salve a tutti!

messaggio inserito lunedì 4 aprile 2005 da massimiliano

massimiliano : [post n° 47090]

salve a tutti!

Voglio togliermi una curiosita’, sono abilitato dal 1/2004 e fino ad ora ho vinto un concorso di progettazione e forse una manutenzione straordinaria di un palazzo, il tutto per un misero importo lordo di circa 18.000 € che diviso 2 anni per compierli e uno gia’ passato, fanno 6.000 lordi all’anno.
Io non vedo un futuro,una mia famiglia,……… ma e’ questa la realtà ?Ho una rabbia dentro e vorrei gridare….. ah si! La domanda che voglio farvi…….ma voi siete felici?
Campanellino :
Ciao Massi,
io ho 27 anni, sono abilitata da 1 e sono iscritta all'ordine da qualche mese....quello che vorrei per il mio futuro è fare l'architetto da professionista, ovvero avere uno studio mio, che sia dove voglio, aperto quando voglio io, come qualunque altro professionista insomma...
Non mi interessa fare dei mega progetti o guadagnare tanto, vorrei solo poter vivere facendo quello che so fare meglio e che mi piace, organizzandomi la vita come meglio credo e non facendomela organizzare da ualcun'altro...

In questo momento dal punto di vista lavorativo non sono felice perché sto lavorando nello studio di un altro architetto e anziché investire del tempo e energie per costruirmi seriamente un futuro da professionista (ad esempio facendo corsi per conto mio, mettendo a punto sistemi per publicizzarmi, ecc..) di tempo ne sto solo perdendo: non sto imparando niente di nuovo e anzi ho l'impressione di disimparare tutto quello che so dato che non ho mai occasione di mettere a frutto le mie conoscenze (in fatto di software vari, normative, ecc...). Se vuoi proprio saperlo ci sono rimasta fino ad ora solo perché mi pagano...ma ovviamente sto cercando un altro posto dove continuino a pagarmi (magari anche qualcosina in più!!) ma dove avere anche l'occasione di crescere professionalmente.

Comunque sia lavorare nello studio di un altro per me non è un lavoro, almeno per come viene impostata la cosa nel 99% degli studi...solo una fase transitoria che spero di oltrepassare al più presto!!!
Più che altro perché così non è possibile immaginarsi un futuro...nelle condizioni in cui sono adesso non me la sentirei proprio di mettere su famiglia e sinceramente mi deprimo molto quando vedo annunci di gente di 35-40 anni che ancora cerca studi presso cui collaborare...AIUTO spero di non finire così!!!!

Per adesso tutto quello che posso fare è la sera quando torno a casa cercare di rimanere aggiornata facendo qualche progettino per conto mio (gratis) e dando un occhio alle normative, facendo qualche rendering per gli amici, ecc... Per adesso tengo duro e continuo a provarci a costruirmi un futuro da professionista...però mi sono data un termine: se a 30 anni (o poco più) non ho ancora la possibilità di avviare un'attività autonomamente...mollo tutto e vado a fare l'impiegata!!! Sinceramente preferisco avere un lavoro normale e una vita privata soddisfacente piuttosto che un lavoro gramo e precario e una vita privata grama anch'essa per mancanza di soldi e di certezze!!!!
massimiliano :
ti sei mai chiesta cos’à un architetto famoso più di noi? Come mai lui ha avuto la fortuna di esprimersi? Come ha fatto ad emergere ed ad innalzarsi ad un livello superiore di qualita’? .
Cerca di trovare una risposta concreta a queste domande perche’ il tempo vola e l’età della fanciullezza passa in fretta, magari ti ritroverai a 30anni con solo qualche rendering in più e qualche speranza in meno.
A proposito non esiste in rete qualche forum di discussione dove si puo’ parlare con colleghi e magari farsi coraggio a vicenda? Sarei felice di parlare con qualche architetto che ha risolto le mie domande…………….. in bocca al lupo !!!!
marta80 :
Condivido anche io quello che dice campanellino.
Io ho un problema simle, ma all'opposto.
Lavoro per un'impresa edile in cantiere, son in regola ed ho addirittura la 14!, alcuni di voi diranno "cosa ti lamenti?", ebbene si quì mi sento chiusa, non posso esprimere la mia creatività ed al tempo stsso mi fossilizzo. Sto tentando in tutti i modi di uscire e rimettermi in gioco come professionista, contro tutto e tutti, ho dei sogni che rimarranno tali, ma altri che tento gg per gg di andare avanti.
Dovrei aprire partita iva, lasciare questo posto sicuro, ma sarà la scelta giusta?
Una grossa parte di me pensa di si, l'altra pensa di no, non perchè son indecisa, ma per il semplice fatto che questa scelta (che devo prendere solo io) condiziona le persona che mi stanno attorno, cjhe non capiscono il dramma che vivo. So che sognare è bello , ma bisogna almeno mangiare.
Per me come stanno i fatti adesso è facile giudicare, ma credo che se lo senti veramente combatti, ed insisti ciao marta
Gianluca :
Ciao ragazzi io sono alla fatidica età dei 31 anni e sto cambiando il 4 posto in 5 anni, ora lascio lo studio dove lavoro per andare a fare l’esperienza di cantiere secondo me indispensabile per imparare a progettare bene. Nello stesso tempo con un amico collega stiamo prendendo una stanza in affitto per avviare uno studio tutto nostro….di che cosa ci occuperemo… catasto, ristrutturazioni di facciate, e lavoretti simili!...
Non illudiamoci di trovare un posto di lavoro gratificante facendo i collaboratori per gli studi, alla fine l’unica cosa che si fa è disegnare e sbrigare pratiche burocratiche….ma purtroppo penso che sia la stessa cosa lavorando in proprio….con la sottile ed impagabile differenza che nessuno ti dirà più come impaginare una tavola…che carattere usare ecc…
Secondo me per fare gli Architetti con la A maiuscola bisogna avere una famiglia di architetti alle spalle che ha sfondato con l’architettura anni fa, quando gli architetti erano pochi.

