cambio regime

messaggio inserito martedì 6 dicembre 2011 da Franco

[post n° 278094]

cambio regime

Entro la fine del mese di dicembre scadono i tre anni della partita iva agevolata, adesso dovrei recarmi all'Agenzia delle Entrate per effettuare il cambiamento e trasferirmi nel nuovo regime con imposta sostitutiva al 5%. Vorrei chiedervi che moduli bisogna compilare e se è possibile trovarli su internet.
Grazie
Franco
:
Hai già visitato il sito www.agenziaentrate.it? Sicuramente potrai almeno raccogliere le giuste informazioni:)
:
Almeno fino a qualche settimana fa sul sito dell'agenzia delle entrate c'erano solo riferimenti vecchi. Se trovi qualcosa di più recente facci sapere.
:
scusate la domanda...ma alla fin fine può aderire ai nuovi minimi anche chi ha fatto 3 anni in p.iva agevolata? Non avevano messo dei limiti a chi poteva aderire al regime "rivisitato" dei minimi? io avevo capito che non poteva aderire chi aveva svolto la stessa attività nei tre anni precedenti o in forma autonoma o in forma dipendente. E la partita iva agevolata per i tre anni è una forma autonoma..... Chi c'è già dentro (ai minimi) invece deve contare 4 anni + l'anno di apertura (totale 5 anni) e poi passa o all'ordinario (vade retro!) o a quel regime, attualmente senza nome, che pare una via di mezzo tra i vecchi minimi e l'ordinario (no scritture contabili, no irap, si iva, si irpef, studi di settore).
:
Ecco, adesso la faccio anch'io una domanda, se sono minma, ma prima della p.iva avevo fatto qualche prestazione occasionale, e ancora prima ero a contratto a progetto... ma sempre da dottore in architettura, non da architetto... il prossimo anno, dove rientro? nel 5%, nel pseudo ordinario o nell'ordinario totale?
:
x luisè.
guarda, il mio è lo stesso caso tuo penso. Anche io sono già nei minimi (dal 2009 per l'esattezza) con codice attività architetto. Prima ho fatto anche io collaborazioni occasionali e contratti a progetto in studi di architettura.
1)La clausola del nn aver fatto la stessa attività nei tre anni precedenti nè come dipendente nè come autonomo vale per chi adesso nel 2012 prossimo venturo vuole aprire p.iva con questo regime ma non chi ci è già dentro. Se ci sei già dentro devi contare i famosi 4 anni + l'anno di apertura e vedere fino a quando puoi starci dentro. Poi vedi tu in base alla piega che ha preso la tua folgorante carriera in che regime ricadrai.
2) ad ogni modo la collaborazione occasionale e il co.co.pro non sono forme di lavoro nè autonomo nè dipendente. Il co.co.pro infatti è una tipologia di lavoro para-subordinato mentre la collaborazione occasionale è un'altra cosa ancora.

Anche la mia commercialista mi ha confermato questa cosa, quindi a meno che io non faccia fatturati da capogiro, continuo ad essere minima.
:
Kia sapevo che mi avresti illuminato! :) Folgorante carriera... hahahahaha!!!!!
:
ciao Luisè, la mia commercialista è anche una cara amica quindi se dovesse venire fuori qualche altra diavoleria, mi informa subito e soprattutto, in quanto amica, non ha interessi "economici" a farmi passare da un regime all'altro. Per ora lei, ma anche altri sui colleghi, l'ha interpretata così come ti ho scritto...però meglio stare in campana perchè la situazione cambia velocemente anche per la questione che il governo attuale deve fare cassa. Saluti. :-)))
:
scusate se mi inserisco nel discorso ponendo anche io una domanda.
Da ex regime dei minimi, nel 2012 passerò al nuovo regime agevolato.
Siccome non ho un commercialista (per evidenti motivi economici) volevo sapere che cosa devo materialmente fare per aderire a questo nuovo regime, e anche se conoscete dei modelli di fattura per questo nuovo regime.
Grazie a tutti!
:
x ced:
ma tu adesso sei un minimo?per nuovo regime agevolato cosa intendi? quello del 5% o quello che non ha ancora un nome ed è una via di mezzo tra minimi e ordinario?
:
Io spero di poter passare dall'ordinario ai minimi... Il mio commercialista dice che non sa se posso, perchè forse bisogna aver avuto almeno per tre anni il regime normale...
Per me sarebbe una manna, un dono del cielo!!!
:
@Kia quel regime si chiama degli "ex-minimi"
@Ily si può passare al nuovo regime, a condizione che tu abbia iniziato dopo il 1 gennaio 2008. Il commercialista è lo stesso che ti ha fatto iniziare con il regime ordinario?
[p+A news: Il-punto-sul-nuovo-regime-dei-contribuenti-minimi-2012-in-attesa-dei-chiarimenti-dell-Agenzia-Entrate]
:
ah, ok grazie, lo hanno chiamato "ex-minimi". Perfetto, avevo perso un passaggio.
:
@Kia
Ohddio, non so se c'è anche un altro regime che non si sa come cavolo si chiami, io intendo quello con l'iva al 5%, quello che dovrebbe essere appunto considerato "ex minimi"...
per quanto riguarda i requisiti mi sembra di non avere problemi, dovrei rientrarci tranquillamente, siccome però non ho un commercialista non so bene a chi rivolgermi e volevo capire se devo fare qualche dichiarazione/comunicazione all'agenzia delle entrate oppure passo al nuovo regime in "automatico".
Poi ho letto che le fatture non dovrebbero cambiare, ovvero dovrei sempre farle alla vecchia maniera senza l'iva e con la R.A. (considerando che io fatturo sempre a professionisti), ma la cosa mi sembra un pò strana...allora questo 5% di iva dove va messo??
Sarebbe quasi opportuno prendersi una laurea anche in economia...:S
:
@Ced
L'iva la paghi o meglio la versi sempre al 21%, fino all'eventuale prossimo aumento (agosto 2012?). Il 5% è l'imposta sostitutiva da pagare.
:
x ced:
il 5% non è iva. E' l'imposta a forfait (quella che adesso è del 20%). La ritenuta, ovvero l'anticipo sulle tasse da pagare, da quello che si capisce continuerà ad essere del 20%. E' per quello sul post di p+A scrivono che la fattura non cambia. Cambia quello che a fine anno devi pagare, in sostanza. Cioè non più il 20 % sui ricavi ma il 5%.

