Chiarimenti tasse, parcelle ecc... + qualche domanda :)

messaggio inserito venerdì 20 agosto 2010 da Reefknot

Reefknot : [post n° 238881]

Chiarimenti tasse, parcelle ecc... + qualche domanda :)

Ciao a tutti!
E’ la prima volta che scrivo qui…ma non la prima volta che leggo…anzi…
Solo che essendo abbastanza confuso visti i continui cambiamenti, di indici e tariffe, vorrei chiedervi alcuni consigli e possibilmente sapere da voi se i miei calcoli e ragionamenti sono giusti.
Mi identifico:
Architetto
Iscritto all’albo
Partita iva

Qui sotto ho indicato le percentuali e gli indici che si pagano per quanto riguarda le tasse… sono corretti?
INARCASSA (2010)
Contributo soggettivo = 11.5% su reddito IRPEF (contributo minimo 1400.00 €)
Contributo integrativo = 2% su volume affari IVA (contributo minimo 360.00€)
Contributo maternità = 67.00€
Riduzione neoiscritti fino a 35 anni:
I contributi minimi ridotti a 1/3
Il conguaglio del contributo soggettivo ridotto a 5.75%

IRPEF (2010)
Redditi da 0 a 15.000 euro aliquota del 23%
Redditi da 15.000,01 a 28.000 euro aliquota del 27%
Redditi da 28.000,01 a 55.000 euro aliquota del 38%
Redditi da 55.000,01 a 75.000 euro aliquota del 41%
Redditi oltre 75.000 euro aliquota del 43%

IRAP
Qua non si capisce se la si paga oppure no… da quanto ho capito la si paga solo se si hanno dipendenti o collaboratori… e in caso sarebbe il 4.75% del ???

Io prendo 1300 €/mese + iva
Avevo concordato, un anno e mezzo fa che alla fine a me interessava avere 1100 €/mese netti, tolte tutte le tasse…a conti fatti non arrivo nemmeno a 1000!!!

Seguitemi nei miei conti:
1300 x 12 = 15600
Inarcassa soggetivo = 15600 x 0.0575 = 897 €
Inarcassa integrativo = 15600 x 0.02 = 312 €
Inarcassa maternità = 67 €
IRPEF (forfettino) = 15600 x 0.1 = 1560 €
Commercialista = 1200 €
TOTALE TASSE = 4036 €
15600 – 4036 = 11564 €/anno netti = 964 €/mese = 45.90 €/giorno = 5.74 €/ora

Lasciando stare il fatto che la donna delle pulizie dello studio prende più di me… adesso dopo un anno e mezzo desidererei e penso di meritarmi un aumento.

Per avere i miei 1100 € al mese netti:
1500 x 12 = 18000
Inarcassa soggetivo = 18000 x 0.0575 = 1035 €
Inarcassa integrativo = 18000 x 0.02 = 360 €
Inarcassa maternità = 67 €
IRPEF (forfettino) = 18000 x 0.1 = 1800 €
Commercialista = 1200 €
TOTALE TASSE = 4462 €
18000 – 4462 = 13538 €/anno netti = 1128 €/mese = 53.72 €/giorno = 6.71 €/ora

Per avere i miei 1200 € al mese netti:
1600 x 12 = 19200
Inarcassa soggetivo = 19200 x 0.0575 = 1104 €
Inarcassa integrativo = 19200 x 0.02 = 384 €
Inarcassa maternità = 67 €
IRPEF (forfettino) = 19200 x 0.1 = 1920 €
Commercialista = 1200 €
TOTALE TASSE = 4675 €
19200 – 4675 = 14525 €/anno netti = 1210 €/mese = 57.62 €/giorno = 7.20 €/ora

Visto che non so come possa reagire il mio “datore di lavoro” io avrei questa idea da proporre, lasciando stare il fatto che visto che l’accordo era per 1100 e che quindi per un effettivo aumento dovrei prima avere lo stipendio per avere i 1100 euri pattuiti e poi su quello chiedere l’aumento (cazzo sembra sempre che farsi pagare sia quasi offensivo o mancaza di rispetto!!!) io direi che mi tengo questo stipendio e però lavoro dal lunedì al giovedì.
In modo che possa guardarmi in torno e avere tempo anche per collaborare con altri e iniziare a fare qualche lavoretto per conto mio…

Secondo voi non è un idea valida?
Reefknot :
Tutto quello scritto qui sopra ovviamente vale se i calcoli sono giusti...perchè già con il semplice cambiamento (non so se risponde a realtà....) che il forfettino cambia dal 10% al 20% tutto compreso...bhè insomma...credo ci siano da rifare un pò i calcoli...

