Onorario rilievo e restituzione grafica

messaggio inserito mercoledì 15 settembre 2021 da Marco

Marco : [post n° 451037]

Onorario rilievo e restituzione grafica

Salve,
So che è un tema già trattato ma non ho trovato risposte ai miei dubbi.
Uno studio composto da più professionisti mi ha chiesto di fare rilievo e restituzione grafica dello stato di fatto di alcuni condomini più le tavole dell'intervento ai fini del superbonus 110.
Io non ho responsabilità e non firmo niente. Si tratta di due tavole per condominio. Entrambe comprendono in scala 1:100: pianta cantina, pianta piano rialzato, pianta piano tipo, pianta copertura, tutti i 4 prospetti ( o solo 2 o 3 dove l'edificio non ha tutti i lati liberi) e un paio di sezioni. I disegni non devono essere particolarmente dettagliati e non è necessario riportare le divisioni interne degli alloggi. La tavola dell'intervento è identica a quella dello stato di fatto, nella stessa scala e con la sola aggiunta di cappotto e pannelli solari sulla copertura, piu due dettagli costruttivi 1:20: stratigrafia della parete perimetrale e della copertura dove viene aggiunto l'isolante. Il rilievo consiste in un paio di ore in cui insieme a loro vado a prendere qualche misura sopratutto altezza interpiano, altezza copertura e dimensione infissi perché spesso mi danno catastali o vecchie tavole di progetto per ricostruire le piante o addirittura mi danno la pianta del piano tipo già ricostruita sommariamente da loro. Io voglio chiedere 100€ ad unità fino a 10 alloggi, e 80€ dall'undicesima in poi. I condomini sono tutti di minimo 10 alloggi (fino anche a 50-60) quindi sto chiedendo dai 1000€ in su per due tavole in scala 1:100.
100 € ad unità è troppo? È poco? È giusto?
Grazie.
ArchiFish :
Hai la minima idea di cosa significhi coordinare le operazioni di rilievo in un condominio? Ovvero, fissare appuntamenti con tutti i condomini, pregare dio che si facciano trovare il giorno e l'ora stabilita, combattere con quelli che non vogliono farti entrare o che ci sono solo ad orari improponibili e hanno tempo 10 minuti, eventuali spiegazioni su cosa stai facendo (non entrare mai nei dettagli superbonus), eventualmente raccogliere documenti caldaia, foto agli infissi, agli impianti, ecc, ecc.
Solitamente , in tema di condomini, salvo sia uno solo e con non più d 8 appartamenti, il rilievo e la raccolta documentale è cosa che va gestita da studi strutturati/attrezzati, da più di una persona, meglio se con laserscanner (ti consente di fare mediamente un appartamento in 45 minuti o un'ora). Diversamente rischi di impiegare una vita a rilevare ogni U.I. e le parti comuni. Il tutto col supporto ed il coordinamento dell'amministratore di condominio.
Per i prezzi fai le tue valutazioni, anche in funzione del tempo che sarai impegnato. Di certo se sei un semplice "assistente/manovale" lascerai ad altri tutte le tragedie di cui sopra, ma non svenderti.
Marco :
Questa risposta non è utile perché chi l'ha scritta non ha letto la domanda. Io non ho chiesto come si coordinano le operazioni di rilievo per un condominio. Ho descritto dettagliatamente le mie mansioni e responsabilità e chiesto un consiglio sull'onorario relativo a quelle mansioni. Il commento risponde a domande che non ho fatto e per l'unica cosa che ho chiesto la risposta è "fai le tue valutazioni". Grazie lo stesso.
ArchiFish :
A me, hanno insegnato che se chiedo qualcosa, se anche l'interlocutore fa un ampio preambolo (comunque attinente) prima di concludere con la risposta, quanto meno porto rispetto. In fondo la risposta, non è dovuta ed è pur sempre una cortesia. Ma soprattutto, perchè, nel contesto in cui sono cresciuto, se avessi replicato coi tuoi modi, in cambio avrei ricevuto solo ceffoni (in senso morale e pure fisico).
Nello specifico, la risposta alla tua domanda c'è, quindi forse, sei tu che non hai letto (ho capito) il mio intervento. Forse paghi lo scotto dell'inesperienza, ma ciò non ti giustifica per il fare pretenzioso ed arrogante.
Provo a riformulare il mio parere. Nessuno può dirti quanto farti pagare. Sei tu che devi attribuire un valore al tuo tempo ed alla qualità del tuo operato poichè solo tu sai quanto sei efficiente o rapido, che "strumenti" usi o hai a disposizione, quali costi sostieni per la tua attività e che costi devi sostenere per l'incarico.

PS
da come descrivi il tuo incarico, ci sono parecchi aspetti poco chiari. Racconti un metodo un po' caotico ed approssimativo, che lascia spazio ad errori e fraintendimenti (anche in tema di ruoli), considera anche questo nel calcolare il tuo compenso, poichè potresti ritrovarti con colpe/responsabilità che non ti appartengono o ostacoli di percorso (il preambolo voleva essere un suggerimento sulle problematiche).
unfor :
Marco, stabilisci un compensio orario e lavora con quello.
Marco :
I miei 100€ ad unità sono scaturiti da un compensio orario calcolato su i primi due lavori fatti. Ho preferito definire un costo ad unità perché lavoro a casa e faccio pause, faccio altro. Per i primi due è stato difficile contare le ore di lavoro. Mi chiedevo se non fossero pochi 100€ ad unità, tutto qui.
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.