adeguamento servizi igienici

messaggio inserito venerdì 3 giugno 2022 da angi

angi : [post n° 461820]

adeguamento servizi igienici

Salve, sono un'architetto avrei bisogno di delucidazioni in merito all'adeguamento dei servizi igienici per disabili.
In breve, attualmente mi sto occupando della ristrutturazione di un locale di categoria A10 (ufficio) che è gia destinato dovrà essere agenzia di servizi "CAF-PATRONATO."
Vorrei avere delucidazioni sul bagno ed eventuale titolo autorizzativo per eseguire i lavori
Il locale è circa 112 mq, di categoria A10, ma ha un bagno che deve essere adeguato a servizi igienici per disabili e non è dotato di antibagno, ed ha l'accesso da un corridoio, quindi non affaccia direttamente sugli ambienti principali.
in questo caso sussiste l'obbligo dell'antibagno per questa categoria?
per quanto riguarda il titolo autorizzativo per eseguire i lavori mi basterebbe una semplice cila, in quanto andrei a spostare solo di mezzo metro un tramezzo, in questo caso la pratica deve essere inviata al SUE o al SUAP?
In attesa di un riscontri vi ringrazio anticipatamente
nikosky :
basta il wc senza antibagno ma verifica il regolamento comunale.
ti consiglio di verificare il numero dei dipendenti per verificare se basti un solo spogliatoio e annesso servizio igienico oppure 2+2 per il personale.
CILA is ok
Essendo un ufficio SUE, se fosse stato un negozio o altro tipo commerciale SUAP.
ArchiFra :
Nikosky, un appunto: non è scontato che dal suap passino le pratiche edilizie del commercio. Dipende dal comune. Dove lavoro io il suap rigetta tutte le pratiche edilizie perché devono passare obbligatoriamente dal portale comunale del sue, come da regolamento.
Quindi è opportuno controllare col comune di riferimento quale è il portale da usare
Angi :
Grazie mille
Angi :
Grazie mille
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.