Collaboratore non abilitato

messaggio inserito giovedì 8 marzo 2018 da de51

[post n° 406824]

Collaboratore non abilitato

Sono laureato in arch ma non abilitato e senza partita iva. Ho l’opportunità di poter collaborare con un architetto per una direzione lavori, naturalmente vorrei sfruttare l’occasione per fare esperienza, ma ci sono alcune questioni che non ho ben chiaro:
1- C’è qualche impedimento normativo per un laureato non abilitato per poter fare il collaboratore del DL?
2- Qualora fosse possibile, dovendo accedere alle aree di cantiere è necessario che mi doti di una polizza assicurativa contro gli infortuni?
Per maggior chiarezza si tratterebbe di una collaborazione occasionale, retribuita con ritenuta d’acconto.

grazie in anticipo
:
1- come laureato non abilitato non puoi essere dd.ll., quindi si c'è impedimento, ma nulla toglie che puoi andare come collaboratore del dd.ll. senza alcun formale incarico.
2 - la poliza infortuni sarebbe cosa buona e giusta, non obbligatoria, ma ad intuito osserverei che il suo costo non sia giustificato da quanto guadagni. sicuramente starai attento e sicuramente entrerai con scarpe antinfortunio e caschetto (me ne raccomando, un chiodo l'ho pestato pure io, ero giovane e mi ha fatto male, e la lezione mi è servita)
:
La mia risposta semplicistica è:
PARTI. Da qualcosa devi partire. Poi ci pensi. Non ti preoccupare, nessuno ti dirà mai nulla e non penso che il tuo capo ti faccia firmare qualcosa ovviamente... Poi magari non ti piace o diventa impegnativo e vedi che non puoi proseguire e te ne farai una ragione. Ma inizia
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.