Trovare lavoro architetto neolaureato

messaggio inserito mercoledì 18 maggio 2022 da Alessia_

Alessia_ : [post n° 461224]

Trovare lavoro architetto neolaureato

Salve a tutti.
Vorrei un consiglio su come cercare (e possibilmente trovare) lavoro come architetto. Sono un architetto neolaureato al Politecnico di Milano con un paio di anni di esperienza in uno studio di progettazione tra la triennale e la magistrale.
Dopo aver fatto un portfolio dei progetti universitari per me di maggiore rilevanza e aver scritto il CV (con più umiltá possibile visto che poi tanta esperienza non ce l'ho), ho mandato diverse mail di autocandidatura ma non ho ricevuto risposta.
Avreste qualche consiglio su come approcciarsi al mondo del lavoro?

P.S. vivo in una piccola provincia lombarda e purtroppo non ho possibilitá di spostarmi troppo lontano da casa.
accademiablu :
Ciao, io ti consiglio una telefonata prima di inviare il CV, chiami ti presenti e chiedi se puoi fissare un incontro per portare loro personalmente il CV ( ti diranno tutti di spedirlo per mail). Arrivano molte mail con CV e se non serve un collaboratore nell'immediato passano inosservate, cerca di fare la differenza, di restare positivamente impresso così che tu sia il primo ad essere chiamato quando serve,o magari tra colleghi si attivi il passaparola. Appunto quando vai o chiami, senti se è il caso, "suggerisci" gentilmente di tenerti di conto nel caso che colleghi cercassero
Vedrai che troverai presto
desnip :
Per iniziare ti consiglio di evitare le autocandidature per evitare di mandare il CV a chi non cerca. Rispondi invece a inserzioni: le trovi sia su questo portale, sia nei tanti siti specializzati. Sei nella provincia lombarda, quindi cmq vicina a grandi città dove le occasioni non mancano.
ArchiFra :
anche io consiglio di evitare le autocabdidature: sono irritanti, soprattutto considerando che spessissimo chi le riceve non è uno studio ma è un libero professionista che arranca e si trova sommerso di mail o lettere di gente che semplicemente trova il suo nominativo sulle pagine gialle.
Io addirittura mi trovavo gente che mi suonava a casa (come moltissimi avevo la residenza fiscale coincidente con quella anagrafica) senza preavviso, ed ero una disperata tanto quanto loro...
rispondi solo agli annunci e se proprio metti l'autocandidatura nelle bacheche degli ordini delle città fin dove ti puoi spingere o sulle pagina di settore
Andrea B :
Alessia,
difficile darti i giusti consigli in poche righe, ci sono molte variabili in gioco: chi hai la fortuna/sfortuna d' incontrare, quale è la tua motivazione, quali sono le tue esigenze nell' immediato. La cosa principale è che devi imparare: il Politecnico di Milano da me ultimato nel 2014 l'unico strumento che ti offre spendibile nel mondo del lavoro è l'utilizzo di Autocad. Per essere più autonomi nel lavoro sono necessari almeno 12-18 mesi consecutivi di "gavetta" per imparare le basi dell' edilizia (va bene uno studio tecnico geometra purchè onesto). Poi inizierai "ad avere l'occhio" sui vari aspetti della professione e del cantiere e scegliere il taglio che vuoi dare alla tua professione. Si tratta di un lavoro in cui la costanza e la pazienza sono fondamentali; non temere di sbagliare perchè è un lungo viaggio e sbagli solo se stai ferma. buon lavoro!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.