A me invece ha un po' inquietato il passaggio che ho letto sempre sul post di p.a. che dice che non deve essere proseguimento di una attività con gli stessi clienti e mezzi.....perchè alla fin fine quanti di noi sono finte p.iva che lavorano sempre per lo stesso cliente (lo studio pincopallino) con gli stessi mezzi (pc e programmi dello studio pincopallino)? Insomma non ho capito questa specifica....che però non ho trovato scaricando un pdf dal sito dell'agenzia delle entrate circa una decina di giorni fa con il testo della legge.....
Poi non ho capito un'altra cosa...chi è già minimo adesso, deve esercitare una opzione (cioè comunicare che è ancora minimo all'agenzia delle entrate) o si resta minimi di default perchè si verifivano le condizioni per esserlo?
La mia commercialista dice che nn devo fare un bel niente e che rientro nel regime dei nuovi minimi (io sono già minima dall'anno 2009 e la mia condizione non è cambiata: sempre guadagni ben al di sotto dei 30 mila), ma volevo sentire anche qualche altra persona magari qua sul forum che è nella stessa condizione.
:
provo a spiegare meglio la questione della mera prosecuzione.
Se ho una partita IVA aperta prima del 2008, non posso chiuderla e riaprirne una nuova con il regime dei nuovi minimi, a meno che:
caso 1. negli ultimi 3 anni non ho fatturato nulla.
caso 2. avevo un'attività di "altro tipo", quindi svolta in luogo diverso, con diversi mezzi e altri clienti. Per intenderci se facevo il fotografo e ora faccio l'architetto posso chiudere la partita IVA di fotografo e aprirne una di architetto con il nuovo regime dei minimi.
Per chi invece ha aperto la partita IVA dal 2008, e rispetta gli altri requisiti, rientra nel nuovo regime per 5 anni dall'inizio dell'attività o di più se allo scadere dei 5 anni di esercizio ha meno di 35 anni.
:
@Kia
io comunque sono nella tua stessa condizione, sono "minima" dal 2010, ho meno di 35 anni e fatturo meno di 30mila euro...ovviamente, come dici tu, anche io fatturo sempre allo stesso studio pincopallino e lavoro sempre con gli stessi mezzi, e come te mi sono appunto chiesta se devo comunicare qualcosa all'agenzia delle entrate oppure no...
per quanto riguarda il discorso del proseguimento della stessa attività con gli stessi mezzi io non credo sia un problema...a me pareva di aver capito che se tu prosegui un attività già avviata da parecchio (tipo azienda di famiglia che adesso passa nelle tue mani) non potevi usufruire di questo regime, ma non è ovviamente il nostro caso!
:
x ced.
La commercialista mi ha detto che non devo comunicare nulla all'agenzia delle entrate....speriamo bene. D'altra parte io non ho trovato nulla in merito ad una eventuale comunicazione da fare se uno è nel nostro caso...Anche io ho tutti i requisiti per restare almeno per il prossimo anno nei minimi (modificati).
:
Tra l'altro se la fattura rimane sempre con la ritenuta al 20% tanto meglio (almeno per me) perchè se qui in studio il capo capisce che poi quello che devo pagare io è il 5% non vorrei che fosse la scusa per pagarmi di meno. E sinceramente...col cavolo!
:
x Kia
beh alla possibilità che ci paghino di meno non ci avevo pensato :S
ma comunque non credo!
Vabè allora da quello che ho capito
1. Non dobbiamo comunicare niente all'agenzia delle entrate
2. Le fatture rimangono uguali
Prevedo comunque che ci sarà non poca confusione...
speriamo bene!
:
Avete visto che è venuta fuori una circolare dell'agenzia delle entrate qualche giorno fa su come si farà fattura?io devo ancora leggermela bene, ma pare che non ci sarà + questa ritenuta del 20% in fattura come si fa ora. Quindi bisogna un attimo rifarsi i conti. Quindi attenzione, perchè pare che le fatture non saranno uguali a come le facciamo adesso...d'altra parte, se l'ADE si esprime sulle fatture solo in data 22 dicembre.....insomma un po' tardino, perchè il 2012 è tra una decina di giorni....
:
Si infatti!!!
io continuo a non capirci nulla, anzi sono sempre piu confusa!
allora, ricapitoliamo:
fino ad oggi io ho fatto le fatture in questo modo 8fatturando sempre ad un architetto)
es: Totale fattura 1000 €
- r.a. 20% = - 200 €
Totale = 800 €
+ marca da bollo 1,81 €
insomma l'ho scritta un pò male ma il succo è questo...

Ora leggo che la ritenuta di acconto che sottraevo e mi veniva versata direttamente dall'architetto a cui fatturavo, non la devo più mettere.
Ma se non la sottraggo piu da qualche parte la dovrò pure pagare no??
mi rendo conto che la mia profonda ignoranza in materia non mi sta aiutando...
buon natale a tutti, comunque
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.