La mia idea di avere un giorno in meno, secondo me non dovrebbe essere malvagia in quanto riuscirei a collaborare anche con altri e/o cmq seguire ulteriori corsi per un domani avere più qualifiche...

Aspetto vostre risposte :)

ciao
Vale 79 :
temo tu sia anche troppo cautelativo nei conti... perchè citi il contributo minimo coggettivo ed integrativo se poi non parti da quel valore? Purtroppo per avere 1.100 € netti al mese dovresti fatturare sicuramente di più: io ne prendo 1.900 lordi e me ne restano circa 1.300... un primo consiglio: trova un commercialista un pò meno caro...
reefknot :
Ciao e grazie per la risp come prima cosa :)

In che senso cautelativo nei conti?
In che "perchè citi il contributo minimo coggettivo ed integrativo se poi non parti da quel valore?"

Il contributo integrativo minimo e soggettivo sono considerati nei miei calcoli...ma sono quelli con la riduzione dovuto alla neoiscrizione...

Per quanto riguarda il commercialista...nel prezzo ho considerato tutto...pagamenti online, bolli...ecc...

Sbaglio? E' troppo cmq?

Se altri rispondono non sarebbe male...così che possa servire a tutti per evitare di essere presi per il .... e cominciare ad accettare solo parcelle e stipendi degni di questi nomi...

Come giudichi l'idea del giorno in meno?

grazie ancora...
Vale 79 :
con ordine:
il contributo minimo soggettivo viene si ridotto sotto i 35 anni, ma va integrato (con il conguaglio sul tuo fatturato) con l'aliquota da te citata.
Per qanto riguarda il commercialista mi sembra un pò caretto, e te lo dice una che per 4 anni l'ha pagato 1.100 € all'anno, quando il lavoro da fare è veramente irrisorio (fino a quando non rientri nel regime normale), tanto che adesso mi faccio praticamente tutto da sola, tranne la dichiarazione dei redditi a giugno (pagando così solo 100 €). Per quanto riguarda il 5° giorno lavorativo la decisione è molto soggettiva, e dipende dal rapporto che hai instaurato nello studio dove lavori: se li ti trovi bene e pensi che il rapporto lavorativo possa crescere e farti anche maturare culturalmente resisti e fai valere i tuoi diritti. se invece ti stai già guardando attorno fai bene a ritagliarti i tuoi spazi (sempre che il tuo datore di lavoro te lo consenta!). In bocca al lupo!
reefknot :
Ciao di nuovo! :)

Hai ragione su quello che dici...ma scusa una cosa...magari sbaglio... ma se io a fine anno ho guadagnato X...su quello ci calcolo i 2 contributi (integrativo e soggettivo...lasciando stare detrazioni e altro....).

300 x 12 = 15600
Inarcassa soggetivo = 15600 x 0.0575 = 897 €
Inarcassa integrativo = 15600 x 0.02 = 312 €
Inarcassa maternità = 67 €
IRPEF (forfettino) = 15600 x 0.1 = 1560 €
Commercialista = 1200 €
TOTALE TASSE = 4036 €
15600 – 4036 = 11564 €/anno netti = 964 €/mese = 45.90 €/giorno = 5.74 €/ora

In questo calcolo:
soggettivo a 5,75% (indice dimezzato neoiscritto)
integrativo 2%

se quello che viene fuori e' gia' superiore ai contributi minimi...io intendo che il contributo minimo e' gia' compreso all'interno di quella cifra....giusto??

Oppure...e' il contributo minimo PIU' quello che deriva dai calcoli?
reefknot :
Nessun'altro?!?

