Cila: il proprietario deve firmare digitalmente?

messaggio inserito martedì 5 luglio 2022 da Marta

Marta : [post n° 462777]

Cila: il proprietario deve firmare digitalmente?

Buongiorno, sto disponendo la Cila sul portale Sue e mi viene richiesta la firma elettronica del proprietario sui vari moduli. Poiche lui non la possiede, quale é l'alternativa?compilo a mio nome (tecnico progettista e dl) e allego la delega?Grazie mille
unfor :
Il proprietario ti firma la procura speciale sul modulo cartaceo. La firma digitale viene messa dal professionista.
sclerata :
di norma è come dice unfor.
sempre che al comune vada bene così.
A me è successo che in un comune della Brianza il committente sia stato obbligato a farsi la firma digitale per firmare, anzi in realtà I committenti, erano comproprietari.
Spero per te che di risolva con la delega.
Marta :
Allora provo a sentire il comune. Grazie mille gentilissimi
ArchiFish :
Richiesta assurda oltre che "illegale" (a me era stata richiesta anche la firma elettronica dell'impresa). Purtroppo in certi comuni, che utilizzano certi portali, il sistema non è bypassabile. Legalmente, non potrebbero pretendere tanto, poichè lo strumento della procura è appositamente concepito per evitare tali intoppi. Per cui, in linea torica, si dovrebbe risolvere facendo valere i propri diritti ed inoltrando il tutto tramite PEC. Contemporaneamente, sempre per la legge, nei comuni in cui è attivo un portale per l'inoltro telematico delle pratiche, non è consentito usufruire di altri sistemi (cartaceo o PEC).
In conclusione, come spesso accede in Italia, si arriva al cortocircuito burocratico e normativo. Tutte le parti (tecnici, committenti, pubbliche amministrazioni) in sostanza, hanno ragione e torto in egual misura, in funzione della normativa che si osserva, ergo, salvo ragionevolezza del Comune, se ci si impunta, si rischia uno "stallo alla messicana".
Marta :
Grazie mille, molto utile e chiaro.
il marsicano :
Mi trovi parzialmente in disaccordo.
Durante il corso per l'utilizzo del portale per il comune dove lavoravo, a meno che tale disposizione normativa non sia cambiata, fu specificato che il CAD prevede la delega di firma per le pratiche SUAP ma non la prevede per le pratiche SUE, demandando alla procura notarile l'unica possibilità per firmare digitalmente per conto del committente. Il comune, a sua discrezione, poteva valutare di accettare la delega dal professionista.
Il CAD inoltre specifica che per il committente è sufficiente la firma elettronica avanzata mentre prevedere la firma digitale per quei soggetti che ne sono obbligati (tecnici e imprese). Per il committente è possibile firmare elettronicamente con il suo tesserino del codice fiscale procurandosi il PIN presso le ATS.
A parere mio tale "rigidità" ha i suoi vantaggi, che poi rappresenti un appesantimento delle procedure amministrative... possiamo parlarne per ore...
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.