Software per render 3d

messaggio inserito martedì 4 ottobre 2016 da hessein

hessein : [post n° 387568]

Software per render 3d

Salve ragazzi,volevo sapere il ''miglior'' programma per effettuare render 3d abbastanza veritieri e realistici,in rete se ne leggono a decine come
Cinema 4d
Maya
Artlantis
3ds max
Archicad dal 18 in poi con c4d integrato (vero o sbaglio?)
Comunque vorrei sapere quello che unisce semplicità (quindi poco tempo per imparare ad usarlo) e qualità finale.
Ovviamente vorrei partire da una semplice piantina realizzata in 2d e ricavarne un 3d.
grazie a tutti.
alsi :
Non esiste risposta alla tua domanda.
Un po' come se uno chiedesse: Qual é la automobile migliore per andare a lavoro da casa? Chiaramente che consumi poco e non sia costosa ma che sia anche bella e ben accessoriata...

Tutti i programmi cercano di raggiungere una situazione di comando semplice e dal risultato piú soddisfacente. Con Archicad puoi alzare velocemente un 3d dalla pianta, tuttavia se devi usare delle superfici complesse meglio passare a Cinema 4d...
Con 3DStudio di si importa da Autocad in modo dinamico e ogni volta che aggiorni il 2d si aggiorna automaticamente il 3D.... ecc.
hessein :
Ti ringrazio per la risposta,bè quello che mi interessa ora come ora è un software che necessita di poco tempo per essere usato bene quindi > semplice , e magari qualche guida sul come usarlo se l'hai o riesci a linkarmela,grazie ancora.
aspirantearchitetta :
Dipende molto dall'uso che ne devi fare. Archicad è comodo perché puoi fare tutto in uno: piante, prospetti, sezioni, 3d, ma anche calcolo delle superfici ecc. perché è un bim. Non l'ho usato dal 18 in poi per cui non ti saprei dire sui render, ma con le versioni precedenti ho usato artlantis e mi sono trovata bene.
Mentre se ti serve un metodo di lavoro "tradizionale", ovvero hai già piante e prospetti in autocad, secondo me il metodo più semplice è sketchup+vray oppure rhino+vray.
Probabilmente anche 3ds e cinema sono molto validi, però da quello che mi hanno spiegato i colleghi, alla fine non convengono tantissimo, perché richiedono molte ore di lavoro per un risultato sicuramente di ottima qualità, ma che magari non serve nel 90% dei lavori ordinari.
Comunque una buona parte di realismo (secondo me un 70%) si ottiene con la postproduzione in Photoshop, che non è scontato. Mi sembra che sia cinema che artlantis abbiano la possibilità di avere il file finale in psd. I layer già pronti degli oggetti, profondità di campo ecc. ti agevolano il lavoro, per cui magari mi orienterei su un programma che ha queste opzioni.
alsi :
quanto dice aspirantearchitetta é vero, non esiste il render perfetto, photoshop é indispensabile. Oggi Archicad ha un buon motore render da cinema. Se sai usare Autocad allora Rhino di sicuro sará facile da imparare. Ma Rhino non ha una buona render engine, allora devi aggiungere V ray per esempio. Anche sketchup é veloce, anche li una render engine sará necessaria.
hessein :
Perfetto,ho preso (e smanettato leggermente) sketchup pro 2014 e gli ho unito il vray,allora è molto intuitivo (forse troppo) da usare,non male.
Ora i miei dubbi sono sostanzialmente
-Dispongo anche di c4d r17 (oltre che photoshop cs6) sarebbe possibile esportare da sketchup il file finale ed aprirlo in c4d e da quest'ultimo fare solo il render?Se si come?Come devo esportare

-E' possibile lavorare su sketcup con il dwg?Sono riuscito ad importarmelo ma non riesco a lavorarci,me lo apre piccolo e quando zoommo mi perdo

-Per quanto riguarda ombre / luci devo impostare qualche settaggio particolare (su sketchup/vray?) se magari non vi stresso troppo ed avete una guida ve ne sarei grato ! :D
48hour :
Prima rispondo alle tue domande:
- se vuoi esportare il tutto su c4d si può fare (basta l'estensione .3ds) però devi ricordarti di dare un colore ad ogni tipo di materiale su sketch-up così che c4d riconosca i materiali differenti.
- lascia stare il dwg, ridisegna tutto da capo e usa fin da subito i gruppi (se non usi i gruppi ogni volta che due facce si avvicinano si incollano e fanno un casino e il copia-incolla è improponibile)
- Qui una guida per vray 1.6 o 2.0 (tanto se usi sketch-up 2014 mi pare ci fosse quello al tempo)
https://www.vray.com/vray_for_sketchup/manual/index.shtml

la domanda del post invece è di una certa complessità... comunque sicuramente bisogna fare una prima distinzione tra programma di modellazione e motore di render.

Il motore di render è abbastanza facile da scegliere: v-ray, non c'è dubbio, non tanto per la facilità d'uso ma per il numero di materiali, e per i tutorial che si trovano in giro. Inoltre fortunatamente esiste per qualsiasi programma di modellazione quindi puoi cambiare programma ma portarti dietro le conoscenze acquisite con v-ray.

