto medici, avvocati, farmacisti, veterinari, notai, manager, ecc in Italia così come accade in tutto il mondo eccetto che qui. Purtroppo il contratto era pieno di intimidazioni relative a richieste di risarcimento danni sparse un po' qui un po' lì, per cui mi sono lasciato intimidire ed ho portato avanti l'incarico cercando di uscirne quanto prima, finché questi si è pure comportato in una maniera indegna nei miei confronti, rendendomi indigesta se non impossibile la continuazione del rapporto. Solo che il collega purtroppo pare avere delle amnesie su come si svolga la nostra professione per cui fa fatica a riconoscere non solo tutto quello che ho dovuto fare e che non era pattuito, ma fatica anche a riconoscere quanto da me svolto oltre che il tempo palesemente dedicatogli e che lui sa benissimo, arrivando a rifiutarsi di pagare il mio compenso, persino a fronte dell'avvocato che l'ha avvertito che ha torto marcio. Cosa mi consigliate? Lo deferisco all'ordine (che è diverso dal mio)? e come si svolge il tutto? vi ringrazio in anticipo! PS: come faccio a denunciare il fatto che per un lavoro superbonus non ha applicato l'equo compenso ed ha lucrato sulle mie prestazioni facendosele comunque pagare come prestazioni totalmente agevolate? se per i General Contractors non è possibile, sarà uguale anche per qualsiasi altro, per cui denunciando io, il cliente perde il beneficio, ma come si effettua questa cosa? devo andare alla Polizia o dai Carabinieri? o alla Guardia di Finanza? cosa mi consigliate?
archspf :
Deferimento presso l'ordine. E' ora che questi personaggi indegni di rappresentare la nostra categoria vengano puniti a dovere.
Per quanto riguarda invece i compensi se pattuiti in un contratto vi è poco da poter contestare.
dave :
Si, ha ragione archspf. Procedi così. Non so quale sia la procedura da seguire presso l'ordine: cerca sul sito o chiama.
desnip :
Non so come si faccia a firmare un contratto con "intimidazioni sparse un po' qua e un po' là" e che prevede lavori di superbonus ma uno crede siano di interior design... Insomma, un po' di resposnabilità ce l'hai anche tu. Sei un professionista, sai leggere quel che sottoscrivi, non puoi farci credere che ci siano stati tali fraintendimenti...

Poi, per qualcuno sarà "inutile" il mio commento, ma credo che sei stato quantomeno ingenuo, anche se ti auguro di veder riconosciuto il tuo lavoro. Nessuno deve essere sfruttato.
Thomas79 :
@Desnip
Trattavasi di contratto di collaborazione, non di incarico. Quindi oltre a specificare mansioni da svolgere e relative a computi, preventivi, ecc. non era necessario specificare la natura dei progetti, dal momento che le attività di computazione e le preventivazione non cambiano. A me interessava entrare in quel modo per poi proseguire con altre prestazioni raggiunta fiducia reciproca in un secondo momento. Invece poi per fare i computu, mi sono ritrovato a dover fare i progetti.
Le intimidazioni infine avevano l'aspetto di legittimi richiami a risarcimento danni. Solo ad una valutazione di legali, si è giunta a questa conclusione.

Uno qui chiede consigli, non giudizi, dal momento che non vi sarebbe il tempo per scrivere e leggere i dettagli del tutto.
dave :
@Thomas79, il tuo discorso non fa una piega. Secondo me hai proceduto nel modo corretto fin dal principio ed in buona fede. E' decisamente l'altra parte che ha fatto il gioco sporco.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.