fattura con marca da bollo via mail

messaggio inserito martedì 4 settembre 2012 da arch. Serena

arch. Serena : [post n° 297614]

fattura con marca da bollo via mail

Sono un architetto con partita IVA aperta da poco , quindi rientrante nei nuovi superminimi. Alle mie fatture devo allegare una marca da bollo da 1,81 in originale da consegnare al cliente quindi si è creato il problema dell'invio per posta elettronica delle stesse. Il mio commercialista mi ha detto che non c'è un modo per mandarle via mail ma solo per posta ordinaria, qualcuno sa qualcosa in più? Mi sembra davvero scomodo e fuori dal tempo dover mandare per ogni fattura una letterina, tenendo conto che sono per lavoretti di grafica quindi di poco importo ma numerose. La solita tortuosa burocrazia italiana?
lucy_rome :
ciao,
io sono in una situazione simile, e visto la paga da fame ho pensato che la marca da bollo se la paga il committente, quindi non la metto
Gaetano :
Anche io lascio l'onere del pagamento della marca da bollo al committente.
Deve essere messa solo su fatture di importo superiore a circa 77 €
arch. Serena :
sì lo so, ma se poi non la mette? Nel mio caso il cliente è una casa editrice, non credo che qualcuno si prenderebbe l'onere di apporre una marca da bollo al posto mio.
Gaetano :
Penso che la fattura serve al committente per detrarla. In caso mancasse la marca da bollo, al committente stesso non verrebbe detratta fiscalmente la fattura. Penso che sia quindi interesse del committente l'apposizione della precitata.
Gaetano :
Penso che sia meglio almeno informare il committente di ciò (o trovare un accordo) per evitare che riduca il numero di lavori da affidarti.
john :
Guardate che non è così, le fatture e tutti i documenti contabili non assoggettati ad IVA sono soggetti ad imposta di bollo. Non è interesse del committente, è la legge. A limite, come per l'iva versata dal cliente, si può inserire in fattura lo stesso corrispettivo di 1,81 a carico del destinatario e poi si appone la marca.

La Marca da Bollo dal valore di 1,81 euro da applicare alle fatture sia cartacee che elettroniche è obbligatoria per importi superiori a € 77,47 così come stabilito dal DM 24.5.2005.
l'imposta, va assolta sia per fatture nazionali che verso Stati Esteri mediante l’apposizione della marca, per le fatture elettroniche la marca da bollo va assolta “in modo virtuale” mediante versamento con il modello F23 e va scritto sulla fattura.
arch. Serena :
io alla fine ho anticipato una copia via mail e poi ho mandato l'originale con marca da bollo posta.
exl :
Sulla fattura originale, il professionista, deve apporre la marca da bollo originale, che verrà successivamente archiviata dal professionista stesso che l’ha emessa mentre una copia conforme verrà spedita o consegnata a mano direttamente al cliente, sulla quale sarà indicata una specifica dicitura e il numero id della marca da bollo con la data di emissione:

Imposta di bollo assolta sull’originale. ID xxxxxxxx data xx/xx/xxxx
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.