Mentre il passaggio più complesso è lo scegliere il programma di modellazione.
se devi modellare un edificio per render esterni io ti consiglio sketch-up o Revit (che se sei architetto ti consiglio anche per tutto il resto) entrambi però non gestiscono minimamente la vegetazione che quindi andrà aggiunta con photoshop.

se devi modellare un interno (soprattutto se si tratta di una stanza o poco più) invece devi usare per forza un programma più "complesso" e potente per avere dei risultati decenti e quindi ti consiglierei un programma come 3ds max. Questo perché più la scena è ridotta e più necessiti di dettaglio e questo si raggiunge utilizzando oggetti con molti poligoni, che ovviamente non puoi modellarli direttamente tu ma devi prenderli da internet magari con i materiali già applicati.

Visto che il processo corretto per fare render di grande impatto in poco tempo sarebbe:
Revit (modellazione generale) - 3ds Max (vegetazione e arredo di dettaglio) - Vray - Photoshop (post produzione)
ma comprendo che non si può partire con 4 programmi uno più complesso dell'altro ti consiglio di fare così:
Sketch-up (quasi demenziale da imparare) - Vray - Photoshop
E fra un annetto, magari quando maneggerai la post produzione e il motore di render, inserisci gli altri due.

P.S. potrei sembrare di parte nella scelta del mondo "autodesk" però tristemente più i programmi sono diffusi e più è facile trovare oggetti da inserire e tutorial da guardare, inoltre alcuni programmi come revit e 3ds max lavorano in forte sinergia, il che non è male.
P.P.S. Ah se non sai l'inglese prima fai un corso per quello
aspirantearchitetta :
Suvvia alsi, non partire così in quarta, magari è uno studente come me e sono versioni di prova.
Anche per un professionista, si cerca di provare dei programmi per capire quale fa per te, e poi si compra. Magari chi si è laureato qualche anno fa, con professori che ancora ti chiedono cose disegnate a mano, non ha avuto la fortuna di impararli da studente.. Io stessa prima dell'erasmus (4° anno) non avevo fatto un render in vita mia!
Comunque tenendo in conto il discorso economico, per chi è in una piccola realtà professionale, convengono Rhino o Sketchup, molto più economici degli altri, ragione per cui fin da adesso mi sono orientata ad usarli per la maggiore, in ottica della professione futura.
Hessein :
Alsi non ho capito se il messaggio fosse ironico o meno , sono al 3 anno della triennale (quindi laurea a breve) e lavoro in un'azienda edile locale riconosciuta tra le migliori,prende appalti sia all'estero che in italia (lavori che nel 90% comportano il costruire da 0 non la "semplice" manutenzione) mi é stato affidato un 3d da realizzare da qui a due settimane e mi é stato dato il top per riuscirci,ma nonostante questo io essendo ancora studente potrei avere LEGALMENTE e direttamente da autodesk licenze tri-ennali per studenti su tutti i suoi prodotti.

Fatta questa breve parentesi ringrazio tutti per le risposte,quindi alla fine inutile esportare su c4d solo per il render finale?Io adesso devo effettuare render 3d di strutture,se volessi passare ahli interni?I programmi cambiano?
Hessein :
Per quanto riguarda sketchup cosa sono i "gruppi" da te citati sopra?grazie ancora dell'aiuto
aspirantearchitetta :
I gruppi sono come una specie di "blocchi" di autocad, ad esempio crei un muro e con ctrl+g crei un gruppo su quel muro. Dopodiché per modificarlo devi cliccare due volte sul muro stesso, e ti blocca tutto il resto del disegno, così puoi lavorare solo su quel elemento, ad esempio aggiungendo una finestra.
Quando poi vuoi spostare o copiare l'elemento, clicchi e ti copia tutto il gruppo, mentre senza gruppo ti sposterebbe una singola linea oppure ti deformerebbe il muro, senza portarsi dietro la finestra ecc.
A volte ti può anche servire esplodere un gruppo, ma non mi ricordo qual è la scorciatoia, ma anche con il tasto destro puoi fare group/ungroup.
Ps: per il resto concordo in tutto e per tutto con i suggerimenti di 48 hour.
48hour :
Aspirantearchitetta ha risposto chiaramente alla questione dei gruppi, però è fondamentale anche l'uso dei componenti (che sono l'equivalente esatto dei blocchi di autocad), molto simili nel funzionamento ma con la differenza che se modificati tutte le altre copie si aggiornano.

portare il tutto su c4d ha il suo senso (è un programma equivalente a 3ds max, e se lo sai già usare potresti anche decidere di rimanere in quel mondo), per sapere il perché basta che rileggi attentamente quello che ho scritto nel messaggio precedente perché la risposta è lì...
Leonardo :
X arredi, progettazione di interni, piccoli ambienti:
2d - AUTOCAD
3d - RHINO
render - KEYSHOT
post - PHOTOSHOP
Avvisami quando qualcuno risponde
Non mandarmi più avvisi

Se vuoi essere avvisato quando qualcuno interviene in questa discussione, indica un nome e il tuo indirizzo e-mail.