2013: aumento contributi minimi inarcassa a 3.000 euro

messaggio inserito martedì 2 ottobre 2012 da luca

luca : [post n° 299947]

2013: aumento contributi minimi inarcassa a 3.000 euro

Salve ho appena saputo da un delegato inarcassa di Roma (Antonio Marco Alcaro) che i contributi minimi per l'anno 2013 saranno di 3000 euro.
Ora mi chiedo:
com'è possibile che in un periodo di crisi abbiano aumentato i contributi minimi prima del 50% e poi ancora del 30%?
com'è possibile che la notizia non si sia divulgata e che un solo delegato su 220 l'abbia publicizzata?
com'è possibile che in un periodo di crisi abbiano pensato di rendere obbligatoria sia l'assicurazione professionale che la formazione continua quando per la maggior parte di noi sono del tutto inutili?
che non si siano chiesti che per il 50% dei 160000 iscritti che dichiara meno di 15.000 euro non sia un problema pagarli?
Spero che la notizia sia divulgata il più possibile e che si pensi a qualche forma di protesta
Per maggiori informazioni potete consultare il sito amatelarchitettura notizie da inarcassa n.8
archandrew :
Potrebbe essere un modo per diminuire il numero degli iscritti all'Odine che è, con molta evidenza, sproporzionato rispetto alle necessità del mercato.
ponteggiroma :
ah certo bel sistema archandrew... allora risolviamo il problema a monte: anche l'aumento delle tasse universitarie sarebbe un buon sistema per far fuori una parte di studenti che non se le potranno permettere. Così i meno abbienti possono rinunciarci da subito! Ma insomma vorrei capire una buona volta se quando ragionate usate il vostro cervello o quello di qualcun'altro?
archandrew :
Sei te che vivi nel mondo delle favole. Pensi che il numero attuale degli architetti italiani sia proporzionale alle necessità del paese? Siamo 150.000. Un terzo dell'intera Unione Europea.
Sicuramente bisognerebbe abbattere il numero di posti in architettura sin dall'università. Non solo aumentando le tasse (che permetterebbero di avere un insegnamento di maggiore qualità ) ma anche facendo una selezione seria basata solamente sul merito, senza distinzioni di reddito. Oppure pensi che l'università di massa italiana funzioni bene?
ponteggiroma :
Certo perchè le università e la ricerca andrebbero finanziate con i soli soldi degli iscritti vero? Non con i finanziamenti esterni pubblici o privati che siano come avviene in tutti i paesi civili.
In questo modo tagliamo subito ogni speranza a chi non ne ha la possibilità economica ... Bravo complimenti tu si che sei avanti, incentiviamo il reddito invece del merito... Ora si capisce perchè abbiamo una classe dirigente così, effettivamente ce la meritiamo...
Comunque forse hai ragione tu archandrew ... il mondo è fatto per chi ha le possibilità economiche ed io che sono partito da zero (anzi meno) forse non avrei neanche diritto a partecipare a questi forum ...
ponteggiroma :
Ah Dimenticavo... visto che qui vengono citate spesso leggi e norme varie leggiti l'art3 della Costituzione Italiana ... prima che venga abrogato anche quello!
archandrew :
Ma io ho scritto il contrario: "facendo una selezione seria basata solamente sul merito, senza distinzioni di reddito". Cioè l'università deve essere garantita ed agevolata (con borse di studio) solo per i meritevoli e non per i meno abbienti. Chiaramente anche una persona povera può studiare e "meritare" la borsa di studio.
Sono d'accordo che l'università deve essere finanziata in parte dal privato ed in parte dal pubblico.

L'Art 3 è in linea con il mio discorso.
archandrew :
Art. 34 della Costituzione:
capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi.
ponteggiroma :
diciamo che te sei salvato in calcio d'angolo... perchè stavi iniziando a spararle grosse!
archandrew :
Quale calcio d'angolo? Direi che hai letto meglio il mio post.
Come avevo scritto credo che l'aumento dei minimi inarcassa sia un'occasione per sfoltire l'alto numero di architetti che fatturano poco portandolo ad una quota consona alle esigenze del mercato.
ponteggiroma :
e insisti... allora ce sei!
Tata72 :
Che aumentare le tasse universitarie e dare borse di studio ai meritevoli sia una buona idea mi trova perfettamente d'accordo (perlomeno non dovrei più spiegare ad alcuni colleghi come si fa il volume di un solido...), ma che aumentare i contributi minimi serva per ridimensionare il numero degli architetti è una c..... pazzesca!!! Il tuo era un post ironico, vero?
Ily :
Il problema è che siamo noi ggggggggggggiovani a pagare per tutti... :-(((
Kia :
eh,eh, abbiamo capito perchè ci prendono a lavorare a p.iva preferibilmente: costiamo di meno e paghiamo loro la pensione. (valido soprattutto per chi ha il capo in pensione ma ancora con lo studio...)
archiBUGIO :
Ragionamento ineccepibile....che i "professori" applicano anche dove c'è da sfoltire ...ehm..cioè..loro dicono razionalizzare... prendete i lavoratori...per non gravare sulle casse dello stato..li si manda in pensione sempre più tardi..o li si "frega" creando degli ostacoli INSORMONTABILI a quei pochi che pur di andare in pensione sarebbero disposti a rimetterci...mi stupisco che abbiate capito solo orail modus operandi dei "Montiani"...se non si può impedire l'accesso a determinati servizi cosa si fa?....Se ne innalza a dismisura il prezzo...et...voilà...si fa selezione naturale...e le leggi NON servono più!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.