stage in uno studio di achitettura

messaggio inserito sabato 4 febbraio 2006 da Abes

Abes : [post n° 73277]

stage in uno studio di achitettura

Salve.
Premetto dicendo che sono diplomata e ho seguito un corso FSE per disegnatore autocad e come stage ora mi trovo in uno studio di architettura. Sono assolutamente ignorante di tutto.
Purtroppo in questo studio ho gia fatto due giorni e non mi trovo bene. Visto che ci devo passare altri due mesi, avrei bisogno di un consiglio.
Il primo giorno mi hanno assegnato un edificio da arredare per poi dirmi il pomeriggio che era tutto sbagliato. (che novità)
Il giorno dopo ho cercato dei manuali per imparare un po misure ecc...
La domanda è...Qual è il modo migliore per sfruttare questa occasione e cosa sono le cose importanti che dovrei imparare?
lorenzo :
con tutta sincerità; seguire un corso autocad non equivale a fare un lavoro da architeto, o ad aspirare a farlo.
Quindi cerca di fare serenamente il tuo lavoro di caddista e magari, proprio se hai problemi, prova a chiedere ai tuoi colleghi.
Consigliarti un testo dove imparare ad es. misure?
A che servirebbe. Imparate le misure, dovresti impararti a disegnare piante, sezioni, prospettive, nozioni di composizione, di scienza delle costruzioni, di tecnologia dell'architettura, e potrei contnuare così.
Ad ognuno il suo lavoro!
Questo dovrebbero saperlo, oltre te, anche i tuoi superiori.
Arch_ino :
Ciao, anche io sto seguendo un corso FSE per disegnatore e progettista d'interni... è un corso di formazione professionale e non di architettura... l'architettura è un'altra cosa, è quindi normale che i tuoi progetti appaiano scorretti ad un architetto così come i nostri progetti apparivano scorretti a nostri professori di università... soprattutto ai primi anni. Se ti servono nozioni sul dimensionamento degli arredi e degli interni prova a consultare il mitico manuale di Ernst Neufert, anzi compralo ;-) così come puoi vedere il Manuale dell'Architetto di Mario Ridolfi... ci capirai qualcosina in più... Ciao, non è facile avere a che fare con noi... "maledetti architetti" :-D
matteo :
tu sei diplomata e hai seguito un coso di autocad.
quindi il tuo lavoro di tirocinante è quello di disegnare in autocad, punto.

le piante se le devono disegnare loro con misure esatte e arredare con le misure degli arredi esatti e tu devi solo fare il "bel disegnino" in autocad.
non capisco questa pretesa di farti arredare piante. non sei un arredotore, non sei decoratore e non sei architetto e non possono chiederti conoscenze che non ti hanno insegnato.
per il prossimo lavoro pretendi che il progetto sia finito e sia solo da disegnare in autocad, se certe misure non le sai chiedile.
certo tu potresti sapere le misure standard, ma se nel progetto c'è un divano fuori scala? piastrelle 10x20, invece che 50x70? tu come fai a saperlo? va bene se usi bvlocchi standard oppure devi usare i blocchi originali dell'azienda che produce quel prodotto? non hai seguito la progettazione e nessuno te lo ha detto, però vieni rimproverato a lavoro finito. chiedi sempre ad inizio progetto come devi affrontare il tuo lavoro.

(nel mio primo lavoro da architetto in uno studio bastava che usassi un retino per disegnare le piastrelle in un bagno, qualunque formato fossero, invece in un altro studio dovevo disegnare le piastrelle nella dimensione esatte di quelle scelte per la posa. idem per i divani ed i sanitari, nel primo studio bastava che usassi quei blocchi standard di autocad, invece nel secondo dovevo usare i blocchi esatti di quel divano e di quel vaso.)
cecco :
ogni studio ha i suoi standard anche certe informazioni bosogna averle assimilate, non credo che un corso da disegnatore fornisca le basi per lavorare perche semmai parlera' dei mezzi(programmi)per disegnare e vi fara capire come si usano. Anche se a studio danno tutto il disegno pronto ci saranno dei problemi minimi che il caddista deve saper risolvere, se si vuole lavorare come acefali bisogna anche accettare i cazziatoni, altrimenti comprati il Neufert e portalo con te a studio per sfogliarlo quando hai dei dubbi.
Se poi non sai quello che devi fare a studio mettilo in chiaro subito e non a fine giornata quando il capo ti "sgama" e magari ha avuto una giornata di problemi non risolti.
Abes :
Uhm...Visto che voi siete architetti volevo proprio sapere quali sono le nozioni, diciamo fondamentali, che un disegnatore autocad dovrebbe avere per lavorare con voi.
Ovviamente non vi sto chiedendo se un tavolo deve avere un diametro di 0.9 m o 1.2 m..
Attraverso quest'esperienza, cosa dovrei assimilare?
Uno studio di architettura che competenze dovrebbe passarmi?

