nuove fatture

messaggio inserito venerdì 6 aprile 2012 da Najeli

Najeli : [post n° 287730]

nuove fatture

Salve,
sono un libero professionista con partita iva a regimi dei minimi del 2011, con i cambiamenti avvenuti all'inizio dell'anno faccio un pò di confusione e con me il mio commercialista!!!
Fatture agli altri professionisti, aziende, società ect...hanno perso la ritenuta d'acconto, quindi ci sarà solo se dovuto il contributo inarcassa e l'onere della prestazione!
Fatture ai privati....hanno perso l'iva???

Quindi non esiste più differenza tra l'una e l'altra tipologia di fattura???

Grazie per la disponibilità!
eli71 :
Ma nel regime dei minimi l'iva non andava messa ne l'anno scorso, ne quest'anno,indipendentemente dal fatto che uno fatturasse a privatim professionisti o società. Se ho capito bene quello che intendi....
Najeli :
Quindi basta avere un modello di fattura sia per i professionisti che per i privati???
eli71 :
se sei iscritto all'ordine e fai fattura a un arch o ing non devi mettere il contributo inarcassa, negli altri casi invece lo metti.che io sappia queste sono le uniche due differenze
Najeli :
Scusami ma sono veramente allibita e stufa di dover essere anche commercialista!!! Il mio commercialista mi ha fatto fare fatture a privati con l'iva!!!
Comunque grazie della disponibilità!!!
^noel^ :
Già solo per il fatto che il tuo commercialista fa "un po' di confusione" con le novità introdotte nel 2012...direi che dovrebbe diventare il tuo EX commercialista.
Detto ciò i casi che mi vengono in mente sono due:
1) non aderisci al regime dei minimi (quanto alle nuove iniziative imprenditoriali) e, pertanto, è corretto l'aver applicato l'iva ai clienti (e non aver applicato la r.a.);
2) il tuo commercialista è veramente un po' troppo confuso e quindi non so come si potrebbe risolvere il fatto di aver applicato l'iva non avendo diritto a scaricarla nè a metterla in fattura.

Boh
kia :
se sei nei minimi non dovresti proprio parlare di iva!senza offese, ma il regime dei minimi come era nel 2011 era la cosa + semplice in assoluto da comprendere senza essere commercialisti, oltre che architetti. Bastava leggersi la guida fiscale della agenzia delle entrate dove è scritto e stra-scritto che per i minimi l'iva non va assolutamente messa in fattura e che per il contibuente minimo l'iva è un costo (cioè se mi compro una macchina fotografica come attrezzatura per lavorare considero il prezzo complessivo e non solo l'iva quando devo scaricare le spese). D'altra parte se dovessi mettere l'iva, che forfait sarebbe stato il 20% del 2011 e il 5% di adesso?
Non è che magari eri nelle nuove iniziative? per le nuove iniziative l'iva c'è in fattura......
Nei minimi, le differenze che potevi avere trovato tra fatture a privati e fatture a professionisti erano la ritenuta (ai privati nn veniva messa) e il 4% di cassa (ai privati andava addebitata mentre ai professisti iscritti a inarcassa no).
Adesso, con i nuovi minimi: fatture uguali per tutti, ovvero no ritenuta sia per privati sia per altri professionisti. La cassa invece come al solito verrà addebitata ai privati e non ad altri professionisti iscritti a inarcassa.
kia :
il senso del mio post precedente è che non si può andare dal commercialista e considerarlo un semi-dio e fare fatture senza sapere cosa si sta facendo perchè "lo ha detto il commercialista". Intendo, avere consapevolezza di quello che si fa.
Najeli :
GRazie!!!
Comunque vorrei spiegarti una cosa.
Nessuno ha mai considerato nessuno un semi-dio, il fatto è che essendo troppo pignolo, il mio commercialista mi ha detto ad un certo punto di lasciargli fare il proprio lavoro!!! e visto che lo pago ho ritenuto giusto la divisione dei ruoli!!!

A quanto pare c'è un sacco di gente incompetente in giro!!!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.