colori

messaggio inserito mercoledì 9 giugno 2004 da silvia

[post n° 22740]

colori

Scusate ho un problema per quanto riguarda la stampa di colori.Sullo schermo appaiono in un modo ma quando poi vado a stampare non sono gli stessi da cosa dipende??
:
Da circa 1 milione di cose... il monitor è lcd o a tubo catodico? La stampante è in quadricromia o esacromia (4 o 6 cartucce di colore)?
Considera che la resa (la stampa) + vicina possibile allo schermo è raggiungibile con un flat screen tubo catodico ed 1 stampante in esacromia!
:
La stampante e il monitor generano il colore in modi diversi.

Le stampanti e il sistema CMYK (cyan, magenta, yellow, black).
La stampante produce la stampa utilizzando una serie di punti di tre colori primari: ciano, magenta e giallo. Quando vengono sovrapposte pari quantità di questi tre colori, si ottiene il nero.
La stampante può sovrapporre due colori per produrne un terzo.
Ad esempio, magenta e giallo danno il rosso. Ciano e magenta danno
il blu, ossia ciano e magenta vengono sovrapposti per
ottenere il blu. Per produrre colori meno saturati, la stampante
“miscela” il bianco lasciando alcuni punti non stampati.
Miscelando il magenta con i punti non stampati si ottiene il rosa.
Sebbene pari quantità dei tre colori primari diano il nero, la stampante
include inchiostro nero separato per produrre del nero molto denso in
quelle immagini che presentano una grande quantità di testo nero o di
sfondi neri.
Questi quattro color (ciano, magenta, giallo e nero) rappresentano il
sistema di colori denominato CMYK.

I monitor e il sistema RGB (red, green, blue).
Nel monitor, il colore viene proiettato sullo schermo.
I tre colori primari proiettati dal monitor sono il rosso, il verde
e il blu. Quando vengono proiettate pari quantità di questi tre colori,
si ottiene il bianco. Questi tre colori rappresentano il sistema
di colori noto come RGB.
La superficie del monitor consiste in migliaia di punti al fosforo.
Per produrre il rosso, il monitor proietta fosfori rossi.
Per produrre una tonalità meno saturata di rossa (rosa) il monitor
accende due fosfori rossi su tre. Per produrre colori meno saturati, la
stampante aggiunge punti bianchi non stampati, mentre il monitor accende
un numero inferiore di fosfori.
Un’altra importante differenza tra la stampante e il monitor è il modo
in cui i due dispositivi traducono la luce. La carta riflette la luce,
mentre il monitor emette luce.
A causa di questi diversi metodi, le stampanti e i monitor hanno due
diverse gamme di colori.

Elaborazione delle immagini.
La differente modalità di produzione del colore da parte della stampante
e del monitor è la ragione per cui il documento stampato può apparire
diverso dal documento visualizzato sullo schermo.
Per compensare questa differenza, i colori vengono convertiti dal DRIVER
della stampante utilizzando l’elaborazione delle immagini.
L'elaborazione delle immagini converte un file per computer in un file
per stampante.

La stampa CAD sotto windows, inoltre, è un balletto continuo; perché tutto
funzioni correttamente è necessaria la totale compatibilità tra le
componenti della Stazione di lavoro: è un continuo rincorrersi tra
programma e sua versione, sistema operativo e sua versione, modello di
plotter e sua versione di protocollo interno; ognuna di queste deve
essere compatibile con le altre; a volte viene coinvolta anche la scheda
grafica.
Queste compatibilità le garantiscono i DRIVER.
Questi drivers devono essere altamente sofisticati.
Noi disponiamo di questi drivers e sono consigliati anche dalla
stessa HP.
Sul nostro siti se ne possono leggere le cartteristiche.

www.paolocasella.it
>>>driver HPGL - winline-cosa ne pensa HP
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.