Grazie per tutte le risposte... :)
matteo :
principalmente dovresti sapere:
-come rappresentare gli elementi nelle varie scale, come le finestre e le porte per esempio. se due linee bastano per rappresentare una finestra in scala 1:100, in scale più alte bisogna disegnare la doppia riga del doppio vetro e il rettangolo del fermavetro .
(questo è da manuale, perchè io già in scala 1:50 disegnavo pure i coprifilo delle porte.... studio che vai, usanze che trovi)
-come si quota, finestre e porte in primis, altezze dei soffitti o contosoffitti, ecc. le quote che vanno messe nei progetti definitivi ed in quelli esecutivi. (non sono le stesse, ndr)
-usare in modo corretto i tipi di linea ed i loro spessori. le linee dei muri sezionati sono più spesse, il tratto punto delle sezioni, ecc.
-uso correto dei retini. soprattutto quando e se disegni dettagli, ovvero la rappresentazione grafica che identifica il materiale in maniera univoca.
-la simbologia degli impianti elettrici e sanitari.
-lavorare velocemente ;)

per le ultime 2 domande, sei tu che hai fatto il corso di autocad, avrai avuto un motivo per farlo no? in teoria lo stage dovrebbe rafforzare le conoscenze che hai appreso durante il corso, se non lo sai tu, io proprio non so cosa dirti.
massimiliano :
prima di tutto ti consiglierei di passare un paio di giorni a guardare tutti i progetti gia' eseguiti dalla studio dove lavori per capirne la loro grafica e metodo di rappresentazione.
Secondo, per quanto riguarda gli arredi, fatti dare tutti i cataloghi dei mobili che vogliono inserire o gli schizzi se li hanno disegnati loro.
per tutte le altre dimensioni il manuale Neufert e' da tenerselo sempre a portata di mano.
Se poi i tuoi capi sperano si ostinano a cercare in te L'Architetto" e' un problema loro...non tuo!
Buon Lavoro
cecco :
posso consigliare il "manuale di disegno architettonico" di mario docci è un testo abbastanza vecchio ma gli esempi grafici sono validi

P.S. spero che il consiglio non venga considerato come pubblicita' occulta dalla redazione, se cio accadesse mi scuso anticipatamente
lorenzo :
... anche il Manuale dell'Architetto, mi raccomando la versione storica arcaica, non quella nuova
Abes :
Grazie soprattutto a matteo, è stato molto dettagliato!

Di manuali dell'architetto ho quello vecchio del '62 e quello nuovo del '97. Inoltre uso anche un manuale per geometra.

Per rispondere: Il corso di autocad t'insegna a usare il programma, non ti passa conoscenze "tecniche-architettoniche".
Io ho fatto il corso perchè mi piace il programma e il disegno tecnico, inoltre conto di ampliare le mie conoscenze in altri campi. In programmi come Maya, 3d Studio Max ecc...
Non sono una vera e propria caddista... hihi...
lorenzo :
... se ho ben inquadrato la tua professionalità, credo che la tua idea di imparare 3d studio e quindi tutto il reparto grafica-render sia importantissimo, se non di vitale importanza.
Invece che puntare su un settore su cui hai le armi spuntate fin dall'inizio, potresti intraprendere il settore della grafica 3d (rivolta all'architettura, al design, ecc) dove non si chiedono conoscenze tecniche, ma abilità nel disegno e nella modellazione.
Oltre a dire che è un settore dove le persone particolarmente preparate vengono "apprezzate" molto dal punto di vista economico
cecco :
se hai tanto da criticare perche non ci consigli un testo !!!!! è troppo facile criticare stando sulla poltrona senza dare informazioni concrete.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.