Variante in corso d'opera

messaggio inserito mercoledì 22 giugno 2022 da archgeo

archgeo : [post n° 462353]

Variante in corso d'opera

Buongiorno, sono un giovane tecnico e mi trovo a fare per la prima una variante in corso d'opera per lavori di ristrutturazione edilizia autorizzati con SCIA. Le modifiche consistono nel cambio d'uso di un vano, che da sgombero diventa abitativo. Dando per scontato la verifica dei requisiti e il pagamento degli oneri, mi trovo nella situazione in cui nella pratica edilizia autorizzata, veniva segnalato il cambio d'uso di un locale sgombero che in fase di cantiere si è deciso di non convertire e per tanto di è pensato di annettere all'immobile un altro locale sgombero e lasciare il primo alla sua destinazione attuale.
Ho pensato di gestire la faccenda con una variante alla scia già presentata, mi chiedo se è corretto o se ci sono altre modalità.
archspf :
Credo che essendo il cambio d'uso un'opera soggetta a PDC (ampliamento), le varianti potrebbero essere al massimo realizzate con SCIA alternativa all'Autorizzazione (art. 23). Diversamente probabilmente potrebbe servire un Permesso. Uso il condizionale poichè ritengo ci siano colleghi più esperti che potrebbero smentirmi.
Davide C. :
@archspf, non ha parlato di PDC ma di SCIA che ha autorizzato i lavori.
@archgeo, a rigor di logica è corretto, tuttavia senza conoscere nel dettaglio la pratica è difficile darti un consiglio. Se hai dubbi, confrontati con il tecnico comunale.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.