Il nostro obbiettivo: accumulare esperienza
Scopo: diventare liberi professionisti autonomi.

Come dice Campanellino…non avere nessuno che ti dice come e quando fare le cose è la soddisfazione più grossa che al momento vado a ricercare….e non è poco…anzi!
Un saluto a tutti. Teniamo duro
eli :
Sono nella stessa situazione... 26 anni, abilitata, lavoro solo da 1!!! e sono già un pò stufa di fare solo la disegnatrice con la differenza che io non sono così convinta di volermi aprire uno studio. Forse preferirei un lavoro da dipendente...magari in qualche negozio di arredamento o in banca...Non so.
Per adesso sto cercando un altro studio dove mi paghino almeno come qui (960 euro nette mensili) ma magari non mi annoi a fare la schiavetta di qualcun'altro.
Ma quello che mi sembra di capire è che è ovunque così...o sbaglio? Che dite? Ciao a tutti e buona giornata.
nemo :
Ciao ragazzi, vorrei partecipare anch'io perchè mi sento coinvolta! Ho 30 anni, mi sono laureata da 5, ho preso l'abilitazione, ho lavorato in tre studi, l'ultimo dei quali a 750 km da casa e per 2 anni... Da settembre 2004 ho uno studio tutto mio, a 3 km da casa e tra qualche mese mi sposo anche!!!! Questo per dirvi che bisogna tenere duro ancora un po'... l'occasione giusta arriva e voi dovete essere pronti!!! FORZA, non mollate! Un caro abbraccio a tutti!
moni :
finalmente un soffio di ottimismo,questa bacheca stava diventando un po' deprimente:anch'io ho 30 anni,terzo studio che cambio ,qualche prepotenza da mandar giù ,ma la grinta e l'esperienza non mi manca e penso che di qui a breve camminerò con le mie gambe!auguri a tutti
stefano :
Ho 30 anni..e dopo vari anni anni passati all'estero lavorando presso un grosso studio, ho appena cominciato la mia attività in propio in italia. Poche entrate, molto lavoro, grinta, entusiamo. L'importante è crederci fermamente, i risultati poi arrivano, e sopratttutto cercare di non farsi prendere dalla malinconia. In bocca al lupo a tutti.
anonimo :
Hai la possibilità di studiare.
elli :
sto anch'io facendo il grande salto nel buio, stanca di esperienze deludenti all'interno di studi e di collaborazioni rinnovate di mesi in mesi (mi sono sempre definita in questo senso una scatoletta di tonno con scadenza limitata..)....mi sono iscritta all'ordine e ho aperto pARTITA iva, HO TROVATO un'amica con cui condividere un ufficio....e che volete che vi dica, speriamo bene......ALMENO UN GIORNO POTRò DIRE DI AVERCI PROVATO.....buona fortuna a tutti
tat :
se ti può far piacere anch'io sono nella tua stessa situazione... fammi sapere se ti va cosa intendi fare...aspetto tue notizie.
tat :
lavoro da 3 anni in un ufficio...faccio "l'impiegato" mi pagano 1100 euro nette al mese per 14 mensilità...ma quanto prima cambio lavoro...i soldi non son tutto se ti rendi conto di non crescere professionalmente!! in bocca al lupo a tutti
clo :
Mi sono laureata 6 mesi fa a 24 anni con un ottimo punteggio e laurea quinquennale, ho conseguito l'abilitazione dopo 4 mesi e ho l'abilitazione per la sicurezza nei cantieri. Da pochi giorni ho iniziato a lavorare presso una media azienda che si occupa di architettura dalla progettazione alla vendita e verrò assunta a breve con contratto a progetto per fare ogni mese 200 ore a 800 euro netti. Da quel che leggo nella bacheca di questo sito gli anni passano ma il buon umore non arriva per noi poveri architetti imbrogliati dalla società. Qualcuno mi sa dire se devo cominciare a piangere anch'io?
clo :
Innanzitutto...ciao a tutti! Scusate l'intrusione con la mia lettera precedente, ma letta quella di massimiliano e le successive risposte, sono partita d'impulso con la mia senza neanche salutare e ringraziare tutti coloro che partecipano a questa bacheca e che un pochino mi hanno fatto sentire meno sola!
l'argomento mi tocca profondamente dato che pensavo di aver fatto dei progetti per il mio futuro di molta umiltà che ora vedo allontanarsi...grazie davvero,Clo
Campanellino :
Ciao!! ti faccio un paio di domande affinché la tua esperienza oltre che confortarci possa anche esserci utile!