Idee...consigli...pareri...? dai :)

Fatevi sentire :)
delli :
contributo inarcasssa: non la somma del minimo + risultato calcolo MA
risultato del calcolo e, se è meno del minimo, contributo minimo
il commercialista, in effetti è un po' caro visto la 'mole' del tuo fatturato iniziale (e in regime semplificato)
bye bye
reefknot :
Perfetto!
:)

quindi sono giusti i miei calcoli :)))

Grazie per la risposta...

Per quanto riguarda il commercialista...quanto dovrebbe venire secondo voi un commercialista...
In modo che cosi' ci vado a parlare (con il mio...)e magari vediamo di trattare...

Grazie mille Delli!
non mi rispondeva piu' nessuno...

Un'ultima cosa...tu cosa ne pensi del cambio aumento con giorno in meno?
roberto :
questa cosa interessa MOLTO anche me.. lo studio immobiliare per il quale lavoro, mi ha fatto lavorare per i primi 3 mesi con la prestazione occasionale dei 5000€ all'anno (ovviamente già FINITI..) e poi mi ha fatto aprire partita IVA (anche se non ancora architetto iscritto), facendomi fare la seguente fattura:

IMPONIBILE PER PRESTAZIONE PROFESSIONALE: 1809,52€
RIVALSA PARZIALE INPS AL 4%: 72,38€
TOTALE FATTURA: 1881,90€
RITENUTA D'ACCONTO AL 20% SU 1809,52€: -361,90€

NETTO DA CORRISPONDERE: 1520,00€

Allora.. premettendo che nelle retribuzioni dei primi mesi, mi ha sempre versato 1520€ al NETTO della ritenuta d'acconto (che si è impegnato lui a pagare)

Con la fattura appena fatta, io ho preso 1520€, che mi ha detto esser il mio "stipendio" mensile (non vuole dipendenti..).. la cosa mi sembrava allettante, ma poi ho letto un po in giro per il discorso contributi.. e non vorrei che il mio NORMALE stipendio medio mensile, arrivasse poi a meno di 1000€ fra contributi e tutto il resto.. (considerando che lavoro MOLTE PIU CHE 8 ORE.....)

La commercialista al quale mi ero affidato fra l'altro, mi aveva detto che la rivalsa era onere del mio datore, cosa che invece lui ha negato.. ma vabé.. son 70€.. (beh.. non è che bisogna buttarli via..).. quale sarebbe il giusto calcolo??

Ora comunque.. dovrei iscrivermi all'ordine degli architetti (toccando ferro.. ho l'orale a ferrara fra una decina di giorni..), e da quanto ho capito.. cambiano un po le cose..

Quello che mi interesserebbe capire.. è che importo fatturare per avere a fine anno, un utile NETTO di circa 1500€ medio mensile, decurtato quindi di tutte le spese (considerando che per ora dovrei essere nel regime minimo.. e per 5 anni pure.. dato che ho 26 anni). In piu infatti c'è da dire che di spese deducibili non ne ho poi molte.. anzi.. lo studio è vicino a casa e lo raggiungo in motorino (quindi anche facendo carta carburante.. non è che possa trarne chissà che guadagno), o con un auto a GPL (che quindi anche li.. non è una spesa enorme di carburante..)
Non vorrei quindi dovermi ritrovare con uno stipendio si di 1520€, ma poi decurtato di MOLTI EURINI di contributi dato che le mie spese di gestione sono INFIME.

Chiedo scusa per la mia prolissità.. ma son voluto esser il più preciso possibile, così da non dar adito a fraintendimenti.

Se possibile, potreste postare un FAC-SIMILE con i vari passaggi dei calcoli per l'eventuale prima fattura da ARCHITETTO da sottoporre al mio datore?

ciao a tutti e grazie mille!!!
poipoi :
a spanna, per mettersi in tasca 1000 un libero professionista deve chiedere 1600-2000, a seconda del reddito annuo. Più è alto, più tasse paga: si può arrivare fino al 60%.

x Reefknot
il calcolo mi sembra giusto tranne un paio di cose

il commercialista.
se hai un regime agevolato, fatti da solo la contabilità e fatti fare solo le dichiarazioni annuali (IVA e IRPEF) dal commercialista (100/200 euro anno), oppure usa il tutor dell'agenzia delle entrate (gratis).

il 2%
Se fatturi 1300 euro (imponibile), su quell'importo già ti pagano a parte IVA e 2% (sarà 4% dal prossimo anno). Quindi sono soldi che devi girare ad Inarcassa, se dovuti, e non vanno messi nel tuo calcolo.

la donna delle pulizie perde mediamente un'ora di spostamenti ogni due ore di lavoro. E poi è una questione di mercato. C'è n'è molte di meno che vogliono fare quel lavoro, mentre troppi vogliono fare l'architetto rispetto alla richiesta.

