Variante corso d'opera

messaggio inserito mercoledì 13 luglio 2022 da Rocco

Rocco : [post n° 463112]

Variante corso d'opera

Nel 1968 mio padre realizza un edificio previa autorizzazione comunale. Durante i lavori non venne eseguita una scala di 5 gradini che consentiva l'accesso all'immobile rispetto al piano delle fondamenta e piano giardino. Infatti il pavimento del piano terra era stato ideato rialzato da vespai e riporti interni per una questione di umidità. Durante i lavori fu deciso di fare altri interventi anti umidità e fu posto il pavimento del piano terra alla pari di quello delle fondamenta e quindi la mancata necessità di realizzare la scala esterna di 6 gradini per accedere al fabbricato. DOMANDA: era necessario chiedere al comune la variante per questa mancata realizzazione della scala esterna di 5 gradini ?
Semola82 :
Ciao!
si era necessario presentare una variante per la scala esterna, vai a modificare i prospetti di un edificio, dal mio punto di vista però non è l'abuso più grave, quello che non sarà facile sanare sarà la differenza di quota del solaio, abbassandolo hai creato una cubatura in più.
unfor :
Le difformità vanno sanate, se possibile, anche se nel 1968 la legge non disciplinava la variante in corso d'opera.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.