Hai avviato il tuo studio da sola oppure ti sei messa in società con qualcuno? Io per adesso sono sola, non ho ancora incontrato nessuno con cui potrei pensare di mettermi in società....solo che da soli è tutto più difficile, dei sapere molte più cose mentre in 2 unisci due teste...

I clienti che hai ora li hai acquisiti tramite i lavori o le conoscenze che hai fatto negli studi dove hai lavorato in precedenza? Oppure ti sei dovuta arrangiare, e come??

Negli studi dove hai lavorato hai acuisito la professionalità e le conoscenze che ti hanno permesso di metterti in poprio oppure anche lì ti sei dovuta arrangiare??

Ti chiedo queste cose perché mi sembra che nel 99% degli studi non si impari niente... anzi, se poi vogliamo parlare di uso della tecnologia, spesso siamo noi a spiegare le cose ai nostri capi!!! Per non parlare della possibilità di acquisire un minimo di professionalità...io nel tempo libero sono costretta a studiarmi le normative, le pratiche, le procedure da seguire per i vari interventi edilizi, ecc... perché sono cose che in studio non ho mai visto neanche lontanamante.

Aiuto!! Mi chiedo se di questo passo arricerò da qualche parte...
vesalio :
condivido pienamente il tuo parere! io mi sono messo in proprio già da 5 anni e sono contento di ciò che faccio e come lo faccio! sono partito con piccoli lavori ed adesso ne ho acquisito alcuni di grande rilievo... il mio consiglio è questo: buttati come ho fatto io... una camera un PC ed un plotter... e soprattutto tanta grinta perché è dura!
ciao,
V.
Campanellino :
Ciao scusa una curiosità: quanti anni avevi quando ti sei messo in proprio?

Secondo te è meglio buttarsi subito anche se non si hanno proprio tutte le competenze necessarie.... e imparare con la pratica e con i propri sbagli...... oppure conviene aspettare di avere un bel bagaglio di esperienza..con il rischio di mettersi in proprio a 40 anni??

Io sono più dell'idea di lanciarsi subito....ma magari chi l'ha già fatto può dispensare qualche buon consiglio...
ALE :
HO STUDIATO QUELLO CHE AMAVO STUDIARE... DIREI CHE SONO GIA' MOLTO FORTUNATA
... PENSO CHE UN PO' DI SFIGA UNA PERSONA SE LA TIRI ANCHE UN PO' DIETRO.... SORRIDIAMO E SPERIAMO SEMPRE.... IL MEGA PROGETTO ARRIVER X TUTTI!
IN BOCCA AL LUPO ARCHITETTI!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.