PARERE PROFESSIONALE!

messaggio inserito martedì 19 dicembre 2017 da InteriorD

InteriorD : [post n° 404056]

PARERE PROFESSIONALE!

Ciao a tutti! Sono un Interior Designer e lavoro da 5 anni all' estero in un famoso Studio di Architettura ma in un futuro vorrei ritornare in Italia cosi sto facendo qualche colloquio. Non capiro' mai come sia possibile che in Italia il "mondo" dell' architettura sia cosi regredito, che nessuno si lamenti o faccia qualcosa. In poche parole tutti a fare gli schiavi sottopagati o a dividere stanze per creare Studi o a lavorare per altri come lavoratori autonomi!!!
QUESTA COSA MI SEMBRA INCREDIBILE e mi chiedo come possa capitare solo nel mondo dell' architettura, e' come se domani una qualsiasi Azienda elettronica inizi ad assumere personale con partita IVA, ma perche' nessuno ci TUTELA!Mi spiagate il senso?
Dove lavoro io si ha contratto Permanent (malattia e 28ferie pagate), il salario sale ogni anno e vari bonus.

Ho fatto un colloquio alcuni giorni fa per uno Studio in Italia e mi fanno ridere (ma tanto):
- noi "assumiamo" solo con Partita IVA (quindi saresti autonomo)
- ferie 20 giorni
- no 13 e 14sima
IN PRATICA E' SOLO UNA PRESA PER I FONDELLI...come dice un mio amico, ha piu' sicurezze e guadagna di piu' un dipendente nel retail che almeno ha malattia,ferie e 13/14sima di Noi!

Comunque per venire al sodo, come fate ad avere la certezza che non vi possano lasciare a casa e quindi esser sicuri per eventuali investimenti futuri?

Scusate per lo sfogo! ciao
sclerata :
come facciamo ad avere la certezza?

non ce l'abbiamo.
d.n.a. :
Ben tornato in Italia.. non hai letto la scritta al confine, lasciate ogni speranza o voi che entrate?
A quanto dicono lo stesso trattamento vale per commercialisti e avvocati, quindi non è limitato allo sfavillante mondo dell'Edilizia (in italia NON si fa più architettura, si fa solo Edilizia) per rispondere alla domanda, certezza non ve n'è alcuna, abita solo nella buona fede e nel rispetto umano... accetta il consiglio, resta all'estero, fatti una famiglia, comprati una casa e buona vita...
Nina :
Ascolta il consiglio di d.n.a., resta dove sei. Puoi goderti l'Italia passandoci le vacanza che è anche meglio.
kia :
purtroppo non ci sono certezze. L'unica cosa, negli studi, è sperare di avere a che fare con persone per bene. Nonostante tutto non ho mai avuto il classico bidone di non essere pagata ma comunque il soldi sono pochi.
A meno che la tua scelta di tornare in Italia non sia dettata da motivi familiari, forse è meglio che stai dove il tuo lavoro viene apprezzato e adeguatamente remunerato.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.