Il patrimonio architettonico di Cremona

Politecnico di Milano - Dipartimento di Architettura e Studi Urbani

Scadenza: 22 marzo 2013

È indetta una selezione pubblica per il conferimento di n.1 assegno per lo svolgimento di attività di ricerca a tempo determinato, per la durata di 12 mesi, presso il Architettura e Studi Urbani, nell'ambito del programma di ricerca denominato: "Strumenti innovativi per la conoscenza, la conservazione, la gestione del patrimonio edilizio. Il patrimonio architettonico di Cremona, elementi e tecniche costruttive".

Il docente proponente, responsabile del programma di ricerca, è il Alberto Grimoldi.

Modalità di attuazione del programma 

Cremona possiede un patrimonio edilizio di antica formazione, per una consistente quantità in mano pubblica, monasteri, palazzi patrizi, edifici pubblici o residenziali del XIX e del XX secolo, porzioni di isolati di un tessuto residenziale minuto e talora profondamente trasformato. Ben conservati e tuttora in uso o più raramente abbandonati e degradati, questi edifici talora conservano la loro ricca stratificazione e il loro apparato decorativo, altrove usi poco compatibili hanno determinato danni irreparabili.

Sulla base dei repertori già disponibili sul patrimonio architettonico (in particolare sui materiali più sistematici relativi al demanio comunale per la sua parte di più antica formazione), individuare elementi e tecniche costruttive la cui conoscenza approfondita è significativa per individuare permanenze e anomalie. Questa attività comporta anche la ricerca documentaria, e il confronto fra dato materiale ancora esistente e la fonte storica, e\o la letteratura tecnica del passato.

Recepire strategie e metodi innovativi in quanto diventino atti alla restituzione del sistema complesso di conoscenza degli edifici, aggiungere come parametro di verifica e come oggetto di documentazione, la valutazione dei dati ambientali, il comportamento energetico.

Predisporre ed eseguire, su un edificio significativo, sia la rilevazione del sistema impiantistico anche storico, dal progetto alle modificazioni, sia un sistema di monitoraggio che ne verifichi le prestazioni e verifichi al tempo stesso le prestazioni e le caratteristiche idriche e termiche dell'edificio.

Gestire il confronto fra tali dati e quelli emergenti da analoghe rilevazioni condotte su altri edifici in altri contesti da altre unità di ricerca del programma BHIMM al fine sia di comprendere meglio le interrelazioni fra caratteristiche degli edifici, condizioni d'uso, possibilità di inserimento e prestazioni degli impianti, sia al fine di verificarne le modalità di inserimento dei dati in sistemi di informazione avanzati.

Requisiti:
Per partecipare alla selezione è richiesto il possesso del titolo di dottore di ricerca e del diploma di laurea vecchio/ordinamento/specialistica/magistrale in Architettura o titolo equipollente), purché corredato di un idoneo curriculum scientifico professionale che possa comprovare l'idoneità personale allo svolgimento di attività di ricerca.

L'importo dell'assegno, riferito alla durata contrattuale, corrisposto in acconti mensili posticipati, è di Euro 20.900,00 al lordo solo degli oneri a carico del contraente.

AVVISO: [polimi.it]

pubblicato in data: