CONTRATTO D'APPALTO PRIVATO - PRIMO INCARICO

messaggio inserito lunedì 9 luglio 2018 da steblo

[post n° 410713]

CONTRATTO D'APPALTO PRIVATO - PRIMO INCARICO

Buongiorno,
sto preparando il primo contratto d'appalto per la ristrutturazione di un'appartamento.
Ho una minuta base in un libro che ho comprato e ho trovato vari esempi in internet, vorrei capire se alcune voci del contratto sono davvero necessarie o meno. Per esempio la fideussione bancaria dell'impresa... la garanzia del contratto a carico dell'impresa...
Il prezzo base é stipulato con base nel computo metrico che é in parte a misura e in parte a corpo (piccole cose)... alcuni valori come é normale in una ristrutturazione potranno variare no? Alcuni imprevisti... misure non perfette... etc etc.. Come vanno indicati nel contratto?
Quanto si indica nella % di acconto? 10%?

Grazie per le dritte..
:
La fideiussione sarebbe buona cosa, ma è un onere, che nell'appalto privato difficilmente si fa digerire all'impresa.
E' ovviamente possibile che i valori non varino, è altrettanto ovvio che è meglio non varino, ergo, il tuo computo sia maggiormente possibile preciso e dettagliato, onde evitare sgradevoli sorprese al cliente e rotture di testicoli a te. nel contratto vanno indicate come si approvano le varianti e come si determina il prezzo delle voci eventuali fuori computo.
Lo sconto va ovviamente concordato tra impresa e committente, e indichi ciò che è di accordo.
consiglio, fare sempre rispettare quanto a contratto e a computo, tutto quanto a computo deve essere realizzato, bene e al meglio della buona regola. Mai sorvolare sui dettagli e mai porsi il problema se il prezzo pagato è remunerativo per l'impresa o troppo esoso per il cliente. questo perchè molto spesso tu indichi un materiale ma l'impresa prezza con un altro tipo di materiale meno costoso, ma tu sei il progettista, tu hai deciso quel materiale e quello deve SEMPRE essere posato, salvo che la soluzione proposta sia ritenuta da te e spiegando al committente, migliorativa rispetto a quanto a computo, e magari per lo stesso presso, o per altro prezzo, comunque concordato e prima. Occhio che le roture di scatole, nonchè le rogne legali sono dietro l'angolo su queste faccende. Non ragionare come fosse casa tua, ragiona con la massima puntigliosità che puoi.
:
Ciao! Grazie mille per l'attenta risposta.
ti chiedo alcune cose che non capisco (o meglio non conosco)...
Fideussione posso tirarla quindi... (siamo giá fuori budjet e per cui devo tirare al limite)
Ho fatto un computo molto ben discriminato, e ho diviso le competenze... ovvero Opere Edili (Demolizioni, Cartongessi, tinteggi, assistenze, intonaci) e poi a parte Idraulico, Elettricista, Aria condizionata, Carpinteria, Pavimenti in microcemento, Piastrelle e pavimenti bagni.
Cosa intendi con lo sconto? Ho mandato 3 computi e in base ai prezzi abbiamo poi scelto l'impresa... non ho fatto io stesso un preventivo..
Il progetto é molto ben dettagliato, per cui non ci sono problemi da quel punto...
Il contratto che mi appresto é per l'impresa edile, per cui tutte le finiture non sono a suo carico...
Ragiono proprio come fosse casa mia! Ovvero come penso dovrebbe essere...!

:
la fideiussione puoi chiederla, ma non sono certo della sua obbligatorietà, se lo è è tuo diritto, se non lo è, devi chiederla all'impresa che deve accettare.
avevo letto sconto invece che acconto, ci vedo troppo poco ultimamente.. sai la vecchiaia...:-D.. acconto si 10% va bene.
Domanda, se sei tirato con il budget, perchè incaricare anche delle opere elettriche e idrauliche un'impresa edile, che non fa altro che girare il lavoro ad un altro, e rincarare sul prezzo, scomputa e appalta direttamente ad altra impresa, risparmi così, e segli chi ti fa il lavoro direttamente, Tanto se nascono problemi lo scarica barile impresa impiantista c'è sempre..
Ragiona da tecnico non da committente, noi siamo tecnici, ci vengono richieste competenze superiori (se facciamo bene il nostro lavoro). se ragioni come fosse casa tua rischi di dare per scontate cose che non lo sono o viceversa dai peso a cose irrilevanti. se ragioni da tecnico hai una visione esterna alla cosa, legale, e non campata sull'umore, sempre vigile e attenta, non superficiale e sempre giustificabile, cose che chi paga a volte non ha, perchè al grido di quello che non si vede va pagato poco, non si arriva ad un buon risultato.
:
No no mi sono spiegato bene forse... ho scorporato quasi tutto. Solo le pareti in cartongesso sono incluse nel contratto dell'impresa e anche i tinteggi... ma per avere meno rotture da mia parte..
Quanto dico come fosse casa é perché ci tengo che le cose vengano fatte come dio comanda... bene insomma!
:
buon lavoro allora!
:
atelierpeninsular.com!
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.