ATTI DI FABBRICA

messaggio inserito venerdì 1 settembre 2006 da Alix

Alix : [post n° 92519]

ATTI DI FABBRICA

Buongiorno a tutti. Sto facendo una ristrutturazione di un appartamento, il problema è questo: attualmente nell'appartemento c'è un brutto muro a risega che crea due vani a L. Io andrei a buttare giù il muro e sistemare le cose. Attualmente ho solo il mio rilievo e la pianta del catasto, che però è diversa, (il muro è dritto; quindi la risega è stata fatta dopo...) Secondo voi dovrei chiedere gli atti di fabbrica in Comune per chiedere un permesso di costruzione in sanatoria? o me ne frego e presento come stato di fatto il mio rilievo (anche se probabilmente è diverso da quello che hanno in Comune?)
Scusate la banalità della domanda ma è la prima volta che faccio un intervento simile e sono un pò inesperta.
Grazie a tutti!
mo.tre :
il comune chiede di citare nella Dia o nella pratica che presenti gli estremi degli atti permessivi precedenti, tali dati li trovi solitamente nell'archivio del comune, è buona prassi visionare i progetti precedenti, quindi ti consiglierei vivamente di fare tale ricerca; se risultassero anomalie tra il progetto precedente e lo stato di fatto dovresti capire a che epoca risalgono.
Cerca di capire se tale variazione può rientrare tra gli interventi di manutenzione ordinaria, infine parlane con il tecnico che farà l'istruttoria e vedi cosa ti consiglia.
stefano :
a me è capitato per un intero pezzo di casa....mi sto informando..vedi sopra
Roberta :
La scheda catastale non è probatoria, devi richiedere in comune l'ultima pratica presentata per quell'appartamento, solo così potrai sapere se l'opera è abusiva o no.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.