AVVIO CANTIERE BONUS 110% CON PRATICA ACCERTAMENTO COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA

messaggio inserito sabato 24 settembre 2022 da Francesco (pecco69)

Francesco (pecco69) : [post n° 465089]

AVVIO CANTIERE BONUS 110% CON PRATICA ACCERTAMENTO COMPATIBILITA' PAESAGGISTICA

Dovrei iniziare un cantiere con Superbonus 110% su un condominio degli anni 70 che dista meno di 150 mt dal fiume. Negli anni 70 non esisteva la pratica paesaggistica, quindi il tecnico comunale mi ha detto che dovrei presentare pratica di "compatibilità paesaggistica" in regione Lombardia. Per accelerare i lavori del 110% l'amministratore di condominnio mi ha detto che non serve avere la pratica paesaggistica approvata in tasca prima di partire con i lavori, basta averla avviata. Io non sono molto convinto. Voi cosa dite? Grazie,
Albo :
Punto c del modello Superbonus mi sembra abbastanza chiaro "per la cui realizzazione presenta contestualmente alla CILA la domanda per l’acquisizione d’ufficio degli atti assenso necessari alla realizzazione dell’intervento, indicati nella Tabella di cui al punto 3) delle Dichiarazioni del progettista. Il titolare dichiara di essere a conoscenza che l’intervento oggetto della comunicazione può essere iniziato solo dopo la comunicazione da parte dello Sportello Unico dell’avvenuto rilascio dei relativi atti di assenso"
Quindi direi che fai bene ad essere poco convinto
Francesco (pecco69) :
grazie, molto gentile
archspf :
Innanzitutto non vedo come l'amm.re possa avere voce in capitolo rispetto all'urbanistica che spetta ai tecnici: e di fatti l'affermazione che ha dato è aberrante oltre che dimostra piena estraneità alla materia.
Detto questo se c'è bisogno dell'accertamento della compatibilità paesaggistica, superbonus o meno, occorre attendere il parere che è vincolante. Peraltro, sperando di aver correttamente interpretato il caso per le affermazioni che seguono, le due cose dovrebbero viaggiare su canali diversi:
- una è la richiesta di compatibilità ex art. 167 commi 4 e 5 del codice bb.cc.aa. (Dlgs. 42/2004) e va acquisita preventivamente poichè si riferisce (deduco, poichè richiederla su intervento da eseguire non avrebbe senso, in quel caso si tratterebbe di autorizzazione paesaggistica) allo stato dei luoghi.
- l'altro è l'intervento di superbonus che si intende eseguire e che se non altera lo stato dei luoghi rispetto al vincolo, non necessita di ulteriore parere paesaggistico, al netto degli altri eventuali enti preposti.
sclerata :
hai ragione a non essere convinto. Concordo con Albo e con archspf.

E mettiti l'anima in pace che se è una richiesta di compatibilità paesaggistica ordinaria ci vogliono 90 giorni (da quanto il suap lo "gira" alla sovrintendeza).
Quindi prima di almeno 3 mesi non avrai nessuna approvazione in mano.
Francesco (pecco69) :
grazie a tutti x l'esauriente contributo
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.