Quella del giorno in meno mi sembra una richiesta sensata. Ti permette di entrare direttamente nel mondo del nostro lavoro e capire come funziona.
delli :
x roberto: attenzione che la rivalsa inps è sottoposta a ritenuta (a differenza del contributo inarcassa che ne è esente)
quindi ritenuta da versare = 20% di 1881.90 = 376.18
per arrivare a 1520€ il tuo imponibile deve essere 1826.92
http://professionearchitetto.it/tools/fattura/index.html
bye bye
reefknot :
Wow! Quante belle risposte :)))

Grazie a tutti!

Allora:

poipoi: intanto mi fa piegare il tuo nick...ok...a parte questo...il mio imponibile è 1300 e poi l'iva sono io a versarla...(cmq non l'avevo inserita nel conteggio...) il 2% non viene inserito nella mia fattura in quanto essendo "collaborazione tra architetti" non va inserita...di conseguenza alla fine la dovrei versare io...e quindi va inserita nei miei calcoli...sbaglio?

Per quanto riguarda la storia del commercialista...in cosa consiste "farsi" la contabilità? e lasciare le dichiarazioni iva e irpef al commercialista?

me lo puoi spiegare in soldoni...

Praticamente il top sarebbe che fatturassi 1400+iva e lavorare un giorno in meno...

cmq quello che hai scritto:"Ti permette di entrare direttamente nel mondo del nostro lavoro e capire come funziona" è esattamente il motivo del mio post...considera che 2 miei amici dell'uni hanno aperto uno studio di progettazione (poca ma sta prendendo piede...) e certificazione energetica...e mi piacerebbe collaborare con loro...per vedere di mettersi in gioco in prima persona...

riciao :)
poipoi :
Se il 2% non è dovuto allora non va nemmeno pagato a Inarcassa. Nella dichiarazione annuale c'è un rigo apposta per i compensi che sono esenti dal contributo integrativo.
Fatti salvi i minimi che vanno comunque versati.

Per l'altra questione, i regimi c.d. "agevolati" sono concepiti in modo da poter fare a meno del commercialista. Ed è previsto un tutor in caso di dubbi. Non è così difficile, basta studiare un po'. Trovi tutto sul sito agenziaentrate.gov.it.

Ti auguro buona fortuna per il resto.
roberto :
ma se ho quindi sbagliato la fattura.. cosa succede???
il mio "datore" ha pure lui partita iva, ma non è iscritto ad albo professionale, è iscritto, come dice lui, alla cassa degli "scassati".

Quindi lo schema dovrebbe essere:

Imponibile per prestazione professionale: 1826,92€
Rivalsa parziale INPS al 4% : 73,08€
TOTALE FATTURA: 1900,00€
ritenuta acconto IRPEF 20%: -380,00€
TOTALE DA CORRISPONDERE: 1520,00€

è giusto così?? ma quindi.. avendo sbagliato la PRIMA FATTURA.. cosa succede??? si può risolvere?
poipoi :
x roberto
sostituisci la fattura sbagliata con quella corretta.
prima possibile
e punto.
roberto :
azz.. ma è la fattura del mese scorso!!!!! la mia PRIMA fattura cavoli.........

a cosa vado incontro nel peggiore delle ipotesi?
delli :
se la fattura è di agosto il tuo 'capo' non ha ancora versato la ritenuta quindi vai tranquillo: sostituisci fattura con quella corretta e lui fa versamento r.a. corretto... non è ancora stato registrato nulla
se era di luglio allora dovrebbe fare la correzione del versamento già effettuato (ci sarà una piccola quota di interesse e mora che gli quantificherà il suo commercialista)
bye bye
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.