ritenuta d'acconto

messaggio inserito giovedì 24 marzo 2005 da gloria

gloria : [post n° 46340]

ritenuta d'acconto

ho saputo che il tetto massimo per la ritenuta d'acconto è di 5000 euro all'anno. Questo vale anche se si lavora per datori di lavoro diversi?
Nel senso: il mio attuale capo mi da 5000 euro poi cambio lavoro. Posso continuare con la ritenuta d'acconto o devo aprire per forza la p.iva? Grazie!
vale :
La ritenuta d'acconto per prestazione occasionale:
puoi fare 1 sola ritenuta intestata ad una persona nell'anno solare che non superi l'importo di 5000 euro per la durata di 30gg .... ma puoi farne tante quante ne vuoi con le condizioni sopra desritte, quindi intestate a persone diverse, perchè la legge biagi non specifica in numero....
alinger :
a me era stato detto che il limite era di 5000\annui indipendentemente da quanti fossero i committenti.
Posso sbagliarmi però, sarebbe il caso sentire un commercialista.
saluti
linus :
a me sembra che abbia ragione alinger, 5000/annui in totale e mi sembra che tu possa fare al massimo 2 ricevute l'anno.
Consulta un commercialista, che l'è mei
Angy :
Anche a me risultano 5000 euro annui. Altrimenti si potrebbe avere anche un reddito di 50000 euro all'anno, con questo sistema....;-)

Angy
vale :
AVEVO LO STESSO DUBBIO TEMPO FA.....
HO CHIESTO PROPRIO AD UN COMMERCIALISTA.....E MI HA CONFERMATO QUANTO TI HO DETTO.
OVVIAMENTE SUPERANDO L'IMPORTO DEI 5000 EURO DEVI FARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI....
alinger :
arch. vale apra...GUARDIA DI FINANZA.
Scherzo, se sei così sicuro...
Io ho partita iva e parlavo per sentito dire...
saluti
Federica :
Doppo la prima di 5.000 € per fare altre ritenute occorre che ti iscriva all'INPS, io l'ho fatto!

Ciao
Angy :
Va bene, Vale , meglio così se si può, anch'io parlavo per sentito dire...ma non urlare, non c'è bisogno! ;-)

ANGY
laura :
mille a tutti! Ma allora dovrei iscrivermi all'inps. Anche aprendo la p.iva devo pagare l'inps...o sbaglio? Quindi è meglio andare avanti con la ritenuta d'acconto o aprire la p.iva???
delli :
ho seguito la questione "di sfuggita" ma quando vedo dei riferimenti così precisi non posso fare a meno di ... leggerli
comuque...
per vale... secondo me il citato comma 2 dell'art. 61 dice che per ogni committente non puoi lavorare più di 30 giorni lavorativi e, nel caso contrario oppure nel caso in cui in un anno solare superi i 5000 € sei tenuto alle disposizioni del capo I (cioè riferite al lavoro occasionale) quindi, a mio avviso, se la tua prestazione occasionale, a uno o più committenti, supera i 5000 annui... non la puoi più considerare tale ma devi sottoporla ad un qualche tipo di contratto (nella legge il lavoro a progetto)
questa è almeno la mia impressione nella lettura dell'articolo però, ribadisco, io ho partita iva da un secolo e non mi sono mai "seriamente" posta il problema "solo ritenuta"

bye bye
vale :
Il problema è che la legge non specifica il limite massimo di ritenute d'acconto che puoi fare ....
poniamo ad esempio,che un soggetto svolge diversi lavori occasionali:
3 domeniche : commesso
3 sabati: aiuto cameriere
disegni per conoscenti
ecc.
Penso che la cosa migliore come hanno suggerito sopra conveiene sentire un professionista che chiarisce sicuramente tutte le questioni burocratiche .....
poi io riporto solo la mia esperienza
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.