INARCASSA

messaggio inserito giovedì 24 settembre 2020 da Villanova

[post n° 437301]

INARCASSA

Buonasera a tutti, ho una domanda da fare. Se io ho iniziato a lavorare con p.iva prima di fare l'esame di stato ed ho emanato due fatture, ora che mi iscrivo all'ordine e di conseguenza all'incassa posso versare l'anno prossimo nella dichiarazione dei redditi i contributi che riguardano anche quelle due fatture all'inarcassa? Il mio commercialista dice di si perchè dice che io non sono iscritto a nessuna cassa (cosa che io pensavo di essere iscritto a cassa separata inps).
:
Non puoi versare contributi di fatture emesse prima dell'iscrizione...
"non sei iscritto a nessuna cassa"? Dipende con che codice hai aperto la partita iva ma di sicura hai la gestione serapata...
cambia commercialista!
:
Evidentemente no
:
Quindi se io devo iscrivermi all’ordine ora e di conseguenza ad inarcassa solamente per i mesi di ottobre-novembre e dicembre non conviene. Conviene restare fino a quest’anno in gestione separata e poi a gennaio del nuovo anno iscriversi all’ordine e quindi inarcassa?
:
Dipende dal fatturato che si prevede... bisogna considerare che, anche se teoricamente possibile, il ricongiungimento dei contributi sarà molto complicato perciò se si prevede di fatturare molto forse conviene iscriversi subito, altrimenti tanto vale aspettare l'anno nuovo.
In ogni caso i contributi minimi Inarcassa 2020 verrebbero calcolati proporzionalmente ai mesi di effettiva iscrizione.
:
precisazione: le fatture che hai emesso prima di fare l'esame di stato, non potevano certamente essere come architetto perchè non avevi ancora il titolo. saranno state come disegnatore al massimo, o comunque con un codice ateco non certo da architetto se no hai dichirato il falso e hai commeso un reato (mi chiedo il tuo commerciaolista come ti avrebbe peraltro aperto la posizione senza titolo abilitante e iscrizione all'albo...).
qui c'è una cosa fondamentale che non torna, ed è motlo grave non solo che tu non abbia chiara questa cosa (cioè che senxa esame di stato sei un semplice laureato sena alcun valore legale a livello professionale) ma che nemmeno il tuo commercialista lo sappia
:
altra precisazione perchè non ci dai abbastanza elementi ma mi pare tu abbia le idee molto confuse: se tu ora sei abilitato ma sei solo iscritto all'albo, non puoi assolutamente emettere fattura come architetto. non puoi timbrare, non puoi firmare come libero professionista, non puoi firmare titoli edilizi. per farlo devi per forza avere inarcassa e RC professionale. adesso puoi solo aprirti una posizione fiscale come disegnatore o essere assunto come dipendente, non puoi in nessun modo fare la professione dell'architetto intesa come professionista che progetta e firma e rilascia fatture. non ne scappi. no prestazione occasionale, no gestione separata, no altro.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.